Stripe PDP
Salvato in 20 liste dei desideri
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Perché Istanbul ricordi. Ediz. integrale
15,30 € 18,00 €
;
LIBRO
Venditore: IBS
+150 punti Effe
-15% 18,00 € 15,30 €
disp. in 5 gg lavorativi disp. in 5 gg lavorativi
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
15,30 €
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Emozioni Media Store
17,10 € + 5,75 € Spedizione
Disponibile in 3 gg lavorativi Disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
LIBRIAMO
18,00 € + 4,99 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
LIBRIAMO
18,00 € + 4,99 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Nani
17,10 € + 5,95 € Spedizione
Disponibile in 2 gg lavorativi Disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
18,00 € + 5,49 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Multiservices
18,00 € + 5,50 € Spedizione
Disponibile in 8 gg lavorativi Disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
Shop Mio
19,80 € + 3,98 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
18,00 € + 5,90 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
15,30 €
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Emozioni Media Store
17,10 € + 5,75 € Spedizione
Disponibile in 3 gg lavorativi Disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
LIBRIAMO
18,00 € + 4,99 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
LIBRIAMO
18,00 € + 4,99 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Nani
17,10 € + 5,95 € Spedizione
Disponibile in 2 gg lavorativi Disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
18,00 € + 5,49 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Multiservices
18,00 € + 5,50 € Spedizione
Disponibile in 8 gg lavorativi Disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
Shop Mio
19,80 € + 3,98 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
18,00 € + 5,90 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Perché Istanbul ricordi. Ediz. integrale - Ahmet Ümit - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Perché Istanbul ricordi. Ediz. integrale Ahmet Ümit
€ 18,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

Istanbul. Un misterioso delitto mette alla prova il commissario Nevzat Akman e i suoi giovani collaboratori. La vittima viene rinvenuta nella parte vecchia della città, davanti alla statua di Ataturk, tiene in mano una moneta antica e sembra indicare una direzione precisa. È solo il primo di una serie di omicidi rituali in luoghi storici, ogni monumento è legato a una figura importante del passato: sette monarchi, sette magnifici luoghi antichi e una sola sconvolgente verità. Inizia così una corsa contro il tempo, alla caccia di abilissimi e sfuggenti criminali. La chiave dell'enigma risiede nel passato di una delle città più misteriose del mondo, e conduce a un emozionante viaggio storico da Bisanzio a Istanbul, in cui la sorte delle vittime dipenderà dalla capacità degli investigatori di decifrare quella storia, di ripercorrerla attraverso dolorosi ricordi, e di attraversare l'anima di una moltitudine di personaggi: ubriachi senzatetto, potenti uomini d'affari senza scrupoli, avvocati e giornalisti corrotti, avidi archeologi e cittadini idealisti che lottano per preservare i siti storici di Istanbul. Ümit scava nella psicologia dei personaggi, nella sacralità dell'amore e dell'amicizia, e fonde abilmente la narrazione di genere con gli intermezzi storici. Tra le righe si ritrovano la sua vocazione politica, il richiamo ai tempi cupi del recente passato e del presente, in ogni pagina l'amore sconfinato per la sua città. Fino all'imperativo finale: "perché Istanbul ricordi".
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2020
1 gennaio 2020
608 p., Brossura
9788894911381

Valutazioni e recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
(1)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(0)
4
(1)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
E-
Recensioni: 4/5

Un romanzo molto particolare, avvincente e intrigante che ci porta a visitare Istanbul non solo attraverso i monumenti più importanti della città ma soprattutto attraverso la storia. Consigliato a chi è appassionato di gialli, a chi ama investigare raccogliendo indizi tra le pagine e, ovviamente, agli appassionati di storia!

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(0)
4
(1)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Voce della critica

L’importanza dei ricordi. Abbiamo mai riflettuto su quel meccanismo della mente che si rivolge al passato? Sulla possibilità di utilizzarlo per comprendere il presente e affrontare il futuro? Basterebbe partire dalla definizione contenuta nel dizionario: «impronta di una singola vicenda o esperienza o di un complesso di vicende ed esperienze del passato, conservata nella coscienza e rievocata alla mente dalla memoria, con più o meno intensa partecipazione affettiva» oppure «annotazione intesa a richiamare o conservare la memoria di un fatto». E sull’importanza di ricordare la Storia, abbiamo riflettuto abbastanza? Ecco le domande che mi sono posta dopo aver finito di leggere Perché Istanbul ricordi (615 pagine, 18 euro) dello scrittore turco Ahmet Ümit, pubblicato dalla casa editrice Ronzani e tradotto da Anna Valerio.

