Pane e tulipani

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 1999
Supporto: DVD

90° nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Commedia

Salvato in 57 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (11 offerte da 8,90 €)

Una donna viene dimenticata in un autogrill dal marito. Si ritrova a Venezia dove vorrebbe passare qualche giorno prima di tornare a casa, ma l'incontro con un cameriere islandese, un fioraio anarchico e un'estetista cambieranno la sua vita.
4,6
di 5
Totale 10
5
9
4
0
3
0
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    sumi

    15/05/2020 17:03:30

    Film molto bello, quasi onirico ed estremamente romantico, pur nella sua semplicità. Questo film ci insegna che ogni lasciata è persa, ma anche che, alle volte, è necessario staccare la spina per ritrovare noi stessi, dato che nel mondo contemporaneo è sempre più facile perdersi tra mille attività e frenesia. Venezia, poi, è sempre bella, da qualunque punto di vista la si guardi, e la sua magia contribuisce ad aumentare il fascino di questo film, regalandogli un’atmosfera unica. Bravissimo Bruno Ganz, e incredibile Marina Massironi, in quello che uno dei suoi ruoli migliori.

  • User Icon

    Sonia

    13/02/2020 09:42:05

    Uno dei più bei film della fine degli anni '90. Ottimo feeling tra la Maglietta e Ganz. Bella pure la fotografia

  • User Icon

    Renato

    04/10/2019 11:02:40

    Un piccolo grande film che resta nella memoria del cuore. Un'avventura appassionante e il senso della libertà.

  • User Icon

    tula

    25/09/2019 08:57:57

    Grande prova per la bravissima Marina Massironi, che solitamente viene leggermente offuscata nella sua bravura dall'essere costantemente la comprimaria di Aldo, Giovanni e Giacomo. Anche qui non è la protagonista, ma finalmente il suo è un ruolo a tutto tondo. Il film è veramente bello e molto romantico, e contiene un chiaro e bellissimo messaggio: la vita è una e va vissuta, al diavolo le apparenze e le convenzioni sociali! Co-protagonista del film è una Venezia raccontata in modo molto lontano da quello che compare nelle guide turistiche: quella vera, di chi ci vive, ancora più bella e magica di quella da spot televisivo che tutti conosciamo. Un inno alla vita e alla sua bellezza, veramente da vedere.

  • User Icon

    Rosablu

    21/09/2019 15:29:01

    Un piccolo gioiello della filmografia italiana. Delicato e intenso come i due attori protagonisti. Chapeau!

  • User Icon

    Debbiemme

    21/09/2019 09:51:16

    "Pane e tulipani" è una delicata poesia in forma di film, la trama e le singole interpretazioni sono di una grazia assoluta, ogni personaggio regala la declinazione di una qualche deliziosa virtù di umanità e autenticità. Licia Maglietta è straordinaria, Felice Andreasi burbero e romantico, Bruno Ganz disarmate, Battiston e Massironi surreali e gustosamente buffi, Antonio Catania un po' sopra le righe. In una Venezia quasi inedita, certo non "da cartolina" si svolge una storia d'amore e complicità dove la diversità diventa un valore e l'anticonformismo un insegnamento. Anche i personaggi minori sono perle preziose. Assolutamente imperdibile.

  • User Icon

    FAGY

    08/03/2019 22:43:15

    Piccolo gioiello che mi ha fatto conoscere il grande e purtroppo recentemente scomparso Bruno Ganz. Una vicenda prima di tutto sull'emancipazione emotiva e intellettuale di una donna, e poi forse anche una tenera storia d'amore.

  • User Icon

    elj

    19/09/2018 11:51:43

    Splendido film di Soldini: la storia di una donna che ricomincia da capo in seguito ad un evento accidentale, e scopre le proprie risorse che non ricordava di avere, e infine l'amore. Memorabile l'interpretazione di Bruno Ganz. Splendidi scorci di Venezia.

  • User Icon

    Andrea

    07/10/2017 15:02:54

    Il soggetto è indubbiamente interessante, peccato che sia stato realizzato in modo pessimo. Non avrei mai creduto che un regista come Soldini, che ha realizzato un altro film come "il colore nascosto delle cose" , quello sì un capolavoro, potesse scimmiottare Almodovar e utilizzasse un'attrice la cui recitazione fa pensare alla controfigura di Margherita Buy.

  • User Icon

    tulipano

    21/11/2014 14:11:13

    Il film più bello in assoluto! Divertente, trascinante, spiritoso, un film che fa pensare, con attori molto bravi, immagini meravigliose e musica entusiasmante. Raccontato in maniera sottile, facendo l'occhiolino allo spettatore. Un film che sa sempre farmi sorridere.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente

2000 - Nastro d'Argento - Miglior attrice - Maglietta Licia
2000 - Nastro d'Argento - Miglior attrice non protagonista - Massironi Marina
2000 - Nastro d'Argento - Miglior attore non protagonista - Andreasi Felice
2000 - David di Donatello - Miglior attrice - Maglietta Licia
2000 - David di Donatello - Miglior attore - Ganz Bruno
2000 - David di Donatello - Miglior attrice non protagonista - Massironi Marina
2000 - David di Donatello - Miglior attore non protagonista - Battiston Giuseppe

  • Produzione: General Video, 2012
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 100 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Contenuti: commenti tecnici: Commento di Silvio Soldini e Doriana Leondeff (co-sceneggiatrice); interviste: intervista a Silvio Soldini, intervista a Licia Maglietta; trailers; spot tv
  • Licia Maglietta Cover

    Attrice italiana. Si afferma nella realtà teatrale partenopea alternando i classici all’avanguardia, in particolare in collaborazione con il regista M. Martone, che la dirige anche nell’esordio cinematografico di Morte di un matematico napoletano (1992). Attrice sobria eppure intensa, capace di lavorare sui mezzitoni e gli accenni, interpreta ancora per Martone Rasoi (1994) e L’amore molesto (1995). Nel 1997 gira con S. Soldini Le acrobate, seguito da Pane e tulipani (2000), che ottiene uno straordinario successo di pubblico e la vede nei panni di Rosalba, casalinga smarritasi in un autogrill dal quale riparte alla scoperta di una nuova vita. Ancora un ruolo da protagonista nel 2001 in Luna rossa, di A. Capuano, virtuosa prova d’attori in forma di tragedia greca riportata agli odierni orrori... Approfondisci
  • Bruno Ganz Cover

    Attore svizzero. Debutta in teatro nel 1961 distinguendosi come attore giovane e promettente. Negli stessi anni lavora anche al cinema ma con scarso successo. Nel 1970 è con il regista P. Stein, uno dei fondatori della compagnia teatrale berlinese Schaubühne, e nel 1975 ritorna al cinema e vede riconosciuto il suo talento grazie ad alcune interpretazioni di qualità in La marchesa von... (1976) di E. Rohmer, nel thriller esistenziale di W. Wenders L’amico americano (1977) e in Nosferatu, il principe della notte (1979) di W. Herzog. Attore riflessivo, portato all’introspezione e ai ruoli tormentati, raggiunge la popolarità come Damiel, l’angelo che rinuncia all’immortalità per amore in Il cielo sopra Berlino (1987) e nel successivo Così lontano, così vicino! (1993) di Wenders. La sua presenza... Approfondisci
  • Antonio Catania Cover

    "Attore italiano. Dopo gli esordi al Teatro dell'Elfo di Milano, catapultato dal cabaret televisivo di Zanzibar nell'universo di G. Salvatores con Kamikazen - Ultima notte a Milano (1987), in perfetta sintonia con la messa in scena corale e un po' macchiettistica del regista milanese da Mediterraneo (1991) a Sud (1993), mette a segno ottime prove da caratterista anche con Aldo, Giovanni e Giacomo. Tra superficialità boriosa e ironico cinismo all'italiana, in Pane e tulipani (2000) di S. Soldini e soprattutto in In barca a vela contromano (1997) di S. Reali trova spazio per interpretazioni decisamente più credibili e complesse; ma è a proprio agio anche in piccoli ruoli agli antipodi (La classe non è acqua, 1997, di C. Calvi) come nel contesto drammatico (Il carniere, 1997, di M. Zaccaro).... Approfondisci
Note legali