Perché avete paura? Una lettura del Vangelo di Marco

Enzo Bianchi

Editore: Mondadori
Collana: Saggi
Anno edizione: 2011
Pagine: 109 p., Rilegato
  • EAN: 9788804613657
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,00

€ 16,00

Risparmi € 8,00 (50%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    claudio

    11/11/2011 09:37:48

    Altro ede ennesimo buon lavoro di Enzo Bianchi. Questa volta è il Vangelo di Marco con la traduzione del Priore, accompagnata da una cinquantina di pagine di spiegazioni e delucidazioni che ci fanno meglio comprendere il testo evangelico.

Scrivi una recensione

La testimonianza del Vangelo secondo Enzo Bianchi.

La lettura dei vangeli è per gran parte dei cristiani prevalentemente religiosa e liturgica. Non rappresenta quindi un’esperienza personale e diretta, ma si riduce spesso all’ascolto di un brano evangelico durante la liturgia eucaristica: un approccio segnato da tagli e selezioni dei brani, che non permette di entrare in contatto con l’intero testo. Secondo Enzo Bianchi ci siamo dimenticati che i vangeli sono anzitutto un grande racconto della vita di Cristo e che solo leggendoli in questa prospettiva essi potranno liberare il loro messaggio religioso e illuminare la nostra concreta esperienza esistenziale: «Il racconto evangelico è l’offerta di una visione del mondo ma anche di una pratica di umanità. La storia di Gesù è la storia della sua maniera di vivere il mondo, di abitare il corpo, di impostare le relazioni, di gestire la parola, insomma, di vivere l’umanità. Leggere i vangeli significa pertanto cogliere l’umano che è in Gesù e correlarlo alla propria umanità».
Ciò che caratterizza il vangelo di Marco, che Enzo Bianchi traduce e commenta in queste pagine, è l’eccezionale tensione che lo percorre: è un testo costruito a incastro, una struttura in cui due episodi possono ricavare luce l’uno dall’altro, con brevi e incalzanti unità narrative, in cui Gesù è continuamente in movimento, inafferrabile nella sua identità, non racchiudibile in schemi classici, tanto da spiazzare a volte il lettore. È Marco stesso a guidarci attraverso il sentiero del suo racconto, costellato di straordinari personaggi: Gesù, spesso mostrato nella sua debolezza e fragilità umana, Giovanni, i discepoli, i malati, gli avversari, la folla. Un «mondo» che consente al lettore di partecipare emotivamente alle vicende narrate.
Con il suo commento puntuale e illuminante Enzo Bianchi ci accompagna attraverso un grande classico della narrazione, svelandoci come il messaggio universale del vangelo possa divenire per ciascuno un’intensa occasione di confronto con la propria storia.