Organizzazione come teatro. L'analisi dei comportamenti di lavoro attraverso la metafora teatrale

Iain L. Mangham,Michael Overington

Traduttore: A. Maggio
Anno edizione: 1993
In commercio dal: 01/02/1996
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: 268 p.
  • EAN: 9788870782356

€ 19,12

€ 22,50

Risparmi € 3,38 (15%)

Venduto e spedito da IBS

19 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 
 


scheda di Berra, M., L'Indice 1994, n. 5

Il teatro viene utilizzato per leggere i comportamenti, le attività e le relazioni umane nei luoghi di lavoro. Gli autori, esperti in psicologia sociale, si collocano nel filone del simbolismo organizzativo, che applica una metodologia di carattere qualitativo allo studio delle organizzazioni. Essi si rifanno all'approccio drammaturgico di Goffmann e sono membri dello Scos (Standing Conference on Organization Symbolism). L'intento del saggio è duplice. Da un lato la forma della vita organizzativa viene descritta come un insieme di rappresentazioni teatrali, dove i soggetti interpretano diverse parti secondo un copione. Dall'altro si analizzano i modi in cui i problemi dell'organizzazione sono rappresentati nelle opere teatrali. Quale è il vantaggio dell'uso della metafora del teatro rispetto a strumenti più tradizionali quali l'analisi di fatti e dati? Nel teatro si esprimono in modo esasperato i problemi tipici di ogni istituzione che si coordina per raggiungere un determinato scopo. Diventa così più semplice svelare la natura artificiale dell'azione e analizzare i comportamenti decisionali all'interno delle organizzazioni. Il modo di guardare ai dettagli e alle sottigliezze del comportamento sociale e la ricchissima analisi della letteratura, frutto di una ricerca durata più di quattro anni, rendono la lettura di questo saggio più simile a quella di un romanzo che a uno studio di scienza sociale.