La peste italiana. Il caso Basilicata. Dossier sui veleni industriali e politici che stanno uccidendo la Lucania

Maurizio Bolognetti

Editore: Reality Book
Collana: Reference
Anno edizione: 2011
In commercio dal: 19 luglio 2011
Pagine: 160 p., Brossura
  • EAN: 9788895284231
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Esiste in Italia una congiura del silenzio sui delitti commessi dalla classe politica che ha nella situazione lucana un esempio tra i più nitidi. In questo libro si parla dei motivi per cui la Basilicata è ai primi posti in Italia per decessi da malattie tumorali, la cui incidenza è in costante crescita rispetto al resto del paese. Si parla di una regione in cui la sovrapposizione tra ente controllore e controllato, certamente in materia ambientale, è una costante. Basti pensare al silenzio tenuto per almeno un anno dall'Arpab sul fatto che l'inceneritore Fenice immette mercurio e altre sostanze cancerogene nel fiume Ofanto e che comunque, prima durante e dopo il periodo di omertoso silenzio dell'ente regionale di controllo, nessuno ha provveduto a far fermare. La lettura di questo volume provoca autentico sgomento, perché ne scaturisce una rappresentazione terribilmente documentata dello sfacelo in cui il nostro paese sta precipitando grazie alla incapacità (e alla connivenza?) della nostra classe politica. Nazionale, e locale. Fino a quando le denunce sulle "mattanze" che avvengono in Lucania resteranno nei cassetti delle procure? Il volume è aperto da una prefazione di Carlo Vulpio, e da testi introduttivi di don Marcello Cozzi, Pietro Dommarco, Marco Cappato, e Elisabetta Zamparutti (deputata Radicale, membro della Commissione ambiente della Camera).

€ 11,90

€ 14,00

Risparmi € 2,10 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    dany

    01/12/2011 21:23:26

    ottima lettura. 1 indagine senza guardare in faccia nessuno. 1 xfetta radiografia d 1 paradiso trasformato in inferno.

  • User Icon

    Maria Antonietta

    31/07/2011 16:01:13

    Da il Quotidiano della Basilicata, 28 luglio 2011 Il Libro dossier di Maurizio Bolognetti Di Maria Teresa Labanca Lo ricordo Maurizio Bolognetti, al nostro primo incontro per una conferenza stampa dei Radicali per l'allora prossimo referendum sulla fecondazione assistita, in una gelida piazza Prefettura. La gente in via Pretoria non era molto, a causa delle temperature rigide e della domenica di festa. Ma questo interessava poco a Maurizio, nulla poteva intaccare il fuoco sacro che lo animava. La stessa passione con cui ha condotto tutte le sue battaglie, attraverso le quali ho imparato a conoscerlo negli anni. Lui è fatto così, va avanti come un treno, a dispetto di tutto e di tutti, a costo di risultare un vero "rompi?". Allarmismo: è questa l'accusa che il segretario di Radicali Lucani più spesso si è sentito muovere. Contro di lui procede anche la Procura di Potenza che indaga per rivelazione del segreto d'ufficio che lo vede imputato insieme all'ex Tenente di Polizia giudiziaria, Giuseppe Di Bello, sulla vicenda relativa alla qualità delle acque degli invasi lucani. Ma la sua è una voce importante che in questi anni non ha mai abbassato la guardia su molte vicende lucane, altrimenti rimaste mute. Maurizio li chiama "veleni" e non solo nel senso stretto del termine. Che oggi hanno trovato ampio e accurato approfondimento nel volume "La Peste Italiana. Il caso Basilicata": dossier sui veleni industriali e politici - appunto - che stanno uccidendo la Lucania, con prefazione di Carlo Vulpio e introduzione di Don Marcello Cozzi. Ma non sarà un'esagerazione parlare di un "Caso Basilicata"? Per Bolognetti no. "Perché - spiega - esiste una congiura del silenzio sui delitti commessi dalla classe politica che ha nella situazione lucana un esempio tra i più nitidi."

Scrivi una recensione