L' ora delle streghe. La saga delle streghe Mayfair

Anne Rice

Traduttore: R. Rambelli
Editore: TEA
Anno edizione: 2018
Formato: Tascabile
In commercio dal: 25 gennaio 2018
Pagine: 929 p., Brossura
  • EAN: 9788850248872
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 13,60

€ 16,00

Risparmi € 2,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    tenebrosa74

    25/01/2013 08:07:07

    Due libri hanno fatto sì che la Rice entrasse definitivamente nel mio cuore: scelti dalle tenebre e questo. Lo lessi la prima volta quasi vent'anni fa e di recente ho voluto rileggerlo per constatare se l'entusiasmo di allora fosse dettato soprattutto dalla mia giovane età. Non è così, grande libro a vent'anni, grande libro quasi a quaranta. Penso che le varie Stephanie Meyer abbiano ancora molto da imparare!

  • User Icon

    Rowan

    29/08/2012 09:49:13

    Tra i miei libri preferiti, un capolavoro per trama, ambientazione e descrizioni. I personaggi femminili sono indimenticabili e tra quelli maschili non può che spiccare Julien. Adoro Rowan, mi ci identifico, e odio Lasher anche se posso capire l'attrazione che esercita su streghe sfortunate e votate all'infelicità e alla solitudine. E' bello vedere delle donne così meravigliose, dopo tutte le cronache dei vampiri sembrava che la Rice fosse in difficoltà nel tratteggiare personaggi femminili. Invece, è tutto meraviglioso, nulla è fuori posto. L'ho letto almeno tre volte e probabilmente lo leggerò di nuovo. Imperdibile!

  • User Icon

    Manu

    25/07/2012 12:16:47

    Un capolavoro assoluto di Anne Rice. Crea un mondo popolato da personaggi che sembrano reali e restano nel cuore. Leggendo lo svolgersi del racconto sembra di sentire il calore opprimente di una new orleans magica e oscura. Impossibile non appassionarsi alla povera Deirdre che trascorre le giornate ins tato catatonico sotto al portico di una immersa villa in decadimento e avvolta dalle bouganville selvagge nel caldo opprimente del sud degli stati uniti. Mitologia nordeuropea e gotico si fordono in una dolce magia

  • User Icon

    Viola

    10/10/2011 18:15:25

    Giustamente, per mischiare artisticamente una fantasia da 100 e lode, un mistero, un abilità di narrazione e un ritmo incalzante degno di un artigiano, serviva una triologia.Poi c'è un altro fatto; l'amore sviscerato del autrice per New Orleans (che chi ci vive lì, stranamente lo paragona al Parigi anni 20).Ho letto un po' sulla vita della Rice; uno spirito libero; proprio come le sue fantasie, bizzarre e coloratissime, libere e spregiudicate!

  • User Icon

    SILVIA

    25/08/2011 17:10:21

    Ho iniziato questo romanzo di Anne Rice un po' dubbiosa perchè avevo letto Intervista col vampiro e non mi era piaciuto molto, ma mi sono dovuta ricredere perchè la storia della famiglia Mayfair è molto affascinante .... certo avrei preferito un lieto fine per i protagonisti Rowan e Michael, ma vedremo cosa li aspetta nel secondo romanzo della saga!

  • User Icon

    Buffy81

    20/12/2010 16:48:33

    Bellissimo romanzo,molto affascinante il documentario sulle streghe Mayfair così come le ambientazioni,da Montcléve in Scozia,da New Orleans a San Francisco,ecc.,e molto bello il fatto di vedere i fatti raccontati nel romanzo da diversi punti di vista. Non fatevi ingannare però dal personaggio di Rowan Mayfair e dal suo amore verso Michael Curry,che tutto è tranne che autentico,poiché avrete brutte soprese,e non dico altro per non rovinare la sorpresa. Lo consiglio agli amanti delle storie fantasy,gotiche e horror,lo sconsiglio invece ai sensibili.

  • User Icon

    Matteo

    07/02/2010 19:24:21

    Un bellissimo libro, uno dei migliori della Rice,buona la costruzione della storia della famiglia Mayfair.Mi è piaciuta la descrizione dei vari personaggi e degli ambienti. Ho apprezzato i metodi di investigazione del Talamasca, che nei romanzi sui vampiri viene mensionato poche volte e non si parla quasi mai della sua storia.Secondo me ci vorrebbe anche una serie incentrata sulle indaggini di questi investigatori del paranormale che combaci con le storie sui vampiri e sulle streghe.

  • User Icon

    Emanuele

    27/06/2009 18:02:06

    Nel caldo soffocante di una New Orleans decadente c'è una villa in stile coloniale, una casa condannata al degrado e avvolta dalla vegetazione e dalle bouganville rosa, ma ancora si intiusce che quella casa e quella gente hanno conosciuoto anni di splendore. La piscina è ormai uno stagno di rane e ninfee. E sotto il portico della casa c'è sempre una donna in stato catatonico, vicino a lei una presenza oscura e terribile. E intorno alla storia di questa donna misteriosa ruotano streghe bambine dalla bellezza conturbante ma spesso con un destino terribile......alla fine del libro è come se i personaggi prendessero vita, è come se esistessero davvero....non si scordano mai. Un romanzo che percorre i secoli e passa dall'Europa all'America, un'America misteriosa dal sapore caraibico. Storia terribilmente vera, credenze popolari e il fascino delle donne del sud degli Stati Uniti si fondono del romanzo piu' intenso che abbia mai letto

  • User Icon

    mirko

    07/06/2009 08:55:47

    Il libro è interessante . Amo il fatto che l'autrice abbia saputo creare un mondo fantastico tracciando l intera storia di una famiglia di streghe .Non amo alcune parti che dovrebbero essere "romantiche" ma ai miei occhi risultano insignificativamente sdolcinate . Il rapporto e la relazione con il demone è ben piu interessante di quello di Rowan con il suo amato . Non mi piacciono gli stereotipi di bellezza con cui i protagonisti vengono descritti, appiattiti sulle solite immagini riproposte dai media .Ne è un esempio Michael che è lo stereotipo dell 'omo che ha da puzza' ma pur sempre bellissimo.Quindi magari non si farà le sopracciglia e sarà peloso come un orso ma sia nei comportamenti che nell aspetto ricorda tanto quelle immagini che il cinema e la pubblicita ci hanno regalato spesso . Non ho capito l'utilita di descrivere i bellissimi elettrodomestici della casa di San Francisco della protagonista . Dal un libro del genere mi aspetto un altro tipo di feticismo che non sia quello strettamente consumistico.Potrei affermare che in alcuni punti il libro risulti prolisso, ma forse la Rice ha solamente voluto ricreare con dovizia di particolari sia la storia familiare delle Mayfair sia gli ambienti. Questi sono comunque miei gusti e non posso certo affermare che non sia una buona lettura .

  • User Icon

    francesco

    06/05/2009 12:34:33

    interessante un libro ben fatto avvincente.......................................

  • User Icon

    STREGA22

    21/01/2009 09:40:58

    questa libro l'ho letto tutto ad un fiato davvero una bomba

  • User Icon

    Ilaria

    18/10/2008 18:30:41

    Stupendo....meraviglioso...Il primo libro di Anne Rice che ho letto e me ne sono innamorata...Il più bel romanzo sulle streghe che abbia mai letto...Un bel finale degno di un horror, il seguito della saga delle streghe Mayfair non è altrettanto bello, "L'Ora delle Streghe" rimane il migliore in assoluto e sarebbe stato un bellissimo romanzo anche senza un seguito.

  • User Icon

    Emy

    10/12/2007 22:08:07

    ho sempre adorato il modo di scrivere di Anne Rice, secondo me è un genio, ha una mente eccezionale ed è molto intelligente. Questo era uno dei primi libri che leggevo,ma di sicuro non sarà l'ultimo. Non so che altro aggiungere perchè spetta a voi giuducare, posso dire che è un bel libbro perchè racconta tutta la storia intrigante dei Mayfair, solo la fine mi ha un pò deluso, ma per il resto è un libro carino, è talmente appassionante che lo portavo con me ovunque, il resto stà a voi...

  • User Icon

    Mario

    17/06/2007 18:49:41

    Sono un grande appassionato dei libri di Anne Rice e ho letto tutti quelli pubblicati in Italia, compresi la Mummia e Lo Schiavo del Tempo che molti ignorano trattarsi di altri "capitoli" di questa grande e unica saga. Sì perché come mostrano gli ultimi romanzi, i personaggi delle opere di Anne vivono tutti nel medesimo contesto e nulla vieta che si incontrino tra loro. Premesso questo, vorrei esporre la mia opinione a tutti quelli che criticano dicendo "i veri horror sono ben altro". Siete persone che non vedono al di là del proprio naso. I generi lettarari, come del resto quelli cinematografici, vanno oltre il vostro autore preferito. C'è chi cita Stoker, chi altri autori, ma non potete usare tali esempi per criticare Anne Rice. Sappiamo tutti che ci sono autori di racconti raccapriccianti dove compaiono mostri orridi e bavosi che squartano tutti quelli che incontrano, ma non potete dire che gli eleganti personaggi di Anne non appartengano alle streghe, vampiri ecc. Sarebbe come chiedere ad un appassionato di fantascienza se la vera fantascienza è Guerre Stellari o Alien. Sono saghe diversissime, possono piacere o meno, ma sono ENTRAMBE fantascienza. Così come sono romanzi horror sia i libri di Anne Rice sia quelli di altri autori, dove le streghe sono vecchie megere che rimestano in calderoni e i vampiri sono mostri succhiasangue senza alcuna moralità nè coscienza. Si tratta sempre dello stesso genere letterario, anche se sviluppato in maniera diversa. E a volte, allargare i propri orizzonti non è un male.

  • User Icon

    andrea

    27/05/2007 12:17:29

    mah. Nulla di particolare. Inizia bene ma poi declina verso una noia senza fine ( tanto è che bisorrebbe comprare il volume successivo per capire come va a finire). NOn mi sento di consigliarlo

  • User Icon

    Gabriella

    01/03/2007 14:48:08

    Capisco che un libro possa piacere o meno ma non credo che il libro in questione sia ad uso specifico di casalinghe represse, non sarà certamente un romanzo di alta letteratura...ma non è poi così male (per rispondere a Barbara)e poi chi ti assicura che le domestiche siano tutte digiune di letteratura ? Un romanzo ha il dovere di far staccare la spina alla gente che legge,farla distrarre dallo stress e farla volare sulle ali della fantasia,ben ci stà se sa fare riflettere...ma non possiamo avere sempre tutto dalla vita No? Che male c'è a sognare ?!

  • User Icon

    asher

    12/09/2006 09:12:15

    Non c'è bisogno di molte parole x questo libro. Indimenticabile credo possa bastare.

  • User Icon

    Moonlight

    04/09/2006 21:53:02

    Il mio primo libro della Rice è stato Intervista col Vampiro, ma la saga delle streghe Mayfair, cominciata con questo libro, mi ha totalmente conquistata. Indimenticabile, uno dei libri più belli che ho letto, storia della famiglia ricostruita ad arte e personaggi molto intensi.

  • User Icon

    Smaug

    29/08/2006 10:58:54

    Anche per me era il primo libro di Anne Rice e ne sono rimasto profondamente deluso. Le prime pagine sono promettenti, ma l'interesse cala vistosamente quando entrano in scena i due antipatici protagonisti: Michael, uno stagionato fustacchione presuntuoso e alcolizzato e Rowan proprio una ninfomane arrapata alla costante ricerca di maschioni tutto muscoli e niente cervello. La situazione non migliora molto nemmeno con la storia delle Mayfair nel corso dei secoli, prolissa e ripetitiva. Di horror, suspense, mistero e stregoneria c'è solo una pallida ombra. In definitiva una storiella fantastica infarcita di irritanti incontri piccanti e tirata incredibilmente per le lunghe, prevedibile e senza un colpo di scena. Le vere streghe sono un'altra cosa non certo queste assatanate pervertite, già mi immagino come la Rice avrà trasformato i vampiri di Bram Stoker. Sinceramente è davvero impossibile consigliare questo blocco indigesto di quasi mille pagine; se cercate un buon romanzo horror rivolgetevi altrove, ci sono tanti autori migliori della Rice.

  • User Icon

    crl79

    28/06/2006 17:34:24

    Era il primo libro della Rice che leggevo: bellissimo! Concordo con chi consigliava di non farvi spaventare dalle pagine, ne vale la pena! La prima parte può sembrare ostica ed in alcuni punti un po'prolissa, ma quando comincia la storia delle streghe non si può che non rimanere "stregati"! Geniale l'idea del dossier, praticamente un libro nel libro...un consiglio: fatevi uno schema dell'albero genealogico andando avanti nella lettura, vi faciliterà la comprensione di alcuni passaggi. Sinceramente non mi sembra di aver letto di ninfomani e spiriti arrapati...e non mi sembra nemmeno giusto dire che chi possa aver gradito la lettura di questo libro non capisca nulla di libri. Degustibus non disputandum...e a me è piaciuto. Molto.

Vedi tutte le 54 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione