Nuovi metodi e fantasmi

Maria Corti

Editore: Feltrinelli
Collana: Campi del sapere
Anno edizione: 2001
Pagine: 496 p.
  • EAN: 9788807103179
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 19,75

€ 23,24

Risparmi € 3,49 (15%)

Venduto e spedito da IBS

20 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

L'editore Feltrinelli nella collana "I campi del sapere" propone riletture degli anni sessanta, anni in Italia di innovazione della particolare forma di sapere che è stata la critica letteraria. Di Maria Corti, una delle figure principali nel polo pavese dello strutturalismo e della semiotica, viene riproposto il volume che raccolse inizialmente, nel 1969, i suoi saggi sul doppio versante del metodo e del concreto intervento in specifiche testualità; ristampato con aggiunte nel 1977; ora in edizione accresciuta di un centinaio di pagine più recenti con il titolo Nuovi metodi e fantasmi. Si sa che Maria Corti appare distinta e staccata dagli altri per l'insolita sfaccettatura di studiosa e scrittrice, filologa e narratrice, specialista nei classici e nei contemporanei. I ventisei saggi della raccolta attuale ne danno un notevole campione, svariando dal Sannazzaro e dall'Arcadia al Novecento di Montale, di Bilenchi e del prediletto Fenoglio, impegno di un lavoro trentennale. Ma il tocco insolito è quello che ancora risuona nel titolo, in una specie di sfuggente, fantomatica visione storica, la stessa a cui si è ispirata la Corti narratrice: una percezione del tempo come perdita e della memoria letteraria come discontinuità e casualità, dove il paziente indagatore segue tratti insignificanti e a distanza recupera appunto fantasmi. Tale storia o invenzione di fantasmi culturalmente vivi ha sbocco oggi nella ricerca di un'identità europea che è il tema del saggio conclusivo (frutto di un convegno parigino del Collège de France, dicembre 2000), L'Europa come "luogo mentale" e i "mondi possibili" della letteratura.

Lidia De Federicis