DISPONIBILITA' IMMEDIATA

Piccole grandi cose

Jodi Picoult

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Corbaccio
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 914,35 KB
Pagine della versione a stampa: 492 p.
  • EAN: 9788867003389

95° nella classifica Bestseller di IBS Ebook eBook - Narrativa straniera - Moderna e contemporanea (dopo il 1945)

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 2,99

Punti Premium: 3

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

«Il romanzo più importante di Jodi Picoult. Onesto, scomodo, introspettivo e di grande attualità. Un’autentica sfida per tutti noi.»
The Washington Post

Appassionante e intenso, un Buio oltre la siepe del terzo millennio che affronta un tema eterno e universale: il pregiudizio.

Da più di vent’anni, Ruth Jefferson è infermiera ostetrica al Mercy-West Haven Hospital. Durante il proprio turno, mentre sta effettuando il check-up di un neonato, viene improvvisamente allontanata: i genitori di Davis sono bianchi suprematisti e non vogliono che Ruth, afroamericana, tocchi il bambino. L’ospedale soddisfa la loro richiesta e impedisce a Ruth di avvicinarsi a Davis, ma il giorno successivo il piccolo ha delle complicanze cardiache proprio mentre Ruth è l’unica ostetrica in servizio. Intervenire oppure no? Obbedire all’esplicito divieto di toccare il bambino oppure al dovere etico di soccorrerlo? Ruth esita prima di effettuare il massaggio cardiaco, il bimbo muore e lei finisce per essere accusata di omicidio colposo.
Kennedy McQuarrie, avvocatessa bianca, sceglie di impostare una linea difensiva che escluda a priori l’ipotesi di razzismo nei confronti dell’infermiera. Sarà la scelta giusta? Ruth e l’avvocatessa faticano a trovare un modo di intendersi, ma la vicenda giudiziaria si rivelerà infine utile a entrambe per capire molto di più di se stesse e soprattutto per guardare il mondo da una nuova prospettiva.

4,82
di 5
Totale 11
5
9
4
2
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Elisa

    21/05/2019 11:54:47

    Molto bello... argomenti sempre molto toccanti che ti aiutano a vedere le tematiche sotto diversi punti di vista. Adoro come scrive sa portarti dentro alla storia.

  • User Icon

    Marta80

    02/10/2018 21:25:11

    Mi è piaciuto, ma non al livello di altri della Picoult che ho letto. A tratti è un po' prolisso, inoltre sebbene in generale mi piaccia molto la narrazione a più voci, perché permette di osservare la storia da diverse angolazioni, secondo me in questo caso è stato dato troppo spazio a Turk e al suo punto di vista. Mi hanno appassionato molto invece tutta la parte processuale e il rapporto tra Ruth e Kennedy, che cresce pagina dopo pagina fino a trasformarsi in amicizia. Lo consiglio, perché il tema del razzismo è sempre attuale ed è una lettura che fa riflettere.

  • User Icon

    Michela

    21/09/2018 16:08:40

    Libro che fa vedere e percepire la tematica nel razzismo in una visione che ti apre gli occhi. Solitamente non ci rendiamo conto di come e quando poniamo comportamenti razzisti. Parte da una storia caratterizzata da una presenza costante dell’ideologia del KKK e fa emergere le diverse forme di oppressioni che alleggiano nel quotidiano. Ho trovato la storia molto avvincente e travolgente nonché in parte anche istruttiva.

  • User Icon

    Letizia

    13/08/2018 20:07:37

    Racconto a più voci come ormai ho capito essere nello stile dell'autrice. Riflettori puntati sul razzismo odierno negli USA, che ha dell'inverosimile ai miei occhi. Bella l'evoluzione del rapporto della protagonista con il suo avvocato, lo scambio di punti di vista. Un altro libro interessante di una scrittrice che scrive sempre con cognizione di causa e particolari degni di esperti in vari campi

  • User Icon

    Luciana

    26/07/2018 16:13:35

    Libro intenso che commuove e fa riflettere, l'ho letteralmente divorato. Un testo da far leggere anche nelle scuole: il tema del razzismo, in tutte le sue forme, è sempre (purtroppo) di grande attualità.

  • User Icon

    Lorena

    28/05/2018 10:06:22

    Ancora una volta Jodi Picoult fa centro! Anche questo romanzo è da cinque stelle. Trama incalzante, pensieri profondi, personaggi vivi che ti restano dentro come persone che fanno parte della tua vita. Leggetelo.

  • User Icon

    Isa

    14/07/2017 16:44:29

    " A volte una neomamma con un bambino che strilla in braccio si rivolge a me chiedendomi come si fa a capire di che cosa ha bisogno un neonato. Sotto molti aspetti, avere a che fare con un adolescente non e' poi così diverso dall'avere a che fare con un neonato. Bisogna imparare a leggere le reazioni, perche' si è incapaci di stabilire con precisione che cosa provoca quel dolore."

  • User Icon

    barbara quadri

    04/07/2017 19:31:15

    Scoperta per caso un anno fa Jodi Picoult è diventata la mia scrittrice preferita perchè sa parlare di argomenti delicati come il razzismo in questo caso senza cadere nel banale o volgare ma senza fare paternalismi o falso pietismo.

  • User Icon

    Sonia

    23/06/2017 06:31:43

    E anche stavolta la Picoult non delude, anzi a mio parere è uno dei suoi migliori romanzi. Tema delicato che l autrice ha saputo affrontare con delicatezza,ma senza tralasciare nulla,senza nascondersi. Amo il suo stile nel dar voce a tutte le parti. Non so voi ma leggendolo il libro mi sono chiesta "ma se avessi avuto un'altra educazione, se avessi avuto altre esperienze, è proprio sicuro che non sarei stata comunque razzista?" non che questo voglio giustificare chi discrimina.

  • User Icon

    laura

    21/06/2017 07:36:19

    bellissimo libro molto scorrevole, tema ancora attuale come il razzismo raccontato in maniera delicata ma profonda che lascia da pensare. Una bella da storia.

  • User Icon

    Alberto

    04/06/2017 08:19:13

    Come sempre i romanzi di J.P. hanno temi importanti, etici, morali ed in questo al centro c'è la discriminazione razziale, ben sviluppato nella vicenda che vede Ruth profondamente ferita nella sua anima. Lo spiega molto bene l'autrice, nel caso il lettore non l'avesse capito, coinvolto dalla storia, come sempre ben scritta, scorrevole, ma non sciatta, che avvince chi legge, dicevo lo spiega nella nota finale: l'avvocato d'ufficio donna - Kennedy - non lo capirà fino a quando non proverà di persona l'opposto. Sembra scritto da una scrittrice afroamericana talmente J.P. è stata capace di calarsi nel tema. Consigliato, leggetelo.

Vedi tutte le 11 recensioni cliente
  • Jodi Picoult Cover

    Scrittrice americana. Ha studiato a Princeton scrittura creativa ma, prima di dedicarsi interamente al lavoro di scrittrice, ha fatto disparati mestieri. Ha cominciato a scrivere il primo romanzo mentre aspettava il primo figlio. Vive con i suoi tre figli e il marito Tim a Hanover nel New Hampshire.Tra le sue opere ricordiamo Il custode di mia sorella (2005), Il colore della neve (2006), Senza lasciare traccia (2007), Diciannove minuti (2008), Un nuovo battito (2009), La bambina di vetro (2010), Le case degli altri (2011), L'altra famiglia (2012), Incantesimo tra le righe (2013) e Intenso come un ricordo (2014), tutti editi da Corbaccio. Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali