L' opera struggente di un formidabile genio. Con Segnalibro

Dave Eggers

Traduttore: G. Strazzeri
Editore: Mondadori
Collana: Oscar 451
Anno edizione: 2017
Formato: Tascabile
In commercio dal: 26 ottobre 2017
Pagine: XXXVII-423 p.
  • EAN: 9788804685135
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 7,56
Descrizione

Questo è un libro molto particolare che narra una storia vera, nella quale si intrufola una buona dose di fiction. All'età di 22 anni Eggers rimane orfano. Dave si ritrova non solo orfano ma anche 'madre single' del fratello Cristopher di 8 anni, affidatogli dai fratelli. Dave e il fratello si trasferiscono a Berkeley dove vivono insieme in un caos fatto di cibi in scatola scaduti e attrezzi sportivi sparsi per la casa. Nei primi anni '90 Dave fonda la divertentissima (e molto hip) rivista 'Might', che diventa subito una specie di Bibbia di tendenza per i giovani di S. Francisco.

€ 11,90

€ 14,00

Risparmi € 2,10 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Ilaria

    23/09/2018 10:28:56

    il mio libro preferito, non ho mai letto niente di più bello... Divertente, pazzo, scorrevole... Non servono troppe parole per descriverlo, alla prima pagina già ti conquista.

  • User Icon

    Guido

    06/01/2013 23:21:03

    Se penso che morirò lasciando chissà quanti libri senza leggere!!!! ....per questo non rileggo mai i libri, è un costo opportunità troppo elevato ....ma per questo farò un eccezione ed il motivo è : perché non mi è piaciuto!!!! ... ma quelle recensioni così positive mi hanno fatto venire il dubbio che sia io il problema e non il libro ...

  • User Icon

    ileana

    16/04/2008 23:29:15

    Andrò un po' controcorrente, visto che i commenti sono quasi tutti positivi (ho letto anche quelli di "Conoscerete la nostra velocità"), ma questo libro non mi ha entusiasmata. Già il primo, quello citato tra parentesi, mi aveva annoiata, tuttavia ho deciso di leggere anche questo, perchè influenzata da cotante lodi. E' prolisso senza dire niente, non riesco a scorgere una trama significativa, solo racconti di vita scollegati tra loro. Forse mi manca la profondità per cogliere il vero senso del libro o, come ha scritto qualcuno, non sono una vera intenditrice.

  • User Icon

    angela

    22/06/2006 12:06:53

    avrei voluto scrivere un commento su questo incredibile romanzo appena letto, molti anni fa, attratta da quel sipario rosso sulla copertina e dal titolo straordinario, senza saperne niente. è bellissimo, una lettura da non farsi mancare, ogni lettore dovrebbe esplorare con dave eggers le nuove frontiere dell'arte di raccontare.

  • User Icon

    Tommaso Barista

    19/02/2004 19:11:21

    Il modo migliore per definire Eggers e questo suo primo romanzo è, secondo me, “americano”, nel senso più ampio dell’espressione. Eggers, partendo da una storia autobiografica (la ravvicinata scomparsa dei genitori per cancro, il successivo tentativo di crescere il fratello più piccolo, Toph, lontano da casa), fagocita tutta l’americanità che lo circonda (stili di vita, real tv, MTV, politica), la destruttura/critica/ridicolizza e la ricompone ad un altro livello. Più che un’operazione di satira, lo definirei un processo di tesi, antitesi e sintesi. Geniale in questo senso è mettere in bocca al fratellino una critica del libro stesso e delle considerazioni (anche spietate) sull’opportunità di un’autobiografia e di una simile gestione del lutto personale, a cui Dave ribatte più o meno sottilmente con giustificazioni e rilanci. Da leggere, e rileggere.

  • User Icon

    Luca Morelli

    10/12/2002 16:31:30

    Spunti qua e la' interessanti e molte idee nuove dal punto di vista della tecnica narrativa. Forse un po' prolisso. Certi passaggi andrebbero riletti con calma. Interessante le informazioni che si possono trovare su Internet riguardo le riviste e lavori dell'autore raccontati nel libro. Le sezioni "Prefazione" e "Ringraziamenti" sono spettacolari.

  • User Icon

    Alex79

    02/04/2002 14:11:01

    Un libro bello bello... mi rammarico solamente di una cosa che non è più presente nella mia libreria!(Nicoletta riportamelo)Una storia carina ed origibnale. Insomma mi è piaciuto davverto Tanto!!

  • User Icon

    Alessandro

    31/10/2001 14:02:42

    Questo libro, oltre ad essere realmente struggente, è sicuramente una novità che stravolge la concezione di romanzo che solitamente abbiamo. Una bella storia, pure vera. E un grandioso, geniale finale!!

  • User Icon

    mariella

    19/08/2001 15:12:29

    Come sempre, Diego Cugia non tradisce chi lo ama. Spietato e sarcastico, ma decisamente lucido, regala gli occhi a chi, dopo troppa tv, non sa più "vedere".

  • User Icon

    Tizia

    02/07/2001 18:32:48

    Tanto per cominciare nel libro non c'è affatto "una buona dose di fiction", purtroppo la storia è vera al 100%. Ma al di là di questo, alla fine i contenuti, per quanto forti, non sono importanti quanto lo stile: unico, accattivante, acchiappante, ironico. Secondo il mio modestissimo parere i Garcia Marquez del nuovo millennio

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione