Categorie

Operazione Anthropoid. L'attentato a Reinhard Heydrich, il «boia di Praga»

Callum MacDonald

Traduttore: L. Sanvito
Editore: Giunti Editore
Collana: Storia e storie
Anno edizione: 2015
Pagine: 400 p., ill. , Rilegato
  • EAN: 9788809815070

€ 15,30

€ 18,00

Risparmi € 2,70 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    franco

    16/08/2017 17.55.19

    Finalmente un libro di storia degno di questo nome, che esamina attentamente, con larghezza di fonti e con stile incalzante, la famosa operazione dei servizi segreti cecoslovacchi che portò alla soppressione di Heydrich, l'emblema del perfetto nazista, colui che avrebbe potuto, grazie alla combinazione di sfrenata ambizione, doppiezza, cinica assenza di scrupoli, intelligenza e fanatismo ideologico, giungere ai più alti incarichi del regime. Colui che invece trovò sulla propria strada un trio di piccoli soldati tosti e coraggiosi, animati da un profondo e sincero amor di patria di stampo risorgimentale che gli tesero nelle strade di Praga un agguato goffo e mal riuscito, ma comunque tale da portarlo alla morte, Una vicenda epica, una delle più evidenti manifestazioni della lotta fra il bene e il male che ogni tanto fanno capolino nella storia. E lo storico inglese Mac Donald la racconta con il largo respiro che essa merita, partendo da un lungo racconto biografico del sinistro personaggio, teso a metterne in luce le profonde frustrazioni e il fallimento della sua carriera militare e dei suoi desideri di scalata sociale, che trovano nell'adesione al nazismo il proprio sfogo e la propria rivalsa. Insomma, un fallito che trova la via del riscatto aderento con tutta l'anima ad un mostruoso disegno criminale, Ma Mac Donald sa allargare il discorso anche alla controparte, in genere negletta e trascurata, ovvero i patrioti cechi: i piccoli eroi, certo, ma anche il cervello politico, l'anima instancabile del governo in esilio a Londra, Edvard Benes e il suo fidato, animoso, capo dei servizi segreti Frantisek Moravec, due figure che meritano grande rispetto postumo e meriterebbero di essere meglio conosciute , per il oro destino di patrioti sconfitti dalla storia.

Scrivi una recensione