Traduttore: M. Bartocci
Editore: TEA
Collana: Le rose TEA
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
In commercio dal: 29 settembre 2016
Pagine: 532 p., Brossura
  • EAN: 9788850244201
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Marco

    19/01/2018 20:37:37

    Mi trovo in difficoltà a dare un parere su questa opera. Ho acquistato il testo convinto di leggere un thriller , o almeno cosi era catalogato. Dopo 500 pagine di testo, ammetto, ben scritto e piacevole, la domanda si pone senza esitazione .... Ho letto un thriller? Direi di no , o quanto meno , se lo e' , ahimè piuttosto scontato e banale per il genere. Ho letto un libro d'amore? Direi di no, trama e personaggi poco profondi per il genere. Insomma, un'opera, almeno per il mio personale parere di una banalità sconcertante. Non mi sento di consigliarlo.

  • User Icon

    Alessandra

    05/10/2017 08:48:46

    Mi è piaciuto molto.

  • User Icon

    Aitch

    24/09/2016 22:34:27

    Devo ammetterlo: di tutti i libri che ho letto della Waters, è quello che mi ha rapito di meno. Sarà per il punto di vista diverso (quello di un uomo, in prima persona) o l'epoca.. però mi dispiace e non poco, perché il suo stile di scrittura è sempre divino, specialmente la sua capacità di descrivere le dimore e gli ambienti e farne rivivere i fasti - da notare che, anche se non c'è più ambientazione vittoriana (sob), le allusioni ci sono sempre. Gli darò di sicuro una seconda chance.

  • User Icon

    eri

    25/05/2016 15:53:20

    le descrizione degli ambienti, degli eventi "strani", della società che entra in un altra epoca sono stupende, discussione la sottilissima linea tra "pazzia" e normalità narrata tra l'altro con gli occhi di un medico, ruolo cinico e razionale, che mai potrebbe prendere in considerazione eventi al di la del reale e concreto.il finale aperto l'ho interpretato come una scelta per dare,alle varie tipologie di lettori,un finale a loro scelta in base alla loro idea di normale e paranormale. bello. consigliato a chi non si ferma alle prime 150 pagine con la scusa, che un libro deve prenderti subito per la gola. per alcuni libri, bisogna saper aspettare. è una questione di atmosfere.

  • User Icon

    Marco

    30/08/2012 09:37:39

    Mi aspettavo un qualcosa di più ma comunque non mi ha fatto rimpiangere d'averlo comprato... E' originale, bella l'ambientazione e la caratterizzazione dei personaggi... Avrei preferito un finale più intrigante... Lo consiglio a chi ha voglia di evadere dalla solita narrativa...

  • User Icon

    Antigone

    24/03/2012 10:14:48

    Questo libro è veramente brutto. Noioso, i personaggi sono privi di spessore e banali. E poi dobbiamo parlare del finale... ridicolo.

  • User Icon

    cristina

    08/09/2011 13:01:24

    ottima scrittura e capacità evocativa, come sempre da parte dell'autrice, forse la trama stavolta è appena appena al di sotto delle aspettative, ma resta comunque un gran romanzo di atmosfera e tensione

  • User Icon

    miki

    21/07/2011 10:32:45

    semplicemente carino.... non è un capolavoro come alcuni lo hanno definito ma nemmeno uno schifo di libro...è carino.

  • User Icon

    Erica

    16/07/2011 17:37:43

    Un romanzo dalle atmosfere gotiche trasferite nel secondo dopoguerra. Mi è piaciuto molto, l'ho letto in tre giorni. Procede in modo lento e graduale, ma avvince e tiene incollati fino all'ultima pagina. Da un certo punto in poi si può sentire il precipitare degli eventi e come andrà a finire, e si prova un misto di fastidio, impotenza, soffocamento, forse anche nausea, e desiderio di ribellione impossibile - siamo solo lettori, in fin dei conti. Anche se il finale sembra suggerire una soluzione prima non resa esplicita, in realtà tutto resta volutamente incerto e disturbante. P.S. Trovo che la traduzione italiana del titolo sia stata ben pensata; poco altro avrebbe mantenuto l'ambiguità di genere (forse si poteva provare qualcosa come "la presenza").

