Le perle del drago verde

Lisa See

Traduttore: C. Rodotà
Editore: TEA
Collana: TEA biblioteca
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 30 ottobre 2014
Pagine: 439 p., Brossura
  • EAN: 9788850237753
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Unite da un profondo affetto e dalle vicende di un'esistenza travagliata, le sorelle May e Pearl Chin, dopo una giovinezza felice a Shanghai, la "Parigi d'Oriente", vivono nella Los Angeles degli anni Cinquanta costrette dal padre a un matrimonio d'interesse con i fratelli Louie. Nella Chinatown della città, le due famiglie hanno allevato Joy, ora diciannovenne, che scopre per caso con dolore di non essere figlia di Pearl e Sam, come ha sempre creduto, bensì di May e del suo grande amore di gioventù, il pittore cinese Z.G. Sconvolta, la ragazza decide di recarsi nel Paese al quale sente di appartenere, per conoscere il suo vero padre. Ma la Cina che l'attende è la Cina maoista del Grande Balzo in avanti, un Paese in cui gli individui non contano nulla, piegati dal potere e dalle sue richieste spietate. Lo stesso padre di Joy è osteggiato dal nuovo regime in quanto artista e sta per partire per la campagna dove dovrà "imparare dalla vita reale" e fare autocritica. Nel suo entusiasmo cieco per il Paese che sente come suo, Joy decide di seguirlo e in un villaggio sperduto si innamora di Tao Feng, un contadino. Nel frattempo a Los Angeles, la "madre" di Joy, Pearl, decide di recarsi a sua volta in Cina per riportare a casa "sua" figlia...

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    lorena

    27/03/2017 11:44:56

    Non all'altezza di Fiore di Neve... e La ragazza di Giada ma comunque di piacevole lettura. Nella seconda parte la storia decolla e la narrazione acquista ritmo. Nell'insieme piacevole ma non aspettatevi i capolavori citati.

  • User Icon

    Claudia

    16/01/2017 10:43:04

    Veramente bellissimo unica pecca non avevo capito che prima di questo c'era un altro libro da leggere Le ragazze di Shanghai di cui questo è il seguito... quindi leggete prima l'altro è una storia bella che prende

  • User Icon

    betty

    17/11/2014 12:13:03

    Bello..il libro mi è piaciuto molto..realistica la descrizione dei villaggi e la condizione dei contadini..la storia raccontata riesce a farci avere un'idea della cultura cinese e di quello che è significato Mao per loro.Consigliato

  • User Icon

    Tiziana

    27/02/2013 11:06:42

    Libro lungo, tedioso, angoscioso e sconcertante per i duri contenuti sulla Cina degli anni '60. Fa veramente rabbia venire a contatto con le ipocrisie e le vessazioni subite dal popolo cinese a quell'epoca. La storia di per sé è delicata e poetica come tutte le altre della See, ma qui è meno fluente e delicata, proprio per gli eventi e l'ambientazione scelti. Comunque rimane un buon documento, ma diciamo che è meno romanzo degli altri.

  • User Icon

    Roby74

    24/02/2013 13:16:09

    Nel libro, continuano le vicende delle sorelle Chin del libro "Le ragazze di Shanghai" (anche se puo' essere considerato un libro a sè) e della loro giovane figlia Joy alla ricerca delle proprie origini, che, dagli Stati Uniti, nei primi anni della seconda metà del 1950, va ad imbattersi in una Cina maoista ricca di contraddizioni, dove le persone non hanno valore e soccombono al potere. Da qui inizia l'intrigante trama del romanzo che mescola storia cinese, aneddoti familiari, amori travagliati e complessi. Libro interessante ed accattivante, che tratteggia impeccabilmente il contesto storico in cui è ambientato e ci offre un insieme di storie sapientemente intrecciate tra loro.

  • User Icon

    Michela

    20/02/2013 12:20:48

    Ecco di nuovo la Lisa See di Fiore di Neve e de La Ragazza di Giada. Non ero rimasta così entusiasta per Le Ragazze di Shanghai, ma ne è valsa la pena visto il sequel. Poetico e struggente, analizza benissimo sia il rapporto madre-figlia che quello tra sorelle. Bello, davvero. Non mi sorprende che tra i ringraziamenti spicchi il nome di Amy Tan, altra scrittrice che apprezzo.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione