Pianto della Madonna. Mottetti a voce sola - CD Audio di Claudio Monteverdi,Maria Cristina Kiehr

Pianto della Madonna. Mottetti a voce sola

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Claudio Monteverdi
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Harmonia Mundi
Data di pubblicazione: 9 febbraio 2010
  • EAN: 0794881941827

Nella lista dei desideri di 1 persona

€ 7,90

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Nella lista dei desideri di 1 persona


La maggior pate dei mottetti di Monteverdi a una voce fanno parte delle sue ultime opere come la famosa 'Selva morale e spirituale' (Venezia, 1640). Maestro assoluto di quella che viene chiamata 'seconda pratica', dimostra in questi pezzi tutta l'abilità acquisita nel corso degli anni scrivendo per una sola voce. Subito dopo aver portato il madrigale al suo livello più alto, Monteverdi realizza le conquiste del periodo barocco in questa forma di musica religiosa ereditata dai primi secoli di scrittura polifonica. Gli esecutori si sono battuti per far rivivere il tipico contesto veneziano dell'epoca, collocando queste opere sublimi in una cornice di toccate e sinfonie strumentali dei suoi contemporanei Marini, Merulo e Antegnati.

  • Claudio Monteverdi Cover

    Compositore.La formazione. primi successi e polemiche. Figlio del medico Baldassarre M., iniziò giovanissimo gli studi musicali sotto la guida di M.A. Ingegneri, maestro di cappella nella cattedrale di Cremona. A quindici anni rivelò la sua precoce maturità pubblicando una raccolta di Sacrae Cantiunculae a tre voci, cui seguirono quelle dei Madrigali spirituali a quattro voci (1583), e delle Canzonette a tre voci (1584). Nel 1587 apparve il primo dei sei libri di Madrigali a cinque voci che – pubblicati dal Gardano e dall'Amadino, veneziani – resero famoso il suo nome in tutta Europa (gli altri verranno pubblicati nel 1590, 1592, 1603, 1605 e 1614). Nel 1590 entrò a far parte, in qualità di suonatore di viola e di cantore, dell'orchestra di Vincenzo Gonzaga, duca di Mantova, il quale, amante... Approfondisci
| Vedi di più >
| Vedi di più >
Note legali