Editore: Zanichelli
Formato: PDF con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 5,21 MB
  • Pagine della versione a stampa: 544 p.
    • EAN: 9788808400659
    pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

    Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

    Disponibile anche in altri formati:

    € 29,60

    Venduto e spedito da IBS

    30 punti Premium

    Scaricabile subito

    Aggiungi al carrello Regala

    non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

    Descrizione
    La matematica circonda la nostra vita quotidiana ed è evidente l’importanza di una buona formazione in questa disciplina, che è ostica per la sua astrazione e temuta per la sua difficoltà.
    Pensare in matematica propone un incontro con la matematica come parte della cultura, mostrando la potenza dei suoi concetti, che sfidano il concetto di infinito eppure sono radicati nell’esperienza e nell’agire umano.
    Agli studenti di Scienze della formazione primaria è offerta una visione degli aspetti tecnici, storici e didattici dell’aritmetica e della geometria elementare, allargando il panorama a tematiche come la probabilità, la statistica e la matematica applicata. Si propone un approccio al mondo dei numeri e delle forme capace di destare la curiosità della mente infantile e di accompagnarla nella sua maturazione intellettuale. L’opera si rivolge anche agli insegnanti e ai genitori interessati a seguire i figli nei primi passi in questo mondo, e a qualsiasi persona che voglia accostarsi alla matematica o voglia correggere le nozioni apprese a scuola in modo meccanico e presto dimenticate. Attraverso esempi e idee attuali ma con uno sguardo alla storia, il lettore sentirà la matematica non come una disciplina isolata e “aliena”, ma come una delle maggiori conquiste dello spirito umano.
    All’indirizzo www.online.zanichelli.it/israel sono disponibili esercizi
    supplementari ed esempi da proporre agli alunni della scuola primaria.