Recensioni Omicidio Ai Laurels

  • User Icon
    20/09/2019 20:08:01

    Omicidio ai Laurels é simile al primo libro di Lesley Cookman che si intitola "omicidio a Steeple Martin", cambia solamente la storia. Il personaggio principale è sempre Libby Sarjeant, una donna di mezz' età che ama il teatro ma che, a causa degli omicidi avvenuti nelle sue vicinanze, si finge cone una specie di investigatrice insieme ad un altro personaggio, cioè Fran Castle, incontrata già nel primo libro. Le due si imbattono nell'omicidio di una signora anziana ai Laurels, una casa di cura per le persone di età avanzata. Oltre loro due, ci sono anche altri personaggi che affiancano la storia, cone ad esempio Peter e Harry. Alla fine il male perderá e le due investigatrici riusciranno a scoprire l'assassino della donna, specialmente perché imparentata con Fran. La narrazione della storia scorre in alcuni punti molto limpida mentre in altri rallenta la lettura, forse perché ho trovato molte parti aggiunte inutilmente. Le descrizioni sono ben curate e dettagliate nel modo giusto, infatti grazie ad esse i paesaggi si immaginano perfettamente nella loro bellezza e non risultano essere pesanti, se non qualche volta in cui qualcosa viene descritto un po' troppo. La struttura della narrazione è ben fatta e, anche se delle volte si crea un po' di confusione con gli eventi, si riesce ad andare avanti con la lettura e la curiositá di scoprire chi è l'assassino cresce a mano a mano che si legge. I dialoghi sono la pecca e, come già detto nell'altra recensione, delle volte risultano molto confusionari, infatti non riuscivo a capire chi è che parlava e dovevo sforzarmi un po' per capire. Come ho detto anche nell'altra recensione, la combo con il genere giallo-rosa da un senso di leggerezza alla lettura che a volte con il giallo può risultare pesante e il romance aiuta ad alleggerire. Purtroppo un'altra pecca che ho riscontrato è stata la totale assenza di capitoli , le scene vengono semplicemente divise con uno spazio.

    Leggi di più Riduci