-65%
Il paese senza adulti - Ondine Khayat - copertina

Il paese senza adulti

Ondine Khayat

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Paola Lanterna
Editore: Piemme
Anno edizione: 2010
In commercio dal: 16 ottobre 2010
Pagine: 263 p., Brossura
  • EAN: 9788856606188
LIBRO € 5,78
Salvato in 13 liste dei desideri

€ 5,78

€ 16,50
(-65%)

Punti Premium: 6

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Il paese senza adulti

Ondine Khayat

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Il paese senza adulti

Ondine Khayat

€ 16,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Il paese senza adulti

Ondine Khayat

€ 16,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 16,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

C'è qualcosa che non torna nel mondo degli adulti. Passano il tempo a sgridare noi bambini, a dirci che dobbiamo fare così e cosà, e poi basta vedere il telegiornale per capire che dovrebbero solo stare muti e lasciare comandare noi. Un giorno ho sentito in una trasmissione che lo Stato deve proteggere i bambini, ma quando sono arrivato a casa da scuola e mio padre, ubriaco come sempre, ha picchiato mia madre, Maxence e me, mi è proprio venuta voglia di telefonargli, allo Stato. Solo che non sapevo chi chiamare. Il mio nome è Slimane, Maxence è mio fratello, ha tredici anni, solo due più di me, ma sembra molto più grande. Lui è la mia roccia, mi protegge dal Demone, come chiamiamo nostro padre, e riesce sempre a rassicurarmi. Mi ha anche fatto delle ali d'angelo, e quando le cose si mettono proprio male, ne infiliamo una ciascuno e immaginiamo di volare via. La vita è davvero fatta male. Tutti lo sanno, ma nessuno sa dove fare denuncia. Dunque si fa finta che tutto sia normale. Ma io dico che non è affatto così. È solo una grande fregatura. Per questo Maxence un giorno ha deciso di andare nel paese senza adulti, e mi ha lasciato qui da solo. Io ho provato a raggiungerlo, ma devo aver sbagliato strada. O forse no.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,4
di 5
Totale 15
5
8
4
5
3
2
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Elisabetta

    08/12/2015 17:33:00

    Questo è il secondo libro che leggo di questa scrittrice. Lo avevo abbandonato dopo un'ottantina di pagine perché proprio non mi piaceva. Adesso l'ho portato a termine ma, pur avendo trovato la seconda parte assai più gradevole e spesso tenera e toccante, non sono pienamente soddisfatta. Vorrei dare un punteggio maggiore, visto il tema trattato, ma confermo quanto già sperimentato con 'Le stanze di lavanda'. Questa scrittrice non è in grado di suscitarmi, se non di rado, grandi emozioni. Eppure devo ammettere che ci sono, in entrambi casi, degli spunti molto buoni, alcune immagini sono davvero evocative, ma c'è qualcosa che stona. Soprattutto ne 'Le Stanze di Lavanda', che ritengo comunque assai migliore di questo secondo libro, la scrittura è discontinua; si alternano momenti di bella poesia a uno stile, tutto sommato, molto freddo. Non ho riscontrato alcuna costanza neppure nella narrazione; ci sono bruschi cambiamenti di scena che ho trovato particolarmente snervanti, poiché le emozioni così non emergono, ma rimangono intrappolate nel 'non detto'. Insomma, più gli argomenti trattati sono impegnativi più, a mio modesto avviso, bisogna prendersi il tempo di analizzarli. L'autrice ha fretta di concludere i periodi, innumerevoli immagini si susseguono con frenesia per poi perdersi un attimo dopo e i sentimenti rimangono tristemente in superficie. Peccato! Qualcuno ha paragonato la Khayat ad Hosseini. E'senz'altro vero per le tematiche trattate, ma non per lo stile. Per chi ama Hosseini consiglierei piuttosto Tahmima Anam, scrittrice dallo stile più 'lento' e delicato. Nel complesso, comunque, entrambi i libri sono validi e meritano un posto sullo scaffale, ma non posso definirli dei capolavori.

  • User Icon

    evelyn

    04/11/2015 05:33:29

    torno qui per segnalare un altro libro di questa Autrice, "le stanze di lavanda", l'ho finito ieri, uno dei più bei libri che abbia letto. Racconta del genocidio armeno, in modo romanzato, scrittura delicata ed emozionante nonostante il tema, a tratti crudo , ma lascia infine un dolce messaggio di speranza. Cercate questo libro in tutti i modi, pare di non facile reperibilità.

  • User Icon

    raffaella

    27/01/2015 09:45:59

    molto toccante...descrive una realtà purtroppo triste e faticosa da debellare..perchè con la paura e l'omertà tutto viene nascosto e lasciato andare...sino a giungere agli epiloghi più brutti ..lascia molti spunti sui quali riflettere..consigliato

  • User Icon

    sweetbetbet

    26/08/2014 11:11:02

    libro molto crudo e particolarmente triste perché si tratta di violenze su bambini...raccontate da un bambino.ho trovato un po' ripetitiva la seconda parte,cioè quella che parla dell'ospedale ma è pur sempre un bel romanzo.finale troppo frettoloso.

