Perché l'Europa. Rapporto 2007 sull'integrazione europea

Editore: Il Mulino
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 24 maggio 2007
Pagine: 286 p., Brossura
  • EAN: 9788815119070
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Il 50° anniversario della firma dei Trattati di Roma (25 marzo 1957), istitutivi della Comunità economica europea, ha avuto luogo in una fase difficile del processo di integrazione europea: i giri a vuoto della Strategia di Lisbona, la bocciatura, in Francia prima ed in Olanda poi, del Trattato costituzionale e, successivamente, il modestissimo accordo raggiunto sulle Prospettive finanziarie 2007-2013 sono le punte di un iceberg di smarrimento delle ragioni dell'Unione. Sotto la superficie del mare in cui l'iceberg galleggia si intravede minaccioso il risveglio dei populismi nazionalisti, delle paure dell'altro, delle identità chiuse ed arroccate. Di fronte a tale scenario, la sezione monografica del Rapporto 2007 ha l'obiettivo di indagare le ragioni attuali per "fare" l'Europa. Le ragioni di ordine prevalentemente interno al continente (eliminare le radici culturali e materiali alla base dei conflitti della prima metà del '900) indicate dai padri fondatori non sono più sufficienti. Si deve andare oltre e guardare alle ragioni di ordine esterno, ossia all'Unione europea come "strumento" per affermare l'interesse nazionale nel contesto dell'integrazione globale. Per far ripartire la marcia integrazionista è allora necessario esplicitare un pensiero che assuma come fondativo dell'agire politico il valore dell'incontro e del dialogo tra le civiltà.

€ 17,85

€ 21,00

Risparmi € 3,15 (15%)

Venduto e spedito da IBS

18 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile