L' oro del duce. La vera storia dell'oro di Dongo e degli altri tesori occultati dal regime fascista

Giuseppina Mellace

Editore: Newton Compton
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 27 aprile 2017
Pagine: 334 p., Rilegato
  • EAN: 9788822702234
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Cosa accadde davvero gli ultimi giorni prima della caduta della Repubblica Sociale Italiana e della definitiva liberazione d'Italia? Questo saggio ricostruisce, con dovizia di particolari e una ricca documentazione, il contesto di quell'epoca, focalizzando l'attenzione sulla fuga del Duce da Milano, insieme ad alcuni gerarchi fascisti. Una vicenda dai contorni misteriosi, dalla cattura all'esecuzione finale, in cui si inserisce la storia controversa dell'Oro di Dongo. Un tesoro che secondo alcune ricostruzioni consisteva in lingotti d'oro, gioielli e banconote italiane ed estere, una fortuna sottratta a molte famiglie ebree e non solo e che Mussolini portò con sé. Ma che fine fece una volta che il Duce venne catturato dai partigiani? Ha arricchito la popolazione locale? Ha rimpinguato le casse del PCI? È stato trafugato da agenti segreti stranieri? Una storia che ha il sapore di un thriller, fatta di falsi ritrovamenti e bufale giunte fino ai nostri giorni, senza dimenticare il mega processo che si tenne a Padova nel 1957, con la presenza di trentasette imputati e oltre trecento testimoni. La verità, a oltre settant'anni di distanza, sembra ancora lontana per uno dei maggiori misteri della storia moderna.

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Giancarlo

    26/06/2017 20:41:15

    Questo e' , forse, l'unico libro che tratta un argomento abbastanza spinoso che ha avuto, nel corso degli anni, diverse versioni. Lo stile di scrittura attanaglia sin dalla prima pagina e trasforma il libro in questione in un libro giallo. Anche se non viene fornita una versione definitiva ai fatti narrati, anche perche' va dato atto all'autrice di consentire al lettore di avere una propria opinione leggendo il libro, tale libro va apprezzato per la dovizia di particolari che sicuramente forniscono veridicita' alle vicende narrate.

Scrivi una recensione