Parte tutto da un misterioso delitto commesso nella bella e affascinante città di Istanbul: la vittima viene rivenuta nella parte vecchia della città, ai piedi della statua Atatürk, nella mano stringe una moneta antica e sembra indicare una posizione precisa. Da quel momento partono le complicate indagini per il commissario Nevzat Akman e i suoi giovani collaboratori che riguarderanno altre sei vittime, altrettanti luoghi storici della città e monete antiche. Per il lettore, invece, inizia un vero e proprio viaggio nella storia di Istanbul che parte dalla fondazione dell’antica Bisanzio da parte del re Bysaz fino alla nascita della Repubblica turca: ogni monumento, ogni luogo storico è legato ad una figura importante del passato, secondo un preciso piano criminale di chi compie quei misteriosi delitti. La chiave dell’enigma risiede proprio nel passato di Istanbul. Ümit, con il poderoso background politico e storico del suo paese d’origine, posa l’accento sulla necessità di ricordare la Storia e lo fa ponendosi nei confronti di essa con uno sguardo critico proprio perché ha lo scopo di sanare le ferite della memoria non solo collettiva, ma anche personale.

I ricordi storici della città, infatti, si intrecciano, quasi indissolubilmente, con quelli personali del commissario Nevzet: alle ferite della città corrispondono quelle del protagonista, lacerato dal dolore di aver perso la moglie e la figlia in un drammatico incidente, in preda ai sensi di colpa per aver iniziato una nuova relazione e avvolto nella nostalgia e nella malinconia per l’adolescenza trascorsa con gli amici Yekta e Demir. Le indagine si svolgono con ritmo serrato (anche la narrazione assume un ritmo serrato); è una corsa contro il tempo perché la volontà degli investigatori di fermare gli omicidi dipende dalla capacità di attraversare la Storia, di decifrarla attraverso dolorosi ricordi e di esplorare l’anima di numerosi personaggi: uomini d’affari senza scrupoli, giornalisti asserviti, architetti e altri professionisti pronti a calpestare la memoria, la ricchezza e la cultura della città con l’unico scopo del becero profitto. Cosa deve ricordare Istanbul, allora? Che la Storia è anche Identità, intesa non come catalogazione scientifica ed eredità di elementi biologi che caratterizzano gli uomini, ma come attenzione del mutamento che appartiene alla storia stessa. E, forse, non esiste città al mondo che abbia subito gli stessi mutamenti di Istanbul: prima capitale dell’Impero Romano d’Oriente, poi centro dell’Impero Bizantino e, infine, capitale dell’Impero Ottomano. Una prodigiosa storia legata alla posizione strategica, tra il mar Mediterraneo e mar Nero, tra Asia e Europa.

Ümit è trasportato da un amore viscerale per la città, si evince in ogni pagina, in ogni singola parola «Vale la pena di vivere anche solo per amare un quartiere, diceva Yahya Kemal e ora lo capisco più che mai; nonostante tutta la sua bruttezza, l’affollamento e la sporcizia, anch’io, proprio come il grande poeta, pensavo a quanto fossi fortunato a essere nato a Istanbul, a vivere a Istanbul, e dalla profondità del mio cuore sentivo elevarsi un sentimento che somigliava all’orgoglio», sono parole del commissario Nevzet, ma anche del nostro autore. Non è come si vorrebbe, ma ciò non impedisce di vivere la storia d’amore. Istanbul è una città capace di uccidere ciò che di più bello ha.

Ümit scava nella psicologia dei suoi personaggi con profondità, nella sacralità dell’amicizia e dell’amore. Nevzet porta sulle spalle un peso e un dolore enormi: dietro l’integerrimo uomo di legge che svolge ottimamente il suo lavoro si cela un essere con le sue fragilità che deve fare i conti con le proprie debolezze. Un aspetto umano che si evince anche nei tratti psicologici dei due amici Yekta e Demir che nel romanzo assumono un ruolo non di certo marginale o dello stretto collaboratore Ali, “testa calda” con carattere fumantino.

Perché Istanbul ricordi non è un semplice noir per il fatto che la narrazione di genere ha intermezzi sia storici che psicologici. Il tutto è condito da uno stile fluido, descrittivo, caratterizzato da frasi brevi e sintassi semplice che rendono la lettura scorrevole, nonostante le seicento pagine, ma senza mai scadere nella monotonia.

Non resta che scoprire la verità sconvolgente che travolgerà il commissario, ma soprattutto i lettori.

Recensione di Arcangela Saverino

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore