Topone PDP Libri
Salvato in 5 liste dei desideri
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Papà Gugol
8,55 € 9,00 €
LIBRO
Venditore: IBS
+90 punti Effe
-5% 9,00 € 8,55 €
disp. in 5 gg lavorativi disp. in 5 gg lavorativi
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
8,55 €
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Nani
9,00 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Internazionale Romagnosi snc
9,00 € + 8,00 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libraccio
4,86 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
8,55 €
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Nani
9,00 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Internazionale Romagnosi snc
9,00 € + 8,00 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libraccio
4,86 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Chiudi
Papà Gugol - Paolo Di Paolo - copertina
Papà Gugol - Paolo Di Paolo - 2
Papà Gugol - Paolo Di Paolo - 3
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Papà Gugol Paolo Di Paolo
€ 9,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

Carlo detto Carl abita al numero 7 di via Spensierati. Vicino c'è una casa in costruzione e Carl è un po' preoccupato: se i nuovi vicini non gli piacessero? Se fossero rumorosi come il cantiere? Antipatici? Prepotenti? Invece poi arriva Emilia, che è gentile, curiosa ma un po' bizzarra: quando vuole sapere una cosa la chiede via telefonino a un certo Papà Gugol. Anche i suoi genitori sono piuttosto telefonici, collegati, telecomandati, efficienti. Invece Carl abita con i nonni in una casa vecchiotta e polverosa, però piena di libri che sanno dare risposte. Come faranno a incontrarsi questi bambini, questi mondi? E che cosa succede quando Papà Gugol entra in sciopero e si rifiuta di rispondere alle domande di Emilia? Dopo "La mucca volante", Paolo Di Paolo torna a parlare di bambini veri e interrogativi seri, e lo fa col suo tono lieve e profondo, accompagnando le parole con i disegni. Età di lettura: da 9 anni.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2017
3 maggio 2017
96 p., ill. , Rilegato
9788845283833

Voce della critica

Che bella storia, Papà Gugol! È la storia di un’avventurosa spedizione di due bambini, l’uno nel mondo dell’altra. I due mondi sembrano distanti, anche se le case dei due protagonisti si affacciano di fronte, al numero 7 e al numero 9 di Via Spensierati. Il rumoroso cantiere per una “casa spaziale” suscita in Carlo detto Carl diffidenza riguardo ai nuovi vicini. La sua è “una casa che non nasconde gli anni che ha”, con “le pareti che hanno le rughe”, dove il nonno non butta mai niente, perché “può sempre servire” e la nonna colleziona cappelli tazze ricettari mescolati a “libri seri”. Carl cova il desiderio di avere più spazio e più aria, una casa tutta nuova, con stanze tutte vuote in cui mettere solo poche cose. Quando, con un gesto di gentilezza, Carl conosce Emilia, i pensieri dei due bambini si rivelano speculari, mossi da istintiva simpatia e da scontento per la propria casa, che si riversa addirittura sui genitori di lei, troppo gugol-dipendenti e senza risposte e sui nonni di lui troppo conservatori e anti “diavolerie tecnologiche”. Il racconto delle reciproche case suscita attrazione in entrambi. Rivisitazione della fiaba Il principe e il povero, giocosa partita delle simmetrie e delle differenze nel desiderio di “fare a cambio” con la vita dell’altro, Papà Gugol contrappone in modo divertente, fantasioso, ma chiarissimo le caratteristiche apparentemente inconciliabili dei due stili di vita. La fascinazione si regge proprio sulla distanza dal proprio modello. Per Emilia la casa di Carl è “casa magica”, dove uno starnuto fa alzare in volo due o tre cappelli, dove c’è un’enciclopedia degli starnuti tra le tante e una nonna che fa le torte. Per Carl è fantastica, anche solo descritta, la “casa dei telecomandi” di Emilia, anche se ogni tanto i congegni impazziscono. Così vuota e senza polvere, con la meraviglia della voce che esce dal forno, della luce che si spegne con un applauso e della macchina panciuta per dolci. Dunque uno sogna di diventare il “Re dei telecomandi” e l’altra la “Regina delle Enciclo-qualcosa” (la parola enciclopedia, come molte, non le è familiare). La storia si conclude con una grossa sorpresa finale, nella stanza segreta di nonno Anselmo. È la storia di una riappacificazione, di una guerra potenziale che si trasforma in felice alleanza. Un apologo delizioso sulla bellezza delle soluzioni intermedie. La soluzione che Paolo Di Paolo propone, in un’epoca in cui convivono le case domotiche e le vecchie case piene di passato, è che il riccio-nonno e la volpe-Papà Gugol si siedano, magari a cena, allo stesso tavolo. Ma soprattutto che i bambini continuino a farsi domande come quando erano più piccoli. Colorati e buffi disegni complici delle parole. E una lingua che gioca con gli elenchi, le ripetizioni, i colmi, i vocaboli desueti a calamitare la curiosità. Per tutti

Recensione di Alma Gattinoni

Leggi di più Leggi di meno

Conosci l'autore

Paolo Di Paolo

1983, Roma

Scrittore italiano. Nel 2003 entra in finale al Premio Italo Calvino per l'inedito, con i racconti "Nuovi cieli, nuove carte". Ha pubblicato libri-intervista con scrittori italiani come Antonio Debenedetti, Raffaele La Capria e Dacia Maraini. È autore di Ogni viaggio è un romanzo. Libri, partenze, arrivi (2007), Raccontami la notte in cui sono nato (2008). Ha lavorato anche per la televisione e per il teatro: "Il respiro leggero dell'Abruzzo" (2001), scritto per Franca Valeri; "L'innocenza dei postini", messo in scena al Napoli Teatro Festival Italia 2010. Nel 2011 pubblica Dove eravate tutti (Feltrinelli, vincitore del premio Mondello, Superpremio Vittorini e finalista al premio Zocca Giovani), nel 2012 nella collana di ebook "Zoom" Feltrinelli La miracolosa stranezza di essere...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore