Traduttore: A. Arduini
Editore: BEAT
Collana: BEAT
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
Pagine: 351 p., Brossura
  • EAN: 9788865592175
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 7,65

€ 9,00

Risparmi € 1,35 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Lanz von Liebenfels

    17/01/2015 19:31:21

    Non ho mai amato questo genere di libri, ma devo dire che Liz Moore ha dato vita a un vero capolavoro, in grado di commuovere e far sorridere allo stesso tempo. Coinvolgente e toccante, Il Peso è uno di quei libri fuori dal coro che si legge tutto d'un fiato, capace di incollare il lettore dalla prima all'ultima pagina. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE.

  • User Icon

    armando

    12/12/2014 15:46:12

    Queso di Liz Moore è un libro che mi è piaciuto molto. E' scritto con molta cura, con il piglio pacato ed elegante che solo una bella storia da raccontare consente. E' un libro della speranza e, secondo me, profondamente religioso. Nella casa di Arthur, dove alle fine si incontreranno tutte le solitudini del libro, io ci vedo una citazione biblica, forse all'Arca e alla salvezza promessa. Lettura davvero consigliata.

  • User Icon

    maria zappia

    17/05/2014 12:01:43

    Due voci narranti maschili che raccontano di una donna al centro della loro vita, Arthur si è chiuso in casa come "un violoncello imprigionato nella sua custodia", l'adolescente Kel si aggira in ambiti difficili, Charlene si lascia morire nella sua solitudine. E' molto facile chiudersi nel proprio guscio, è molto difficile riaprire la porta, specie se si è soli. Ma se qualcuno entra per caso e improvvisamente nella tua vita, ecco che si apre uno spiraglio, ecco che la vita può cambiare il suo corso. Il libro di questa giovane scrittrice e musicista americana è molto bello, spinge a interessarsi all'altro, a tendere una mano, a fare "famiglia" laddove non ci sono più legami.

  • User Icon

    teo

    04/05/2014 12:03:49

    Libro che o si sente vicino o si detesta - non riuscendo a trovar la chiave (sensibilità individuale) per entrare dentro il mondo e le storie di questi personaggi. Di senso ne ha molto, in realtà.

  • User Icon

    massimo

    14/03/2014 07:35:34

    La storia sarà anche originale, forse, ma che senso ha? Un libro, penso, dovrebbe arricchire, questo arricchisce solo le tasche dell'autore. Da dimenticare.

  • User Icon

    Giulio64

    08/01/2013 21:06:37

    Tre destini solitari si incontrano e danno luogo a un intreccio di storie ben confezionato, con un finale un po' scontato. I personaggi sono interessanti e ben definiti, solo sul giovane "Kel" a mio avviso si indugia troppo mentre il ciccione Arthur Opp con la sua atavica ingordigia alla fine risulta davvero simpatico. Per noi europei la descrizione delle sue libagioni è quasi raccappricicante (...burro di arachidi a volontà!). Forse con una cinquantina di pagine in meno la storia sarebbe risultata più avvincente.

  • User Icon

    Lorso57

    02/01/2013 09:24:02

    Solitudini che si incrociano e danno origine a una speranza di nuova vita in cui ci si possa sentire apprezzati e capiti da un altro essere umano. In particolare ho gradito la prima parte in cui il personaggio principale si presenta e si rivela al lettore. Testo interessante che esce dai binari consueti.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione