Il pellegrino dell'odio

Ellis Peters

Traduttore: E. Pelitti
Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Anno edizione: 1994
In commercio dal: 8 aprile 1994
Pagine: 224 p., Rilegato
  • EAN: 9788830412019
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Usato su Libraccio.it - € 6,97
Descrizione

Nell'abazia benedettina di Shrewsbury, dove vive fratello Cadfael, è festa: per onorare le reliquie della santa protettrice, si sta radunando un'enorme folla di pellegrini, lieti di dimenticare per qualche giorno la sanguinosa guerra tra re Stefano e la regina Maud, ma anche speranzosi di assistere a un miracolo. Il misterioso assassinio di un cavaliere a poca distanza da Shrewsbury non sembra turbare i devoti. Tranne due, il cui strano comportamento non sfugge allo sguardo penetrante di fratello Cadfael. Grazie alle sue indagini il delitto sarà ancora una volta risolto.

€ 6,97

€ 12,91

7 punti Premium

€ 10,97

€ 12,91

Risparmi € 1,94 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    pablo

    02/11/2004 13:18:16

    il peggiore della peters, al punto che ho pensato che non l'abbia scritto lei. il plot c'è ma ci vuole + di metà del libro per entrarci nel vivo. la scrittrice si perde troppo nel creare situazioni languido-sentimentali da soap opera. un giallo deve avere tensione e suspence e qui questi ingredienti mancano, o sono presenti in poche pagine. cadfael è ritratto qui + come un piagnone sempre in preda dei suoi contrastanti sentimenti che come un detective deciso a scoprire la verità. i primi romanzi erano più robusti e la tensione narrativa più serrata. e poi, l'ambientazione storica è buona ma ho l'impressione che a volte la peters attualizzi troppo i comportamenti dei personaggi vissuti nel XII secolo e perciò lontani da noi sia culturalmente che psicologicamente.

  • User Icon

    Enrico

    12/03/2002 14:23:06

    E' un libro scritto benissimo, molto scorrevole e che si legge tutto d'un fiato (come tutti gli altri della serie). Buoni e reali anche i riferimenti storici.

  • User Icon

    ANDREA

    02/06/2001 14:22:32

    UN BUON LIBRO CAPACE DI ATTIRARTI DALLA PRIMA PAGINA.

Scrivi una recensione