  • User Icon

    evelyn

    26/07/2014 06:12:13

    ho faticato a trattenere le lacrime. Veramente una trama ed una scrittura molto intense. Peccato solo per la traduzione: i congiuntivi sono stati massacrati!

  • User Icon

    Michy

    19/06/2013 12:01:11

    Mi mancano ancora pochi capitoli per terminare questo libro e devo dire che ho paura, ho paura per come andrà a finire.. E' una storia triste che ti fa sentire impotente di fronte alla malvagità che svuota il cuore di certe "persone". La paura è stata per me il centro di buona parte della storia, tremavo e mi nascondevo insieme a Max e Slimane. Non è una storia nuova ma è raccontata con la sana ed ingenua innocenza di un bimbo che non può e non deve capire il perchè di tutto quello che gli succede, un bimbo incredulo, sognatore e allo stesso tempo sbattuto con violenza nella brutta realtà che lo circonda. Tutto il libro è un'unica grande bellissima citazione! E ora mi metto a leggere la conclusione, sperando che Slimane non si rassegni..

  • User Icon

    Paola C.

    16/02/2013 17:10:02

    un libro dalla scrittura semplice, dal quale emerge l'innocenza, l'ingenuità e la fiducia tradita dagli adulti. un messaggio tanto vero quanto duro da accettare: i bambini, le anime candide del futuro, non sempre hanno una vita semplice, a tutte le mancanze materiali sopperisce sicuramente l'AMORE, ma se questo non c'è'?

  • User Icon

    daniela maero

    29/12/2011 08:34:07

    Questo fa parte di quei libri che vorresti non finissero. Avrei voluti seguire la vita di Slimane, di Valentine e di Hugo per gioire di tutto il bene che sapranno dare ai troppi bambini infelici del mondo. Bellissimo come "Le stanze di lavanda", brava Ondine Kayat!

  • User Icon

    MICHELA

    15/11/2011 10:21:20

    Un libro sugli abusi vissuti da due fratellini, la scelta a dir poco drammatica di uno dei due di scappare, a modo suo, da questa situazione difficile. Ma non solo.. è una storia che infonde speranza..la speranza che queste brutte cose non accadano più. Vi innamorerete del protagonista?così dolce, così ingenuo come tutti i bambini del mondo. Un bambino che sarà difficile dimenticare e una storia che vi stringerà il cuore.

  • User Icon

    Roberta

    08/11/2011 18:36:55

    Stupendo.. Come nell'altro libro "Le stanze di lavanda", ogni pagina è pura poesia. Commoventi tutti gli avvenimenti trattati e visti attraverso gli occhi di un bambino. Da leggere assolutamente!!

  • User Icon

    Michela

    31/10/2011 22:17:39

    Uno dei pochi libri che ho divorato in un solo giorno....Khayat Ondine ha una bravura sensazionale,riesce a commuovere,emozionare,far ridere e far riflettere il lettore su temi troppo spesso dimenticati.Dopo aver letto "le stanze di lavanda",ho voluto vedere se anche questo romanzo meritasse tutta la stima possibile e devo dire che c'e'riuscito in pieno...solo un aggettivo che racchiude il mio giudizio:MERAVIGLIOSO!!!!!!!

  • User Icon

    alessandra gianardi

    08/03/2011 15:51:00

    "nella vita vera, le persone vivono in appartamenti troppo piccoli, e a volte vengono licenziate. Allora restano sedute in salotto, davanti alla tele, impigliate nella tristezza. e ogni volta che si mettono a gridare, i loro bambini crescono con dei rovi nel cuore. L'erba cattiva, se non si strappa subito, finisce per ricoprire tutto:le terre vergini e i fiori selvaggi. Io credo che nessun bambino possa resistere alla siccità".

  • User Icon

    Raffaele

    26/02/2011 18:48:09

    Un libro che tutti i genitori e tutti coloro che si occupano di bambini dovrebbero leggere. Straordinario

  • User Icon

    asia

    10/01/2011 19:24:47

    E' un libro toccante,sensazionale pieno di emozioni ,commovente ti lascia senza fiato dalla prima all'ultima pagina , e tutto raccontato dalla genuina ingenua vulnerabile voce di un bambino.L'autrice ha colto testimonianze tangibili di come ,il mondo visto con gli occhi di un bambino puo'essere crudelmente spietato e di come la realta' che ci circonda non è mai quella che sembra...leggetelo scioglierà anche i cuori piu' aridi,senza eccedere di "mielosita' e vi aprirà sensibilmente la mente a tante problematiche..

  • User Icon

    mirella

    18/12/2010 19:24:09

    Un romanzo che ti trasmette emozioni forti, una scrittura scorrevolissima, una delicata prosa poetica e tanta profondità!L'ho letto in un volo, e man mano che la lettura procedeva spesso mi capitava di fermarmi e di rileggere per non rischiare di perdere i significati profondi.Non avevo mai letto nulla di questa scrittrice e mi procurerò subito "Le stanze di lavanda" della stessa autrice.

Vedi tutte le 15 recensioni cliente
Note legali