Per una moralità concreta. Studi sulla filosofia classica tedesca

Luca Fonnesu

Editore: Il Mulino
Anno edizione: 2010
In commercio dal: 6 maggio 2010
Pagine: 274 p., Brossura
  • EAN: 9788815134653
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Nello straordinario periodo della storia del pensiero occidentale che va da Kant a Hegel e che accompagna le grandi trasformazioni sociali, economiche e politiche tra Sette e Ottocento, si sviluppa nell'ambito della filosofia tedesca l'idea di una moralità concreta. Già in Kant, anche nelle tensioni interne al suo pensiero, emerge l'intento di mostrare come la moralità possa trovare realizzazione nella concreta vita degli uomini e nel loro vivere sociale. Con Fichte e Hegel l'interesse per la dimensione naturale dell'uomo e per le strutture sociali e istituzionali nelle quali l'individuo si trova a operare diventa il nucleo teorico che orienta la loro riflessione sui problemi morali,avviando quell'indagine sulla "seconda natura" dell'uomo che tanta parte avrà nel pensiero dell'Ottocento. In questo libro Luca Fonnesu focalizza l'attenzione sull'idea di moralità concreta così come si profila nell'opera dei tre grandi autori citati, e illustra come essa vada a inserirsi nel più ampio orizzonte della teoria della società, del diritto e dello Stato.

€ 21,25

€ 25,00

Risparmi € 3,75 (15%)

Venduto e spedito da IBS

21 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Ermanno

    06/04/2012 11:02:26

    Si tratta di una raccolta di saggi molto accademici, filologici, storici, poco filosofici, a meno che non si continui a concepire la filosofia come ricostruzione storico-culturale. Il rigore dall'autore è notevole, ma notevole è anche la noia di chi legge. Se la filosofia pone delle domande, qui non ci sono domande ma c'è soltanto un professore che spiega senza cogliere il cuore dei problemi: in che rapporto sta la morale con lo stato, con il diritto, con la ragione ecc.? L'autore non ce lo dice e si limta a esporre, semplificando i problemi. Si parla di Kant, di Hegel, di Fichte ma alla fine, quando si è letto, ne sappiamo quanto prima che avessimo letto. Kant, Fichte e Hegel i problemi se li ponevano! Comunque il libro è serio, molto documentato, molto "annotato".

Scrivi una recensione