I piaceri della tavola - CD Audio di Georg Philipp Telemann,Ricercar Consort

I piaceri della tavola

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Georg Philipp Telemann
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 7
Etichetta: Ricercar
Data di pubblicazione: 14 ottobre 2008
  • EAN: 5400439002708
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 60,50

Punti Premium: 61

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La fertile immaginazione di Telemann continua a lasciarci ammirati. Sonate, concerti,trii e quartetti rivelano sempre un compositore fecondo, particolarmente abile a crearemusica appropriata allo strumento specifico cui era destinata; siccome Telemann padroneggiavaun gran numero di strumenti, questo talento è ben comprensibile. Telemann destinavaqueste partiture sia ai professionisti sia ai dilettanti di tutti i livelli; nella prefazione alla suaTafelmusik, egli rivela che queste opere facevano anche parte degli svaghi quotidiani, ivicompresi i piaceri della tavola. In questa serie di ristampe dal catalogo Ricercar sono stateincluse opere di altri compositori contemporanei del direttore della musica di Amburgo, per ilpiù grande piacere delle nostre orecchie.Questo cofanetto di 7 CD è il primo di una nuova collana di ristampe tratte da fondo di catalogoRicercar ad un prezzo estremamente accessibile.Questa collezione raccoglie delle registrazioni di musica da camera e di musica concertantedi Georg Philipp Telemann realizzate fra il 1988 e il 1999. Accanto ai cinque dischi dedicatispecificamente a Telemann e alla quasi integrale della sua produzione per flauto dolce si trovanodue programmi appassionanti: uno dedicato alla musica per corno e l’altro alla musicaper gli strumenti più rari della famiglia dei flauti dolci nel periodo barocco… Il cofanetto ècorredato naturalmente da ampio materiale introduttivo.Raggruppati negli ensembles Ricercar Consort e La Pastorella, tutti i solisti che appaiono inqueste registrazioni sono fra i migliori specialisti degli strumenti barocchi. Quel che risultapure evidente è il ‘fiuto’ di Jérôme Lejeune, che aveva dato fiducia a tutti questi giovanisolisti in un’epoca in cui non avevano ancora acquisito la reputazione di solisti o direttori chepossiedono oggi: Philippe Pierrot (basse de viole), François Fernandez (violino), Frédéric deRoos (flauto dolce), Marc Minkowski (fagotto), Marc Hantaï (traversiere), Claude Maury (corno),Bernard Foccroulle (clavicembalo), Marcel Ponseele (oboe), Eric Hoeprich (clarinetto).
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Georg Philipp Telemann Cover

    Compositore tedesco. Figlio di un pastore evangelico, in campo musicale fu prevalentemente un autodidatta, ma ebbe modo di verificare le proprie cognizioni musicali e di prendere diretta cognizione di tutti gli stili (in particolare di quello italiano) a Hildesheim (dove trovò un protettore nel rettore del ginnasio), a Braunschweig e ad Hannover. Trasferitosi a Lipsia nel 1701 come studente in giurisprudenza, l'anno seguente fondò un Collegium musicum che contribuì notevolmente allo sviluppo culturale della città, collaborando attivamente con Johann Kuhnau, Cantor della Thomaskirche. Organista della Neue Kirche nel 1704, l'anno dopo si stabilì a Sorau, maestro di cappella in quella corte, poi (1708) ad Eisenach, patria di Johann Sebastian Bach col quale fu in rapporti di amicizia (gli tenne... Approfondisci
Note legali