Il paesaggio fragile. L'Italia vista dai margini

Antonella Tarpino

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2016
Pagine: VI-191 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788806228330
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 14,88

€ 17,50

Risparmi € 2,62 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Indice

Preambolo. Per un nuovo sentire dei luoghi

I. Che cos'è il paesaggio fragile?
II. Contro le geografie negative: confini, limiti, frontiere
III. Il paesaggio salvato dalla memoria. Decalogo minimo
Riferimenti bibliografici

Primo itinerario. Paesaggi del limite. Le montagne non sono barriere
I. L'arte di frontiera e la religione dell'impervio
II. Lungo le rotte dei capelli
III. Il mare in montagna: il salto delle acciughe
IV. Macchine di memoria oltre ogni limite
V. Il balzo del diavolo e dei giganti
Riferimenti bibliografici

Secondo itinerario. Paesaggi al confine. I paradossi della frontiera
I. Il confine che ci si porta dentro. L'estremo Ponente ligure
II. Con il loro andar torcendosi: ulivi, angeli e passeurs
III. Figure in bilico: baggiure, gendarmi e migranti
IV. E ci si ritrova dall'altra parte
Riferimenti bibliografici

Terzo itinerario. Paesaggi lungo le vie del sale. Equivoci della distanza
I. Le Quattro province oltre le Regioni: verso il Pavese e l'Emilia
II. Dentro i carichi dei muli, la civiltà del sale
III. Pifferi, muse e tralleleri
IV. Sospesi nel vuoto
V. Per la via degli Abati. Predoni, orsanti, librai ambulanti in Lunigiana
Riferimenti bibliografici

Quarto itinerario. Paesaggi ai margini. L'abitare imperfetto
I. Le case di terra rossa tra basso Piemonte e Liguria
II. «Atterrati», «case a maltone» nel Medio Adriatico
III. Ancora la cultura del crudo. Le case-paesaggio in Calabria
IV. Architetture di terra nella Calabria del Cosentino
Riferimenti bibliografici

Conclusioni. Per un uso ecologico della memoria. Tornare
Riferimenti bibliografici