Editore: Zerounoundici
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 871,74 KB
  • Pagine della versione a stampa: 162 p.
    • EAN: 9788893701259
    Disponibile anche in altri formati:

    € 3,99

    Venduto e spedito da IBS

    4 punti Premium

    Scaricabile subito

    Aggiungi al carrello Regala

    non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

    Recensioni dei clienti

    Ordina per
    • User Icon

      Laura Vargiu

      03/11/2017 18:04:37

      Scenari mozzafiato di valli e montagne fanno da sfondo alla vicenda narrata nel nuovo romanzo di Angela Freschi. Una perfetta “location” dell’anima, ammaliante e coinvolgente, con le sue atmosfere innevate e le sue nuvole buone che rapiscono a poco a poco il lettore. La storia, molto ben scritta, si riallaccia in parte a quella di “Venga il tuo regno”, già apprezzato libro d’esordio dell’autrice, riproponendo, e stavolta con un ruolo di primo piano, il personaggio del boss palermitano Stefano Marino che finisce per nascondersi in un paesino tra le Alpi valdostane; sarà questo un luogo non soltanto di latitanza, ma anche di una nuova alba. E Alba, non a caso, è il nome della protagonista femminile, una giovane donna accompagnata da un vuoto interiore colmo di solitudine e un dolore indecifrabile la cui vera essenza si rivelerà solo alla fine. Con lo scorrere delle pagine la prosa si arricchisce di una profonda introspezione psicologica, mentre nelle descrizioni del paesaggio sembrano riflettersi sentimenti ed emozioni in un continuo interscambio tra natura e stati d’animo. Quando dalle montagne del Gran Paradiso la narrazione si sposta verso il mare assolato della Sicilia e, ancor più lontano, tra le luci scintillanti di Bangkok, attraverso una serie di flashback che fanno da perfetto contorno al presente, s’incontrano altre piccole storie, per lo più di miseria e disperazione; ben caratterizzati pure i personaggi secondari, primo fra tutti quello dell’anziana Caterina, la medium della valle. Su tutto e su tutti – sia tra i monti nostrani ricoperti di larici sia sul fiume Chao Praya – aleggia una costante dimensione onirica che conferisce alla storia un fascino molto particolare. Un’altra ottima prova di Angela Freschi. Una scrittura, la sua, ora più matura che, a mio avviso, si riconferma per originalità di stile e soggetto, nonché per una sensibilità capace di abbracciare più orizzonti volando in alto proprio come le nuvole che corrono nel cielo del suo romanzo.

    Scrivi una recensione