L' opera in CD e video. Guida all'ascolto di tutte le opere liriche

Elvio Giudici

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Il Saggiatore
Collana: Opere e libri
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 17 maggio 2007
Pagine: XLV-2417 p., Brossura
  • EAN: 9788842814504
Salvato in 48 liste dei desideri

€ 32,50

€ 65,00
(-50%)

Punti Premium: 33

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

L' opera in CD e video. Guida all'ascolto di tutte le opere ...

Elvio Giudici

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


L' opera in CD e video. Guida all'ascolto di tutte le opere liriche

Elvio Giudici

€ 65,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

L' opera in CD e video. Guida all'ascolto di tutte le opere liriche

Elvio Giudici

€ 65,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 65,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

In questa guida i compositori si succedono in ordine alfabetico e, nell'ambito di ogni autore, le opere sono disposte in ordine cronologico. Di ogni opera sono enunciati il titolo in italiano, seguito da eventuale titolo originale in lingua straniera, librettista, luogo e data della prima esecuzione e personaggi. Di ogni incisione, elencata seguendo l'ordine cronologico per anno d'esecuzione, vengono riportati data di registrazione, cantanti, coro, orchestra, direttore, regista per i video, casa discografica, numero dei cd e giudizio sintetico espresso in stelle. Ogni giudizio è poi motivato da una recensione critica, nella quale Giudici esamina sia l'esecuzione in sé che gli aspetti tecnici della registrazione. Completa il volume un indice dei nomi e delle opere. L'opera è aggiornata al 2006.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3
di 5
Totale 6
5
2
4
0
3
2
2
0
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    G. Lib.

    16/02/2016 08:01:53

    Giuseppe, senza voler minimamente sostituirmi a Giudici, di quell'opera di Berlioz posso consigliarle la versione di Georg Solti del 1981, che non è malaccio. È comunque un peccato che non sia stata recensita, ma - tanto per mettere il dito sulla mia piaga - anche diverse opere di Donizetti mancano all'appello (e persino l'Aroldo verdiano, il che ha privato l'autore della possibilità di sbrodolarsi sull'ennesimo "capolavoro" sconosciuto...). Mi spiace averle dato quell'impressione, ma da cotanto critico mi aspettavo una maggiore obiettività. Trovo davvero riprovevole che da un lato si vadano tessendo le lodi di un Rossini o di un Verdi a ogni piè sospinto - e Dio sa quanti autoimprestiti e remplissages ci siano nelle opere del pesarese e quanta ispirazione mancata (per non parlare di plagio) in quelle del bussetano - e, dall'altro lato, si appioppino tre stelle a un'opera come "Ugo conte di Parigi" che è godibilissima quanto e più di una bella opera rossiniana. E tutto questo perché i cantanti inglesi non pronunciano bene l'italiano - se fosse questo il metro di giudizio, ogni opera cantata dalla Sutherland andrebbe cassata. Ho l'impressione che Giudici abbia ascoltato Donizetti esclusivamente al fine di recensirne le opere per il libro e che, fondamentalmente, non lo conosca affatto: solo così si possono giustificare affermazioni del tipo "opera non meritevole di particolari fanatismi" (riferita a Maria Stuarda), e "non è tempo perso ascoltare quest'opera" (riferita a "Un giorno di regno"). La gran parte delle opere meno conosciute di Donizetti non meritava la riscoperta, di un Rossini si esalta qualsiasi ruttino. In conclusione: mi sembra paradossale che una persona che conosce l'opera come la conosce Giudici possa sottostimare Donizetti in maniera tanto plateale. La mia bassa votazione vuole esprimere il mio profondo malcontento a motivo di ciò. Per il resto, consulto la guida di Giudici di continuo, e non lo farei se non la ritenessi degna di essere consultata.

  • User Icon

    Giuseppe

    13/09/2015 13:08:12

    Concordo molto con le recensioni fin qui pubblicate, ad eccezione di quella di G. Lib. che mi pare molto severa. Non ho abbastanza conoscenza del mondo della lirica né sufficiente spirito critico per proporre una mia recensione. Solo una domanda: non ho trovato, da parte dell'autore, alcun accenno a "La Damnation de Faust" di Berlioz, il che si sembra molto singolare. Grazie per lo spazio concessomi. Cordiali saluti

  • User Icon

    G. Lib.

    20/04/2015 00:24:31

    Quando gli proposero di comporre una messa per celebrare il centenario della nascita di Donizetti, Giuseppe Verdi declinò umilmente l'invito dando prova di grande obiettività. Dopo di lui, solo William Ashbrook sembra aver compreso appieno la reale statura del compositore bergamasco. In Italia, poi, complice forse un diffuso conservatorismo di stampo clericale che tanto ha contribuito alla damnatio memoriae della pecorella sifilitica, stiamo ancora aspettando un musicologo che non inneggi al miracolo ad ogni vagito verdiano, ma che dedichi piuttosto un po' del suo tempo a studiare capolavori donizettiani a tutt'oggi ignorati o miscompresi - uno su tutti, Maria Padilla, ignominiosamente liquidata in questa guida con un risibile quanto spericolato accostamento calcistico. Ciò premesso, si disilludano quanti sperano di apprezzare la musica operistica in base alle valutazioni qui contenute: scopo precipuo del lavoro è infatti quello di far rifulgere le capacità dialettiche e la sterminata cultura dell'autore. Col risultato che, paradossalmente, l'appassionato che vorrebbe timidamente celarsi dietro questa nevrotica massa di recensioni come una Butterfly dietro il ventaglio, finisce col somigliare tremendamente al fan turibolare che pretende di aborrire. Si ha l'impressione che, ancor prima di mettersi al lavoro, Giudici avesse già stilato la sua lista di buoni e cattivi. Ed è così che, fatte salve rarissime eccezioni (sempre opportunamente valorizzate in nome di un gesuitico autocompiacimento), compositori e interpreti risultano fatalmente gratificati da stelline a profusione o bollati da un inflessibile pollice verso a prescindere dalle loro effettive performance. Purtroppo, all'autoreferenzialità dei critici abbiamo ormai fatto il callo; ma che debbano procedere per partito preso è francamente irritante. E l'anima del Peppino nazionale può continuare a dormire sonni tranquilli, dolcemente ristorata dai soliti, prevedibilissimi flabelli pesaresi, catanesi e lucchesi.

  • User Icon

    antonio

    11/02/2008 19:45:29

    Parlare di "Guida all'ascolto" per questa monumentale opera di Elvio Giudici mi sembra riduttivo. Direi piuttosto guida alla conoscenza, alla comprensione, all'approfondimento di tutto cio' che riguarda il mondo operistico: dalle tecniche di emissione del suono (affrontate, manco a dirlo, con la perizia del professionista - mi e' rimasto impresso il paragrafo dove descrive gli effetti prodotti sulle corde vocali dalla pratica della castrazione) alle biografie di compositori e interpreti. Un'enciclopedia indispensabile a chi gia' ama l'opera ma anche, e soprattutto, a chi di opera non sa nulla. E' a un tempo libro di testo sulla storia dell'opera (nel vero senso della parola: molto spesso ad aprire le recensioni e' una descrizione accurata della gestazione dell'opera stessa), prontuario da consultare al volo quando sfugge una data o il nome di un direttore d'orchestra, un "Who's Who" della lirica composta o interpretata, raccolta di saggi su tutto lo scibile operistico, resoconto - ma starei per dire almanacco - dove come altrettanti gioielli si scoprono via via le cronache di decine di giornate che hanno lasciato il segno nella memoria di appassionati, melomani o avventori. Ma l'uso che preferisco e' quello del libro di evasione: aprirlo a caso e leggerlo per puro svago e' un tale piacere (ed e' incredibile la messe di informazioni che riesce a trasmettere), che potrei citare a memoria piu' di un passaggio. Ultimo, ma non certamente per ordine di importanza, il libro di Giudici e' un manuale di stile della lingua italiana. Perche' qui di grande stile si tratta: scorrevole ma rigoroso, preciso ma sempre godibilissimo, dove ironia, humour e comicita' si intrecciano e si fondono senza mai perdere di vista il fine ultimo del libro. Il quale libro sembrerebbe il frutto di una lunga vita di lavoro se qua e la' non si venissero a scoprire i molteplici interessi dell'autore, che vanno naturalmente ben oltre la lirica e che ci vengono presentati con l'umilta' tipica dell'uomo di cultura. Un capolavoro assoluto, insomma.

  • User Icon

    Francesco Lozzi

    29/08/2007 11:06:29

    Non credo si possa prescindere da questo libro, si concordi o meno sulle valutazioni (e tra melomani si è particolarmente rissosi in proposito) come accadeva per l'analogo lavoro di Rodolfo Celletti ("Il teatro d'opera in disco"). Testi che, al di là delle scelte personali, ci hanno insegnato ad ascoltare criticamente, ad esercitare il gusto, magari anche a polemizzare. Tuttavia, trovo che questa nuova edizione presti il fianco a qualche appunto non tanto marginale: la vecchia edizione riproposta senza mutare una virgola e gli aggiornamenti in appendice (e perché non pubblicarli a parte, invece di costringerci a ricomprare l'intero, ingombrante e costoso volume?), la numerazione delle pagine sempre nella parte più interna, (il che può sembrare una sciocchezza ma rende scomodissimo reperire quanto indicato nell'indice dei nomi, non potendo velocemente scorrere l'angolo superiore esterno). Ancora: perché non sono state corrette le non poche inesattezze presenti nella vecchia edizione? E di più: nelle nuove acquisizioni spesso vengono rovesciati in modo sconcertante valutazioni presenti nella vecchia. Qualche esempio qua e là (ma i casi sono innumerevoli)? Due cantanti come la Gheorghiu o la Larmore (piacciano o meno) di certo in pochi anni non hanno palesato clamorosi mutamenti vocali né di stile né di approcci interpretativi tali da giustificare la radicale inversione di rotta che appare nei giudizi: stroncate senza pietà nella vecchia edizione, talvolta quasi derise, esaltate negli aggiornamenti. Oppure: Felicity Lott nel "Rosenkavalier" di Kleiber è di "personalità piccina" (pag.1351) o "eccelsa" (pag.1928)? Non mi pare divario trascurabile. Capisco che il gusto di un recensore possa mutare negli anni ma un tale rovesciamento di paramentri è davvero troppo eclatante e presuppone implicitamente l'abiura della vecchia edizione (tanto sarebbe valso riscrivere tutto daccapo, alla stregua di una nuova visione delle cose). Tanto più che questa è anche una guida per chi acquista cd e rischia di trovarsi disorientato.

  • User Icon

    FrancoFranco

    12/06/2007 14:14:46

    Esce l’aggiornamento di “L’opera in CD e video” di Elvio Giudici. Trovo inaccettabile che per avere i soli aggiornamenti occorra comperare nuovamente l’intero volume. Augurandomi che l’autore possa continuare a scrivere per almeno altri 25 anni, occorre preventivare l’acquisto di 4-5 ulteriori future edizioni complete? A detta dell’editore non ci sono alternative. Nutro una stima eccelsa nell’autore Elvio Giudici e spero che non si presti ulteriormente a questa speculazione commerciale.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente
Note legali