Topone PDP Libri
Salvato in 183 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Perché non sono cristiano
9,50 € 10,00 €
LIBRO
Venditore: IBS
+100 punti Effe
-5% 10,00 € 9,50 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
9,50 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
10,00 € + 5,49 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Nani
10,00 € + 5,95 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
LETTORILETTO
3,99 € + 5,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Equilibri Libreria
10,00 € + 5,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Libraccio
5,40 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
9,50 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
10,00 € + 5,49 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Nani
10,00 € + 5,95 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
LETTORILETTO
3,99 € + 5,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Equilibri Libreria
10,00 € + 5,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Libraccio
5,40 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Chiudi
Perché non sono cristiano - Bertrand Russell - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Perché non sono cristiano Bertrand Russell
€ 10,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

"Perché non sono cristiano" affronta con spregiudicata libertà di pensiero un argomento di grande interesse: il sentimento religioso. Russel, pensatore ateo per eccellenza, analizza con semplicità e chiarezza di esposizioni origini, valori e significati della religione cristiana. Un testo imprescindibile per credenti e non credenti, uno dei "classici" più letti di Russell.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

TEA
2003
Tascabile
10 ottobre 2003
214 p., Brossura
9788850204687

Valutazioni e recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
(16)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(8)
4
(5)
3
(0)
2
(1)
1
(2)
Gabriele
Recensioni: 5/5

Russel ha il raro dono, forse unico per un filosofo, di esporre il proprio pensiero in modo interessante e accattivante, oltre che facilmente comprensibile, senza rinunciare, qua e là, a qualche arguzia. Tratta di un argomento che ai suoi tempi risultava ancora alquanto spinoso, come dovette sperimentare in prima persona lui stesso quando fu costretto a rinunciare ad una cattedra presso l’università di New York a causa delle sue opinioni sulle religioni. Eppure, da autentico agnostico, non arriva mai a negare Dio, bensì si limita a precisare che questo termine non può rientrare nell’ambito del suo discorso logico. Le critiche alle chiese cristiane europee riguardano principalmente l’intolleranza che le stesse mostravano verso i liberi pensatori e certi precetti riguardanti la vita sessuale che preti e pastori ritenevano i più importanti principi della morale. Protestanti e cattolici di New York non gradirono. Si era negli anni quaranta e gli USA non erano ancora diventati la nazione guida come succederà dopo la guerra grazie agli “intelligenti” regali di Hitler che costringeva scienziati ed intellettuali a fuggire dall’Europa. Russel dovette invece tornarvi per ricevere un meritato premio Nobel della letteratura. Ma non era un poeta, bensì un logico e da logico risponde ai problemi che affronta. Che poi un logico del suo livello si sia fatto anche capire ed apprezzare dal grande pubblico, questo è da considerare un vero e proprio “miracolo” anche se questo termine non può rientrare nell’ambito del suo discorso.

Leggi di più Leggi di meno
Luigi
Recensioni: 5/5

Un libro, un saggio, un testo unico che diventa pietra miliare. Avrei voluto essere un suo studente. Ho visto anche alcune sue interviste su youtube ineremti questo libro e trovo il filosofo una persona di una classe e naturalezza innata. Consiglio a tutti di leggere questo testo (religiosi e non) e di riflettere sul contenuto.

Leggi di più Leggi di meno
Fabio
Recensioni: 1/5

Dice la filosofa Catherine Chalier: «Molte persone si dicono atei, ma sembrano ignorare di quale Dio sono atei. Spesso si fanno un'immagine di Dio, consolatore e potente, per esempio, e quando non trovano né consolazione né potenza visibile di questo Dio nel mondo, allora si dicono atei. Ma il loro ateismo vale solo per l'immagine che si sono fatti di Dio. Spesso l'assenza visibile di Dio è vissuta come l'inizio positivo per celebrare il proprio modo di vivere lontano da lui. Non vi è nessuna lacerazione spirituale in questo ateismo». Ritratto perfetto di questo misero libro.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(8)
4
(5)
3
(0)
2
(1)
1
(2)

Conosci l'autore

Bertrand Russell

1872, Trellech

Filosofo, logico, matematico, attivista e saggista gallese.Bertrand Russelle è stato anche un autorevolissimo esponente del movimento pacifista, oltre che un divulgatore della filosofia. In molti, soprattutto nella seconda metà del novecento, hanno guardato a Russell come a un laico profeta della vita creativa e alfiere delle virtù della ragione; al tempo stesso la sua posizione su molte questioni fu oggetto di controversie e discussioni.Laureato in filosofia a Cambridge, fu lettore presso la stessa università dal 1910 al 1916, finché fu rimosso dall’incarico per aver preso posizione pubblicamente, durante la guerra, sula coscrizione obbligatoria, alla quale era contrario. Per le medesime ragioni dovette affrontare sei mesi di carcere nel 1918....

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore