Le osservazioni

Jane Harris

Traduttore: M. Ortelio
Editore: BEAT
Collana: BEAT
Anno edizione: 2012
Formato: Tascabile
Pagine: 444 p., Brossura
  • EAN: 9788865590706
Disponibile anche in altri formati:

€ 4,86

€ 9,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

5 punti Premium

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:

€ 4,86

€ 9,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

5 punti Premium

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Barbara

    15/01/2014 11:27:32

    Anche io mi son lasciata condizionare dall'immagina della copertina. L'inizio mi è' piaciuto, poi ha iniziato ad annoiarmi e la lettura e' diventata più piacevole verso la fine. Libro tutto sommato scorrevole, da non consigliare. Sicuramente a tratti e' particolare narrando i rapporti tra cameriera e padrona, ma non accattivante.

  • User Icon

    Roberta

    24/09/2013 14:50:26

    Meno bello dei "Gillespie" ma di facile lettura. Le prime pagine non mi hanno entusiasmato, ho fatto fatica ad abituarmi al personaggio di Bessy, forse per il suo modo di porsi un po' volgare. Poi la storia prende un'alone di mistero e ci troviamo di fronte ad un romanzo vittoriano diverso dai soliti. Non ci sono amori tormentati e difficili da superare ma ci troviamo circondati da misteri, pazzie e abbandoni.

  • User Icon

    Sabry

    25/02/2013 00:10:21

    Ho letto questo libro diversi anni fa... L'ho amato per innumerevoli ragioni...

  • User Icon

    Anna Lucia

    16/12/2012 22:18:33

    A dire la verità sono stata attirata dalla copertina con quella bella dama. Mai farlo !! Non che il libro sia brutto di per sè e la lettura è comunque piacevole e scorrevole, ti attizza e ti distrae, ma alla fine non ti rimane "dentro" niente. Soldi buttati tutto sommato.

  • User Icon

    laura

    16/07/2012 15:00:02

    personalmente mi è piaciuto molto, sono stata contenta di averlo comprato non lasciandomi influenzare dalle recensioni non ottime. Per niente noioso e scritto molto bene. Consiglio anche i gillespie

  • User Icon

    Ragnetto

    23/04/2012 08:49:22

    Mah....è un libro piacevole, abbastanza avvincente verso la fine, ma niente di più...

  • User Icon

    nadia

    15/04/2012 08:55:37

    Fino a un certo punto il libro promette bene: il ritmo è incalzante, i modi e il linguaggio della protagonista sono divertenti, l'ambientazione nella Scozia tardo-ottocentesca affascina. Ma a un certo punto, ci si ritrova ad aspettare. Ecco la sensazione che ha prevalso durante la mia lettura: l'attesa. Ho aspettato per pagine e pagine che accadesse qualcosa degno di nota, e invece niente. Calma piatta. Quindi sono rimasta un po' delusa, soprattutto perché le premesse erano buone. Una frase che ben riassume lo spirito e lo stile del romanzo: "Cavoli, era così piccina che se le mettevi un piccione sulla spalla sarebbe riuscito a beccarle un pisello sul culo".

  • User Icon

    Elisabetta V.

    13/03/2012 12:18:46

    Gradevole. Nulla di più. Di sicuro non è uno di quei libri che dopo un pò si ha voglia di rileggere.

  • User Icon

    chiara

    21/02/2012 19:36:13

    a me è piaciuto molto! non ho trovato banale la trama (anzi il contrario) e ho apprezzato soprattutto lo stile colorito di bessy (in alcune situazioni davvero divertente).

  • User Icon

    Rubina

    04/11/2008 11:48:24

    Carino, divertente e scanzonato. Una trama alquanto originale e trovo che il linguaggio a tratti scurrile sia consono alla figura di Bessy, protagonista del libro, domestica grezza e incolta, ma furba e intelligente. Lo stile narrativo, se pur semplice, riesce a catturare l'attenzione del lettore creando suspance e aspettative. Niente male..

  • User Icon

    carla

    20/10/2008 12:24:12

    Definirei questo libro con tre aggettivi:semplice,simpatico,scorrevole.Non è affatto una lettura pesante(caratteristica spesso tipica del romanzo storico),anzi,molto leggera.La trama è avvincente e in alcuni tratti tiene davvero incollati alla vicenda.Non sono d'accordo con chi sostiene che il finale sia scontato e banale rispetto alla storia e quindi non proporzionato ad essa:essendo un racconto leggero,merita un finale leggero.E'un romanzo appropriato per chi predilige una "lettura di compagnia"e forse non proprio adatto a chi invece ama il genere impegnativo.Il personaggio di Arabella,credo sia dotato di un particolare fascino che molto lascia all'immaginazione del lettore.L'unica nota dolente,a mio avviso, è che l'autrice non ha trattato in parallelo il passato di queste due donne protagoniste ma ha fatto digressioni solo sulla vita di Bessy dedicando poche righe alla storia di Arabella.Sarebbe stato forse più interessante,sapere di più della vita passata di questa donna malinconica e sola, per riuscire a comprendere meglio il suo personaggio, la sua fragilità ma credo anche la sua repressa,forse dal contesto in cui è vissuta,forza interiore.Sarebbe stato più completo aggiungere,poi, ai sentimenti di Bessy per la sua padrona,quelli di quest'ultima verso la cameriera-amica perchè,sebbene atipica,si tratta pur sempre di un' amicizia,degna di essere raccontata a novanta gradi.Tutto sommato bello.

