Opere per pianoforte - CD Audio di Fryderyk Franciszek Chopin,Felix Mendelssohn-Bartholdy,Alfred Cortot

Opere per pianoforte

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Apr
Data di pubblicazione: 1 settembre 2007
  • EAN: 5024709155736

€ 16,50

Punti Premium: 17

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Fryderyk Franciszek Chopin Cover

    Compositore e pianista polacco.Gli studi e i primi lavori. Figlio di un oriundo francese, precettore presso la famiglia del conte Skarbek, e di una governante di casa Skarbek, diede prova fin dalla più tenera età di possedere un'eccezionale sensibilità musicale. Quando la famiglia si trasferì a Varsavia (il padre era diventato professore di francese nel liceo), il bambino venne affidato al violinista e pianista boemo Wojciech Zywny, che lo avviò allo studio del pianoforte e della composizione. I suoi primi lavori furono pubblicati alla fine del 1817; nel 1818 si presentò per la prima volta in un concerto pubblico. Le lezioni dello Zywny (le uniche lezioni di pianoforte ricevute da C.) terminarono nel 1822; l'anno dopo, continuando da autodidatta gli studi pianistici, si iscrisse al liceo dove... Approfondisci
  • Felix Mendelssohn Bartholdy Cover

    Compositore tedesco. Le vicende biografiche. Di famiglia colta e agiata, visse a Berlino dal 1811, ricevendo un'accuratissima educazione letteraria e musicale e rivelando doti di fanciullo prodigio. Da C.F. Zelter, suo maestro e direttore della Singakademie, apprese ben presto ad amare Bach e i classici della musica sacra. Nel 1821 divenne amico del vecchio Goethe; conobbe Weber e nel 1825, durante un viaggio a Parigi, Meyerbeer e Cherubini. Dal 1827 al '29 frequentò l'università di Berlino e nel 1829 esordì come direttore riesumando la Passione secondo Matteo; l'esecuzione segnò l'inizio della rivalutazione di Bach, allora quasi dimenticato. Nello stesso anno compì un viaggio in Inghilterra e Scozia, nel 1830 in Italia (Venezia, Firenze, Roma, Napoli), ricevendone profonde impressioni. Nel... Approfondisci
  • Alfred Cortot Cover

    Pianista svizzero. Dopo aver studiato a Parigi con L. Diémer, cominciò a suonare nei Concerts Lamoureux e Colonne, ma si impose solo dopo il 1918 e per molto tempo fu considerato il maggior interprete vivente di Chopin. Egli intese liberare il grande compositore da tradizioni soffocanti e limitative per meglio legarlo alla cultura francese contemporanea, ed esaminò sotto la stessa prospettiva Liszt e Schumann. Interprete esemplare di Saint-Saëns e di Franck, come di Fauré e di Ravel e in minor misura di Debussy, mirò a illuminare, anche nei romantici, il particolare più significativo perché più ricco di sviluppi. Suonò in duo con il violinista J. Thibaud e dal 1905 diede vita a un celebre trio con lo stesso Thibaud e P. Casals (violoncello). Fu anche organizzatore, direttore d'orchestra e... Approfondisci
Note legali