Opere per pianoforte e percussioni - CD Audio di John Cage

Opere per pianoforte e percussioni

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: John Cage
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 2
Etichetta: Brilliant Classics
  • EAN: 5028421947457
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 6,68

Punti Premium: 7

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 5,50 €)

Sixteen Dances for Soloist and Company of Three; Credo in US; First Construction (In Metal); Trio per percussioni; Double Music; Third Construction; Fads and Fancies in the Academy
Questo cofanetto doppio dedicato alla produzione per pianoforte e strumenti a percussioni di John Cage rappresenta un’addizione molto apprezzabile alla crescente discografia delle opere del compositore americano. Considerato uno degli esponenti più rappresentativi della musica colta del XX secolo, Cage adottò spesso un approccio molto innovativo nell’esecuzione delle sue opere e in parecchi casi affidò molte scelte interpretative e l’ordine di esecuzione ai musicisti o addirittura al caso. In questo senso, le partiture di Cage non costituiscono testi immodificabili, ma piuttosto il punto di partenza di un viaggio affascinante, con ogni interpretazione che può condurre in direzioni molto diverse. Il pianista Giancarlo Simonacci è considerato da anni uno degli interpreti più autorevoli delle opere di John Cage, alle quali ha dedicato parecchi dischi disponibili nel catalogo della Brilliant Classics. In questo cofanetto Simonacci è affiancato da Ars Ludi, una eccellente formazione di percussioni italiana.

  • John Cage Cover

    (Los Angeles 1912 - New York 1992) musicista e scrittore statunitense. Allievo di Schönberg, amico del danzatore e coreografo M. Cunningham e del pittore R. Rauschenberg, con essi presente al Black Mountain College nel 1952, è soprattutto noto come compositore ma è in realtà uno sperimentatore della sonorità in ogni senso. Lucido esploratore del linguaggio (sonoro e non) sulla scia di G. Stein, ha scritto testi di estetica quali Silenzio (Silence, 1961, nt), diari e inoltre «partiture verbali», ossia opere felicemente in bilico tra prosa e poesia, risultanti da radicali operazioni linguistiche. In quest’ultima categoria rientrano la Conferenza su niente (Conference on nothing, 1959, nt), i testi poetici di Funghi et variationes (Mushrooms et variationes, 1983, nt) e le riscritture «aleatorie»... Approfondisci
Note legali