Orrore sull'isola

Mo Hayder

Traduttore: A. Tissoni
Editore: TEA
Collana: Teadue
Anno edizione: 2009
Formato: Tascabile
In commercio dal: 28 maggio 2009
Pagine: 360 p., Brossura
  • EAN: 9788850219070
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Joe è un giornalista investigativo specializzato nello smascherare gli imbroglioni di mezzo mondo: guaritori filippini, zombie e statue della Vergine che grondano latte. Scettico fino al midollo, certo che ci sia una spiegazione logica per qualunque avvenimento soprannaturale, quando sente parlare di un mostro mezzo uomo e mezzo bestia su un'isoletta della costa scozzese, non può che partire, convinto che saprà dare una risposta alle mille domande che affollano la sua mente. Perché la comunità è stata accusata di satanismo? Che fine ha fatto il loro capo con la sua setta di fanatici adoratori che lui stesso aveva contribuito a sgominare? E cos'è quella strana creatura di cui nessuno vuole parlare, avvistata sulle spiagge dell'isola? Un essere infelice, un ibrido, una vittima o il parto di una mente malata?

€ 4,45

€ 8,90

Risparmi € 4,45 (50%)

Venduto e spedito da IBS

4 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Questo articolo potrebbe non essere consegnato entro Natale
Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 6,90 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    zombie49

    02/06/2015 14:44:21

    Joe Oakes è un giornalista freelance specializzato nella caccia a impostori e falsi guaritori. Desideroso di uno scoop, quando sente parlare di un mostro mezzo uomo e mezzo bestia avvistato su un'isoletta scozzese e di un culto demoniaco praticato dalla comunità religiosa che la abita, decide di verificare di persona. Il capo degli adepti della guarigione psicogena era Malachi Dove, ora ripudiato e temuto, che ha giurato vendetta contro Joe, colpevole di averlo in passato smascherato come impostore. Ciò che attende Oakes sull'isola va oltre la sua immaginazione, è un massacro spaventoso. La storia è molto lenta e poco coinvolgente, anche nei momenti più drammatici, irruzioni, inseguimenti, appostamenti sono le trovate più banali di un giallo. Ispirato a fatti reali di cronaca, il romanzo ha ben poco di horror e di suspense, si aspetta sempre che accada qualcosa, un punto di svolta che non avviene. Il colpevole è abbastanza scontato, perché nei libri l'assassino è sempre l'insospettabile, ma la conclusione riesce a sorprendere. I personaggi sono tutti odiosi, tesi a perseguire il proprio profitto a discapito degli altri, x cui non si può provare empatia x loro. La scelta di condurre il racconto a due voci, quella di Joe e dell'amata odiata moglie Lexie, lo rende confuso e poco emozionante, le dispute coniugali sono di una noia mortale. Molte le situazioni improbabili e i comportamenti inattendibili, ma è un male comune di molti thriller. Qui, però, x troppe pagine non accade nulla, è un giallo psicologico dalla parte dei diversi ma non ne esprime il punto di vista, risultando privo di emozione e tensione. Si direbbe che Mo Hayder abbia voluto riempire delle pagine sull'onda lunga del successo di "Birdman", senza avere però un'idea chiara sulla trama. Lo stile scorrevole e colloquiale permette di terminare una lettura comunque deludente.

  • User Icon

    antorizzuti

    27/11/2013 11:37:20

    una scrittura quella della hayder a cui bisogna abituarsi poichè di primo impatto può anche risultare antipatica e diretta ad un lettore indottrinato da spot televisivi e a dialoghi da serie tv alla moda ma è innegabile che una volta iniziato il libro questo scorre fluido e intrigante fino alla fine dove il dubbio che già sorge a metà racconto si rivela.

  • User Icon

    Alina

    26/10/2009 10:07:52

    Un libro sufficientemente inquietante. Non sarà all'altezza dei precedenti (Birdman in primis), ma è notevolmente spiazzante, purtroppo se non se ne comprende il finale, sembra un libro insensato, cosa che in realtà è ben lungi dall'essere.

  • User Icon

    br1

    08/02/2008 12:04:32

    Mi era stato consigliato per la dinamicità...beh scusatemi ma francamente non l'ho trovato per niente dinamico...anzi.In merito alla vicenda invece l'ho trovata un pò troppo contorta e talvolta scontata.Non mi è piaciuto.Di sicuro non è un libro che consiglierei ad un amico...c'è di meglio nel genere.

  • User Icon

    cristina

    31/10/2007 16:18:17

    veramente insulso e noioso. ma qualcuno ha capito il finale?

  • User Icon

    Lily

    22/10/2007 21:30:34

    Un thriller perverso, forse discontinuo ma molto avvincente. Mi dispiace che qualcuno non abbia capito la fine: è sconcertante, ma per niente priva di senso! Capire il personaggio più bizzarro (e interessante), che da un certo momento diventa il fulcro della storia, è capire il finale e il senso di tutto il puzzle.

  • User Icon

    Gabry86 A TUTTA VESPA!

    18/10/2007 22:47:14

    FANTASTICO!!! è il primo libro che leggo di questa graziosa scrittice e devo dire che mi è piaciuto molto sia la descrizione e la trama.Un libro che ti tiene con il fiato sospeso fino all'ultima parola.Non vedo l'ora di leggere l'altre sue opere.CONSIGLIATISSIMO!

  • User Icon

    roywilloby

    23/09/2007 20:20:16

    L'attesa per l'uscita di questo libro è stata veramente tanta,visti i precedenti lavori di questa scrittrice,ma tanta attesa non è stata ripagata.Purtroppo il libro non mi è piaciuto,una trama che non rispecchia assolutamente il titolo dell'opera,un finale che non ho capito,una storia che pagina dopo pagina a lettura ultimata,lascia nel lettore la confusione del nulla.

  • User Icon

    nick

    17/09/2007 19:39:10

    Sarò sfortunato, ma questo è l'ultimo di una serie di thriller altamente insufficienti. Sono leggibili le prime e le ultime trenta pagine. Il resto è da buttare. Più che di orrore sull'isola, il libro si incentra sull'insulso rapporto tra Joe e la povera Angeline ed insiste morbosamente sul difetto di questa. Il finale, poi, è incomprensibile. Pessima anche la traduzione che ci offre frasi "intraducibili". Spero bene nel prossimo!

  • User Icon

    Luciano

    13/09/2007 22:01:34

    La narrazione è coinvolgente all'inizio , ma poi si perde e diventa troppo prevedibile. Non il massimo ....

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione