Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Perdutamente

Humoresque

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Humoresque
Paese: Stati Uniti
Anno: 1946
Supporto: DVD
Salvato in 11 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 9,90 €)

L'affascinante donna di mondo Helen Wright è abituata ad ottenere ciò che vuole per poi gettarlo via. Ma l'incontro con il giovane e brillante violinista Paul Boray la getterà in una crisi profonda, combattuta tra l'amore disinteressato e le sue pulsioni egoiste.
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    ema76

    19/04/2020 01:20:55

    Joan Crawford al massimo della bravura, storia molto moderna, dialoghi da ascoltare bene e rimpiangerli! Doppiatrice:TINA LATTANZI

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: A & R Productions, 2016
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 120 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - mono);Inglese (Dolby Digital 2.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,33:1
  • Area0
  • Contenuti: foto; manifesto originale; trailers
  • Joan Crawford Cover

    "Nome d'arte di Lucille Fay LeSueur, attrice statunitense. Inizia la carriera come ballerina di fila. Trasferitasi a Hollywood, ottiene le prime parti di un certo rilievo in Pretty Ladies di M. Bell e Le tre grazie di E. Goulding (entrambi del 1925) in cui è una showgirl. Il successo arriva con Le nostre sorelle di danza (1928) di H. Beaumont. Divenuta una star, recita accanto ai divi del momento, tra cui il futuro marito D. Fairbanks jr. in Adriana Lecouvreur (1928) di F. Niblo. Il passaggio al sonoro non intacca minimamente la sua carriera e la sua fama. Diviene un austero sex-symbol, mentre i suoi ruoli si fanno via via più impegnativi: ne sono esempio la giovane segretaria di Grand Hotel (1932) di E. Goulding, in cui recita accanto alla Garbo, e la donna sposata a un uomo che non ama in... Approfondisci
  • John Garfield Cover

    "Nome d'arte di Jacob Julius Garfinkle, attore statunitense. Comparsa danzante non accreditata in Viva le donne (1933) di L. Bacon, esordisce in un piccolo, tormentato ruolo nel dramma sentimentale Quattro figlie (1938) di M. Curtiz. La Warner lo coinvolge in diversi seguiti del film (Profughi dell’amore; Four Wives, Quattro mogli, 1939, ancora di Curtiz) ma il suo piglio cinico alla J. Cagney, con in più la bellezza tenebrosa del ribelle, gli vale l’interpretazione di una raffica di pellicole del genere poliziesco e gangsteristico (Hanno fatto di me un criminale, 1939, di B. Berkeley; Il castello sull’Hudson, 1940, e Fuori dalla nebbia, 1941, ambedue di A. Litvak) nelle quali instilla una credibilità derivatagli dalla giovinezza di strada nell’East-End newyorkese e dai continui vagabondaggi.... Approfondisci
  • Oscar Levant Cover

    Attore e compositore statunitense. Nevrotico, ipocondriaco, ferocemente autoironico («Sono il bambino prodigio più vecchio del mondo»), è il più noto e geniale interprete delle composizioni di G. Gershwin. Studente di musica a New York, appena ventenne è già famoso come pianista, insegnante e direttore di banda. Nel 1929 si trasferisce a Hollywood dove si fa apprezzare come compositore (Nulla di serio, 1937, di W. Wellman). È in questi anni che incontra Gershwin, di cui diventa amico e ammiratore sino all'idolatria, trasformandosi nel suo più devoto interprete e alter ego. Si ricorda soprattutto il suo ruolo di Adam Cook in Un americano a Parigi (1951) di V. Minnelli. Approfondisci
Note legali