Categorie

Petrolkiller. In appendice: i documenti segreti delle aziende chimiche

Gianfranco Bettin,Maurizio Dianese

Editore: Feltrinelli
Edizione: 2
Anno edizione: 2003
Formato: Tascabile
Pagine: 224 p.
  • EAN: 9788807817182
Usato su Libraccio.it - € 4,05

€ 6,38

€ 7,50

Risparmi € 1,12 (15%)

Venduto e spedito da IBS

6 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Gabriele

    08/01/2008 12.38.09

    Spiega in maniera semplice ed efficace come in quelli anni le industrie abbiano giocato con la vita dei propri operai oltre che con l'ambiente. Bellissimo,ma fa venire tanta rabbia...

  • User Icon

    roberto cocchis

    30/07/2005 13.52.56

    Questo libro è particolarmente adatto a chi, parlando dei magistrati, fa di tutta l'erba un fascio: evidentemente, se sono schierati, non lo sono tutti dalla stessa parte e, altrettanto evidentemente, là dove c'è un "accanimento" verso qualcuno, una qualche ragione ci sarà... Circa i fatti descritti, superata la rabbia iniziale, bisogna trarre qualche insegnamento dalla Storia: la Chiesa smise di bruciare poveri cristi sul rogo non per propria iniziativa ma perché le fu imposto di farlo da Stati laici che, tra l'altro, miravano anche a impossessarsi delle sue ricchezze e aspettavano solo l'occasione per metterla fuori legge; il Sindacalismo in Occidente fu duramente represso finché non si profilò all'orizzonte uno spettro ben peggiore, il Comunismo, che i padroni disinnescarono con la geniale invenzione del Welfare State (in pratica, assecondando le richieste dei Sindacati su orari, paghe e servizi). In pratica, chi tiene il coltello dalla parte del manico non ha mai ceduto nulla finché non è stato costretto a cedere dalle circostanze. La mondializzazione, la crescita di paesi un tempo sottosviluppati, ci è stata sempre proposta come ragione per indurci a rinunciare a qualcosa, mentre naturalmente i "soliti noti" non dovrebbero rinunciare a nulla, anzi. E se provassimo a ribaltarla, questa situazione?

Scrivi una recensione