Un parlamento per l'Europa. Il parlamento europeo e la battaglia per la sua elezione (1948-1979)

Umberto Tulli

Anno edizione: 2017
In commercio dal: 1 gennaio 2017
Pagine: VI-202 p.
  • EAN: 9788800748773
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione

Quando fu creato, il Parlamento europeo era solo una tra le molte assemblee sovranazionali del secondo dopoguerra. Come le altre, non aveva ampi poteri né era eletto direttamente dai cittadini. Tuttavia, si svilupparono presto campagne per la sua elezione. Il libro ripercorre le diverse battaglie per l'introduzione del voto europeo e i diversi significati politici che a questo sono stati attribuiti. Prende in considerazione la prospettiva degli attivisti europeisti, che ambivano a costruire una federazione europea incentrata sul Parlamento, e lo scontro con chi difendeva una visione confederale dell'integrazione europea. Esamina l'emergere di un chiaro deficit democratico nella CEE e il tentativo di risolverlo anche attraverso l'introduzione del voto. Sottolinea, infine, come la prima elezione del Parlamento europeo (1979) sia stata immaginata come uno strumento per consolidare la natura intergovernativa della CEE e contenere il Parlamento europeo.

€ 13,60

€ 16,00

Risparmi € 2,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibile in 2 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 
Indice
Introduzione; 1. La rinascita della democrazia in Europa occidentale tra Parlamenti nazionali e assemblee sovranazionali; 2. Dehousse vs. de Gaulle. Il fallimento della prima convenzione elettorale della CEE; 3. Il vertice dell'Aja e l'emergere del deficit democratico; 4. Finalmente si vota! 1974-1979; Conclusioni; Note; Fonti e bibliografia; Indice dei nomi.