  • User Icon

    chiara

    02/07/2011 19:17:25

    anch'io (come l'autore della recensione precedente) mi aspettavo molto di più. chiamare questo romanzo "thriller" e "intrigante storia di indagini" (come è scritto sulla copertina dell'edizione economica) mi sembra decisamente troppo. gli manca il ritmo a mio parere: la storia è troppo lenta. per la maggior parte del tempo non succede quasi nulla, e soprattutto (la cosa più grave) il mistero non viene spiegato. troppo facile così. un consiglio per i lettori che amano le storie misteriose, ricche di segreti e di suspence ma che alla fine danno spiegazione a tutte le questioni irrisolte (senza scomodare i fantasmi): leggete i romanzi di kate morton.

  • User Icon

    miki

    21/06/2011 15:42:38

    si....carino ma niente di più,dalla vostre critiche mi sarei aspettato qualcosa di più,ma molto di più invece ho trovato un libro a tratti interessante ad altri tratti noiosi!!!di conseguenza da una parte ve lo consiglio ma dall'altra no!!!decidete voi!!

  • User Icon

    Silvia

    22/09/2010 09:46:08

    Un libro di grande fascino e suggestione. Semplicemente bellissimo, da leggere assolutamente!

  • User Icon

    luigi

    11/05/2010 23:27:41

    Semplicemente meraviglioso! Un compendio di tanti generi letterari intrecciati in maniera superba! COMPLIMENTI! (Non sarà certo un caso se l'inarrivabile maestro Stephen King lo ha giudicato il libro più bello del 2009)

  • User Icon

    lo

    07/04/2010 17:16:58

    Bel libro di grande suggestione, descrizioni minuziose aiutano ad andare oltre la pagina scritta ed a vedere Hundreds Hall quasi dal vivo.Forse è vero che all'inizio è un pò lento, ma credo sia indispensabile x inquadrare nel modo giusto il finale. Almeno... x come l'ho capito io.

  • User Icon

    luca

    31/03/2010 17:23:22

    Metto lo stesso voto della recensione di claudia, ma con motivazoni diverse. di noia neanche un pò, a meno che non amiate i romanzi di ambientazione vittoriana. Mi è piaciuto tantissimo lo stile di questa scrittrice ed anche la descrizione del confronto tra due classi: la nobiltà post guerra in declino e la borghesia in ascesa. Intriganti i personaggi, un pò meno l'insistenza finale "sull'ospite".

  • User Icon

    claudia

    28/02/2010 00:35:07

    carino, ma niente di più ...sempre che riusciate a superare le prime cento pagine di noia mortale.

  • User Icon

    Anna

    09/12/2009 19:12:21

    BELLISSIMO! Assolutamente da centellinare, la Waters riesce a creare un’atmosfera palpabile, che circonda e coinvolge. Chi non vorrebbe recarsi ad Hundreds Hall? E’ proprio il romanzo che “avevo” bisogno di leggere, lento, scorrevole, ma purtroppo l’ho terminato. Dovrò leggere le sue opere precedenti. Oppure, come faccio quando un romanzo mi piace così tanto, cercare disperatamente qualcosa che gli assomigli.

  • User Icon

    Pierluigi

    30/11/2009 13:26:17

    E' il primo romanzo di S.Waters che leggo e confesso di averlo trovato MERAVIGLIOSO! Da pelle d'oca!! La prosa è straordinariamente elegante, scorrevole e mai noiosa. Molte pagine mettono i bridivi...e poi lo strepitoso finale "aperto"....da pensarci per giorni e giorni. Non voglio rivelare troppo...dico solo che il titolo italiano(quello inglese è The little stranger) forse "svela" il mistero..d'altra parte ...chi è l'ospite sempre presente ad Hundreds Hall? BELLISSIMO!

Vedi tutte le 18 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione