Passato e futuro delle città. Processo all'architettura contemporanea

Mario Fazio

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2000
In commercio dal: 8 febbraio 2000
Pagine: 200 p.
  • EAN: 9788806154066
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Usato su Libraccio.it - € 6,69
Descrizione

Milioni di italiani vivono il ruolo di "utenti della città", disinformati e assenti, firmando una delega in bianco a architetti, ingegneri, geometri, amministratori comunali. Questo libro vuole avvicinare all'architettura e all'urbanistica gli "utenti" che considerano tali argomenti materie da iniziati, documentando attraverso vaste indagini un dato di fatto innegabile: negli ultimi decenni, l'architettura è riuscita raramente a comunicare sensazioni di gioia e di appartenenza. La scissione tra architettura di massa e architettura d'autore ha accentuato il distacco dalle esigenze umane e dal contesto storico e naturale.

€ 9,29

€ 12,39

Risparmi € 3,10 (25%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Carmela

    26/07/2003 18:22:14

    finalmente un testo degli errori e dei brutti!! tutti i testi finora studiati da me e dai miei compagni di corso erano un elogio continuo di Opere e di Grandi nomi. abbiamo iniziato a sentirci presi un pò inb giro: possibile che, messa china su foglio, nessun Le Corbusier o Wright abbia mai sbagliato?! finalmente sappiamo che nn è così. ma se sbagliano loro, ed a noi "allievi" questo patricolare è nascosto, da cosa impariamo dove sono gli errori? chi ci dice perchè amici miei di Sarno sono stati travolti dal fango? o perchè venezia nel 2003 è ancora a rischio di allagamenti? un reportage polemico ci voleva...ed apprezzo anche la modestia: non si è fatto Dio propinando soluzioni, anche se qualcuna sarebbe stata incoraggiante. Carmela, studentessa di architettura al primo anno

Scrivi una recensione