  • User Icon

    Paola

    11/06/2008 23:03:42

    Molto molto bello! Ti tiene incollato fino all'ultima pagina e anche il finale non delude! Scrittura fluida ambientazione notevole personaggi che ti restano dentro le ultime 60 pagine le ho lette alle 2.00 di notte!!! Leggetelo!!!

  • User Icon

    Mrs Teapot

    15/10/2007 21:17:27

    Certamente non è da paragonare ai mostri sacri delle epoche pre vittoriana e vittoriana. L'autrice ha avuto coraggio a cimentarsi in un filone del genere, in cui i confronti si sprecano. Romanzo ben strutturato, scrittura fluida (mi unisco ai complimenti per il traduttore) e, sebbene la fine non sia sconvolgete o inaspettata, trovo che l'autrice sia stata brava ad instillare nel lettore il dubbio che qualcosa di particolarmente misterioso debba accadere, o sia accaduto.

  • User Icon

    Rox

    05/06/2007 18:33:17

    Lontano dall'essere un capolavoro, si tratta di un libro ben scritto di piacevole lettura. Non l'ho trovato assolutamente noioso, anzi la trama è interessante e abbastanza avvincente. In effetti il finale è parecchio scontato. Con un po' di fantasia in più da parte dell'autrice questo libro avrebbe potuto "finire in bellezza". Tutto sommato una lettura leggera, ma coinvolgente.

  • User Icon

    Elena

    21/04/2007 17:54:31

    Forse non piace perchè ci si lascia ingannare da ciò che è scritto in copertina? Non immaginatevi fantasmi o chissà che ambientazione simil-gotica. Nulla di tutto ciò (e nemmeno lo volevo). I personaggi non sono caratterizzati? non sono per nulla d'accordo. Arabella è una psicopatica ed è ben caratterizzata (odio usare un termine così... non sono una psichiatra, ma probabilmente dovrei dire "non siamo") e Bessy? Conosciamo il suo pensiero, le sue aspettative, quello che prova nel leggere "le Osservazioni", conosciamo la vergogna per il passato... Ho apprezzato il fatto che l'autrice abbia soltanto sfiorato alcuni avvenimenti (vita di Bessy), non tutto può essere descritto nei minimi particolari.

  • User Icon

    alchechengi

    01/04/2007 15:19:31

    lettura scorrevole e piacevole, simpatico il personaggio della servetta, mi aspettavo (o forse speravo) succedesse qualcosa di più tra lei e la padrona, qualcosa che le coinvolgesse emotivamente...sono d'accordo:finale un po' scontato

  • User Icon

    elena

    24/01/2007 08:32:56

    Un libro molto scorrevole, con delle belle sorprese, ti tiene attaccato alla lettura di sicuro, mai noioso, e simpatico..non è un capolavoro di quelli che ricordi a vita,ma per essere il primo libro dell'autrice, direi che è ben fatto!!

  • User Icon

    FEDERICA

    08/11/2006 19:45:50

    noiosissimo e banale;un'inutile perdita di tempo.Meglio leggere altro.

  • User Icon

    Ale

    03/11/2006 13:48:51

    Non condivido i commenti negativi che definiscono noioso questo libro. Secondo me la narrazione è estremamente frizzante e scorrevole, grazie anche al linguaggio colorito della protagonista, e la trama ben costruita anche senza grandi colpi di scena. Nel complesso lettura decisamente piacevole, anche se non pretende di essere un capolavoro.

  • User Icon

    Donata

    13/10/2006 18:09:23

    Che delusione questo romanzo della Harris, e dire che l'ho comprato non solo in quanto lettrice onnivora e maniacale, ma anche perchè ho letto recensioni molto favoreli. Boh, che dire? Concordo con chi l'ha definito una lettura da ombrellone, (solo che nel mio caso è stato una lettura da insonnia), e con Ella che ha fatto molto giustamente notare la mancanza di spessore psicologico dei personaggi. La trama poi.....piuttosto leggete "Il petalo cremisi e il bianco" che senza essere un capolavoro è avvincente e ben scritto. Collins e "La pietra di luna" invece, per citare solo uno dei suoi romanzi, a mio parere sono proprio un'altra cosa.

Vedi tutte le 33 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione