Odissea. Testo greco a fronte

Omero

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2005
Formato: Tascabile
In commercio dal: 17 maggio 2005
Pagine: XVI-716 p.
  • EAN: 9788806176938
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    barbagianni39

    27/10/2013 07:54:23

    Forse è dovuto al fatto che io l'Odissea l'ho studiata nella versione di Pindemonte, ma sono del parere che quella rimane la più bella. Inutile dire dell'opera, un monumento dell'umanità

  • User Icon

    Davide

    19/08/2013 17:06:43

    Omero va letto, e non perderò tempo nel cimentarmi nel vasto compito di definirne , anche sommariamente, la bellezza. Volevo solo fare un paio di segnalazioni : la traduzione di Rosa Calzecchi Onesti, a mio avviso la più consigliabile ( è in versi , ed è al contempo accessibile al lettore odierno e fedele allo spirito classico originario ) e il bellissimo saggio di Auerbach ( contenuto nell'opera "Mimesis") "La cicatrice di Ulisse " , che permette di comprendere ancor più profondamente lo spessore letterario di Omero.

  • User Icon

    Cristiano

    05/03/2008 11:05:08

    Il libro dei libri, quello che non si può non leggere. Indubbiamente la lettura di questo testo non è facile, ma ripaga ampiamente degli sforzi fatti, e comunque dopo le prime pagine ci si abitua un po' e diventa meno difficile. In commercio ci sono molte traduzioni dell'Odissea, ma a mio parere questa di Calzecchi Onesti è la più bella e la più facile da leggere.

Scrivi una recensione

Quello di Odisseo (Ulisse, per i latini) è, certo, il viaggio piú importante della cultura occidentale, ispiratore di tanti altri viaggi successivi. Durante il ritorno in patria da una lunghissima guerra, un Destino imperscrutabile e crudele prende a bersagliare Odisseo e i suoi compagni di viaggio. Itaca, l'isola natale, pare allontanarsi per sempre. Lucido ed ostinato, pronto a tutto, Odisseo ricorda, previene e s'oppone alla sorte, pur di approdare al porto natale e riprendere in pugno il suo mondo. Ma quel mondo gli è cambiato intorno ed è cambiato anche lui.