Il piacere - Gabriele D'Annunzio - copertina

Il piacere

Gabriele D'Annunzio

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Curatore: Gianni Oliva
Collana: I MiniMammut
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 22 maggio 2014
Pagine: XVIII-268 p., Rilegato
  • EAN: 9788854165113

14° nella classifica Bestseller di IBS Libri Narrativa italiana - Classica (prima del 1945)

Salvato in 297 liste dei desideri

€ 3,70

€ 3,90
(-5%)

Punti Premium: 4

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Il piacere

Gabriele D'Annunzio

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Il piacere

Gabriele D'Annunzio

€ 3,90

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Il piacere

Gabriele D'Annunzio

€ 3,90

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

€ 2,11

€ 3,90

Punti Premium: 2

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 1,95 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Ritenuto da molti contemporanei il primo romanzo moderno, rivelatosi sicuramente il capolavoro di D'Annunzio, "Il piacere" suscitò grande scandalo all'epoca della sua pubblicazione (1889). La figura di Andrea Sperelli, incarnazione perfetta del dandy che ad ogni senso etico, ad ogni autentico valore antepone il solo gusto estetico, rappresenta l'uomo "senza centro" che ha perso la propria identità inseguendo un ideale di bellezza effimero e illusorio. Sullo sfondo della Roma umbertina, Sperelli si muove tra alcove e duelli, salotti e mondanità, diviso tra un amore sensuale e uno spirituale. Nel suo spietato spirito analitico, nella sua debolezza morale si riconosce in qualche modo l'autore che, grazie a queste pagine in cui si alternano dinamicamente presente e passato, realtà e memoria, si affianca ai grandi narratori europei del suo tempo.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,41
di 5
Totale 43
5
28
4
9
3
3
2
2
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Jolly

    17/05/2020 19:29:46

    Bello da leggere ma non l'ho finito. La scrittura troppo pomposa dopo un po' stufa. È comunque un classico che potrebbe piacere quindi consiglio di leggerlo comunque per farsi un'opinione propria.

  • User Icon

    sara

    16/05/2020 23:46:27

    Questo romanzo è estasiante. D’Annunzio era un genio. Ogni cosa viene descritta così minuziosamente e abilmente, secondo lo stile estetico a cui apparteneva il poeta di Fiume, che sembra di essere lì e di vivere ogni parola scritta su quelle pagine. Le immagini, i colori, gli odori, i profumi, le brezze, il calore, la pelle liscia di Elena, il fruscio degli abiti signorili, la passione di Andrea Sperelli.

  • User Icon

    chiara

    15/05/2020 09:04:56

    Il Piacere è di certo il più grande capolavoro di D'Annunzio, che mette in scena le vicende del dandy novecentesco Andrea Sperelli, che in fin dei conti è l'autore stesso. Non è una letteratura molto agevole, presenta una grande cura estetica per la parola e varie descrizioni dettagliate, da leggere con la massima concentrazione.

  • User Icon

    Giulia

    14/05/2020 20:35:15

    Scrittura dolce, le descrizioni minuziose aiutano il lettore ad immergersi nella storia. Non si può evitare di rimanere travolti dalle emozioni che D'Annunzio vuol farci provare con questo romanzo. Questo libro non può assolutamente mancare alla vostra esperienza da lettori.

  • User Icon

    Albi

    13/05/2020 12:56:38

    Imperdibile, da leggere almeno una volta nella vita

  • User Icon

    Giulia

    13/05/2020 09:50:02

    Ci sono due possibilità per questo libro: o lo si ama, o lo si odia. Si possono condividere le convinzioni e le azioni del protagonista, o le si possono giudicare sciocche e dettate da un profondo egocentrismo. Personalmente ho apprezzato molto questo romanzo, è stata una lettura piacevole, aiutata dallo stile sublime di D'Annunzio che mi ha fatta rimanere incollata alle pagine.

  • User Icon

    Serena

    12/05/2020 22:29:12

    Insuperabile D'Annunzio, libro perfetto e facile da portare con sé date le dimensioni

  • User Icon

    piccoladonna89

    11/05/2020 15:11:01

    Un classico che grazie alle sue immagini ricche di particolari porta il lettore all'interno del romanzo coinvolgendo tutti i sensi. Quest'opera di D'Annunzio non ha nulla da invidiare ai romanzi moderni sia per il linguaggio accattivante e "al passo con i tempi" sia per la struttura narrativa basata su amori e tradimenti.

  • User Icon

    Memy

    11/05/2020 12:57:10

    Quest’opera racchiude tutto il genio e l’estro di D’Annunzio. Andrea sperelli, suo alter ego, è un personaggio inusuale e aristocratico invaghito della bella Elena Muti. Lettura scorrevole e piena di dettagli che lasciano il lettore soddisfatto, soprattutto pieno di emozioni e di risentimenti. Si intravede tutto il gusto e la meravigliosa scrittura dannunziana, sicuramente non si può non leggere!

  • User Icon

    Arcangela

    25/09/2019 23:31:48

    Ogni giorno ci propongono nuovi libri privi quasi del tutto di significato ma spesso dimentichiamo i grandi classici che almeno una volta nella vita dobbiamo leggere. Lo consiglio perché è una delle opere letterarie più famose che ci sono in Italia e perché non deve rimanere nei libri di italiano ma nelle nostre menti.

  • User Icon

    giordana

    24/09/2019 18:06:24

    Onestamente non posso definire Gabriele D'Annunzio il mio autore preferito per via del fatto che scrive in maniera troppo narcisista. Anche ne Il Piacere denota il fatto di essere un uomo piuttosto egocentrico in parecchi spezzoni, cosa che di certo non ha contribuito a farmi piacere questa sua opera. Il personaggio principale è infatti creato a sua immagine e somiglianza. Anche il triangolo amoroso non è qualcosa che mi ha destato curiosità ad essere sincera. edizione comoda

  • User Icon

    p91

    24/09/2019 07:21:28

    Il titolo è un programma. Dimenticate di analizzare la trama, i personaggi, le ambientazioni ma entrate nell'atmosfera. Fatevi guidare dalla musicalità delle parole, scelte con minuzia una ad una. Questo non è solo un romanzo, è un manuale di letteratura, di prosa, di poesia, di musica, di arte. Sembrerà di entrare in un museo di dipinti romantici, in un mercatino di oggetti preziosi dal fascino antico, in un'orchestra. Un'opera classica fastosa, ricca ed austera. Letto con grande "piacere".

  • User Icon

    Soukaina

    23/09/2019 02:18:55

    Il piacere non può essere considerato la mia opera preferito. Premetto che nel corso del tempo mi è diventato chiaro il fatto che Gabriele D'Annunzio non è il mio autore preferito, questo scritto lo rappresenta in tutto e per tutto. Troppo auto proclamatorio a tratti e in altri leggermente avvincente, nella totalità non sono riuscita a gradire l'opera. Anche la contrapposizione tra le due donne di cui si parla a mio avviso è troppo semplicistica. Se ne avete la necessità invece questa edizione costa poco.

  • User Icon

    Giorgia

    22/09/2019 20:09:10

    Un capolavoro di D'Annunzio

  • User Icon

    bartolomeo

    21/09/2019 23:24:54

    L’opera, per chi non la conoscesse, è una delle più belle di D’Annunzio, con uno stile elevato e delle descrizioni molto dettagliate ( quindi, non adatto a chi predilige libri più “veloci” e meno descrittivi ), che fanno proprio entrare nella storia. Il libro di per sé non è enorme ( soprattutto questa edizione, che tende ad essere più lunga, ma più fine ) e l’unica pecca che i compratori dovrebbero conoscere è che la scrittura è davvero molto piccola. Dettaglio che a me, personalmente, non ha infastidito, ma che è bene che gli altri sappiano.

  • User Icon

    marco

    21/09/2019 23:23:49

    Il piacere è immergersi nell'italiano ottocentesco del Vate,grasso e burroso,evocativo e lirico, malleabile come creta. Consigliato se volete immergervi nei piaceri decadenti di un'Italia fin de siècle Sconsigliato se vi son piacute le 50 sfumature varie...

  • User Icon

    Benedetto

    21/09/2019 23:23:08

    Scritto nel 1889, Il piacere è senza alcun dubbio il più famoso romanzo di Gabriele D’Annunzio. Dopo aver riscosso un successo immediato, il protagonista dell’opera, il raffinato e coltissimo Andrea Sperelli, divenne ben presto emblema di un ideale estetico-decadente destinato ad influenzare la Letteratura italiana per diversi anni. Il Piacere fece così da contraltare a tutta quella tendenza naturalistico-positivista che in quel decennio aveva preso piede in Italia e che portava alla luce, proprio nello stesso anno, un altro capolavoro del calibro di Mastro Don Gesualdo di Giovanni Verga.

  • User Icon

    Gabriele

    21/09/2019 13:23:39

    Il piacere è immergersi nell'italiano ottocentesco del Vate,grasso e burroso,evocativo e lirico, malleabile come creta. Consigliato se volete immergervi nei piaceri decadenti di un'Italia fin de siècle

  • User Icon

    Verdiana

    21/09/2019 03:26:41

    Scritto nel 1889, Il piacere è senza alcun dubbio il più famoso romanzo di Gabriele D’Annunzio. Dopo aver riscosso un successo immediato, il protagonista dell’opera, il raffinato e coltissimo Andrea Sperelli, divenne ben presto emblema di un ideale estetico-decadente destinato ad influenzare la Letteratura italiana per diversi anni. Il Piacere fece così da contraltare a tutta quella tendenza naturalistico-positivista che in quel decennio aveva preso piede in Italia e che portava alla luce, proprio nello stesso anno, un altro capolavoro del calibro di Mastro Don Gesualdo di Giovanni Verga.

  • User Icon

    carolina

    20/09/2019 19:08:04

    “Perché la memoria dell'amore è dolce, sebbene amare in se stesso sia stato invano. E ciò che ho perso del piacere sopisce ciò che ho trovato di doloroso.” D'Annunzio è un autore che divide il pubblico a metà: da una parte chi lo odia, dall'altra chi lo ama. Personalmente lo trovo un autore affascinante, carismatico e attraente e ho avuto modo di rivalutare quest'opera, Il Piacere, proprio recentemente: un genio del suo tempo, direi. Lo consiglio a tutti a prescindere dai gusti o dai pregiudizi personali. La lettura di quest'opera aiuta a comprendere la società dell'800

Vedi tutte le 43 recensioni cliente
  • Gabriele D'Annunzio Cover

    Debuttò giovanissimo con la raccolta di versi Primo vere (1879), cui seguì nel 1882 Canto novo, nel quale è evidente l’imitazione di Carducci temperata da una già personale vena sensuale e naturalistica. A Roma, dove iniziò (ma non concluse) gli studi alla facoltà di lettere, D’Annunzio visse all’insegna della mondanità e dell’estetismo, sempre alla ricerca di nuove sensazioni in nome di un compiaciuto erotismo al quale sarebbe rimasto fedele sino alla fine con ossessive varianti. Dal decadentismo europeo assimilava, intanto, ideali di sensibilità e di raffinatezza e il gusto del tecnicismo formale: nacquero così, accanto ad alcune raccolte di versi, romanzi come Il piacere (1889), Giovanni Episcopo (1891)... Approfondisci
Note legali