L' ombra del torturatore. Il Libro del Nuovo Sole. Vol. 1

Gene Wolfe

Traduttore: V. Viviani
Editore: Fanucci
Collana: Tif extra
Anno edizione: 2012
Formato: Tascabile
In commercio dal: 29 marzo 2012
Pagine: 292 p., Brossura
  • EAN: 9788834719312
Disponibile anche in altri formati:

€ 4,95

€ 9,90

Risparmi € 4,95 (50%)

Venduto e spedito da IBS

5 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Fedemone

    18/04/2018 08:47:40

    Il ciclo del Nuovo Sole è uno dei meno compresi di tutta la letteratura, perché sotto la patina fantasy c'è una tecnica narrativa estremamente complessa. Lontano anni luce dalla Sword & Sorcery (dai combattimenti continui), dall'High Fantasy (pieni di nobili razze come Elfi e Nani, e l'eterna lotta tra Bene e Male) così come dal fantasy moderno pieno di intrighi e realistico (come Il Trono di Spade). Cosa rimane? Ebbene: l'esperienza di digressione infinita di un monarca la cui narrazione non è affidabile e di cui dobbiamo dubitare - o almeno prendere con le molle. Severian non mente, ma di certo non dice tutta la verità o almeno noi gli daremmo una interpretazione decisamente differente (come per il soggetto dei dipinti del castello, ad esempio). Il mondo fantasy è meno fantastico di quel che sembra e le relazioni tra i personaggi (i cui nomi richiamano oscuri santi cristiani, il cui destino è profetico) è differente da come Severian le vuole dipingere (un po' come fa il maggiordomo di Quel Che Resta Del Giorno, di Kazuo Ishiguro). Ogni dettaglio buttato casualmente sarà rivelatore di un qualcosa dopo, o forse non avrà spiegazione, lasciando fortemente spiazzato il lettore. La complessità finale supera il semplice racconto di avventura e le idee che ci sono, come l'Alzabo, sono assolutamente geniali, sparse nei mille dettagli della memoria di una persona condannata a ricordare (e a qualcosa di più, anche se in effetti non viene mai detto esplicitamente). Semplicemente la verità è davanti a noi, ma in forma molto poco comprensibile. Per amore della correttezza: lessi la prima volta il secondo libro, senza conoscere il primo o i seguenti. Lo trovai orribile e sconclusionato. Poi trovai il cofanetto della precedente edizione, capii meglio, mi informai ed è stata quindi la rivelazione di un grandissimo romanzo diviso in cinque parti (guai a saltarne una). Uno dei più complessi romanzi di letteratura fantastica esistenti, da approcciare con criterio e mente aperta.

  • User Icon

    n.d.

    27/10/2017 10:15:20

    Fantasy cupo con sfumature di fantascienza post-apocalittica, con un (anti-)eroe particolare come protagonista. Interessante. Il finale è sospeso, consiglio di procurarsi subito i libri seguenti del ciclo

  • User Icon

    Luca Varrese

    27/02/2016 12:58:43

    Un fantasy molto diverso dai canoni del genere. Il protagonista non è un eroe senza macchia e senza paura e nemmeno un cattivo ma semplicemente una persona con pregi e difetti e quindi credibili. La prosa è molto ricca, forse perfino troppo perché a volte ti rende consapevole che stai appunto leggendo un romanzo. Ci sono anche riferimenti ad altri libri e miti che rendono il tutto interessante ma la trama è molto lenta e a volte anche confusa

  • User Icon

    Pietro

    09/09/2014 18:14:29

    PREGI: l'atmosfera del fantasy c'è tutta e la storia è interessante con un'idea molto buona. DIFETTI: l'autore si incanta in sogni inutili dei personaggi, ci si trova spesso a leggere pagine di divagazioni completamente fuori da ogni contesto. A volte si leggono nomi di personaggi e di cose incomprensibili e ci si trova a chiedersi "ma di cosa si sta parlando?" Libro dispersivo di difficile lettura.. peccato perchè poteva essere bello

  • User Icon

    Maurizio Ricci

    28/03/2013 09:47:47

    Lessi tutta la saga del "Nuovo Sole" qualche decina di anni fa, conservando l'ottimo ricordo di una saga robusta e ben scritta. Può un racconto, un Autore essere al contempo ruvido e raffinato? Una lettura senza dubbio interessante che vi riserberà più di quanto la dimessa veste editoriale renda lecito attendersi. Da associare alle "Storie di Neveryon" di S.R.Delany più che alla tradizionale heroic fantasy dei coevi Maestri Fritz Leiber, Poul Anderson o Michael Moorcock

  • User Icon

    cris

    10/09/2012 14:09:02

    Sicuramente non è una lettura facile...non perché il libro sia prolisso o noioso, anzi è scorrevole, pieno di idee, scritto stupendamente e in molti punti ti senti davvero coinvolto. Tuttavia Gene Wolfe talvolta procede nel racconto attraverso sogni del protagonista o digressioni che risultano non di facile comprendonio. In parole povere ci sono alcune brevi parti, non indispensabili alla trama principale, i cui avvenimenti non saranno comprensibili e non troveranno una spiegazione, ma a parte questo il libro rimane molto al di sopra della media del genere e io lo consiglio.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione