Paventa Insano. Arie e ensemble - CD Audio di Saverio Mercadante,Giovanni Pacini

Paventa Insano. Arie e ensemble

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Opera Rara
Data di pubblicazione: 24 febbraio 2006
  • EAN: 0792938023625

€ 31,50

Punti Premium: 32

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Disco 1
1
Ford, Bruce - Il Corsaro (Auszug)
2
Che Intesi! E Lui Che Adoro'
3
Cullagh, Majella - Elena Da Feltre (Auszug)
4
Parmi Che Alfin Dimentica
5
Cullagh, Majella - Stella Di Napoli (Auszug)
6
Addio!...La Tua Memoria
7
Massis, Annick - I Normanni A Parigi (Auszug)
8
Che Tento? Che Spero?
9
Cullagh, Majella - Il Contestabile Di Chester (Aus
10
Ah! Partir Il Voto O Ciel...Deh Rammentate Almeno
11
Cullagh, Majella - Andronico (Auszug)
12
Nel Seggio Placido
13
Ford, Bruce - Cesare In Egitto (Auszug)
14
O Bel Lampo Lusinghiero
15
Ford, Brude - Leonora (Auszug)
16
Tu Tremi, Indegno
17
Massis, Annick - Allan Cameron
18
O D'Un Re Martire, Alma Beata
19
Cullagh, Majella - Virginia (Oper In 3 Akten) (Aus
20
Paventa Isano Gli Sdegni Miei
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Saverio Mercadante Cover

    Compositore. Studiò con N. Zingarelli a Napoli ed esordì come operista nel 1819. Nel 1833 fu nominato maestro di cappella del duomo di Novara; nel 1840 assunse la direzione del conservatorio di Napoli. Divenne cieco nel 1862. Fu uno dei compositori d'opera più popolari del suo tempo, non solo in Italia ma anche in Spagna e in altre nazioni europee, e fu spesso all'estero per allestire opere proprie (nel 1836 a Parigi, su invito di Rossini). Musicista elegante e misurato, fu dotato di un limpido talento melodico cui venne progressivamente affiancando una forte coscienza strumentale e armonica e una notevole capacità di caratterizzazione drammatica. Nel panorama dell'opera italiana tra Rossini e Verdi, rispetto agli altri due grandi protagonisti Bellini e Donizetti, M. appare caratterizzato... Approfondisci
  • Giovanni Pacini Cover

    Compositore. Allievo di Mattei a Bologna, incominciò ancora adolescente a scrivere opere per il teatro, acquistando in breve una notorietà internazionale di poco inferiore a quella di Rossini e Verdi. Esordì a Milano con la farsa Annetta e Lucindo (1813). Da allora la sua attività prodigiosa non ebbe più sosta: nell'arco di cinquant'anni egli riuscì a produrre non meno di 90 melodrammi, di entrambi i generi, serio e buffo. Musicista di chiara derivazione rossiniana, dotato di sicuro intuito drammatico e di vena facile, se pure tendente a un lirismo un po' manierato, diede il meglio di sé nell'opera Saffo (su libretto di S. Cammarano), applaudita al San Carlo di Napoli nel 1840. Le altre sue partiture teatrali più significative sono L'ultimo giorno di Pompei (1825), Il corsaro (1831), Medea... Approfondisci
Note legali