Pipì lo scimmiotto rosa

Carlo Collodi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Curatore: R. Piumini
Illustratore: L. Koechlin
Editore: EL
Collana: Il tesoro
Anno edizione: 2004
Pagine: 104 p., ill. , Rilegato
  • EAN: 9788847713680
Salvato in 5 liste dei desideri

€ 6,80

Venduto e spedito da Libro di Faccia

Solo una copia disponibile

+ 4,90 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
LIBRO USATO

€ 6,50

€ 13,00
(-50%)

Punti Premium: 7

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 6,80 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Uscito per la prima volta sul "Giornale dei bambini" nel 1887, il racconto narra le avventure di Pipì, uno scimmiottino dal pelo rosa. Il suo stesso nome significa "color di rosa" nel linguaggio delle scimmie. Turbolento e alquanto dispettoso, Pipì fugge di casa in seguito a uno strano episodio. Incontra così il signorino Alfredo e gli promette di partire con lui. Ma un giorno il padre dello scimmiottino scopre dove si trova il figlio e lo raggiunge. I due partono insieme, vivendo mille avventure fino a quando Alfredo giungerà a riscattare Pipì dalle mani del masnadiero Golasecca. Età di lettura: da 9 anni.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Ades

    05/01/2020 04:58:02

    Un libro appartenente alla produzione del Collodi cosiddetta minore ed ingiustamente dimenticato, a parte qualche breve citazione inserita nei sussidiari della scuola primaria, che invece presenta notevoli spunti di interesse. La prosa è, come sempre in Collodi, vivace e frizzante anche se la trama in alcuni punti conosca qualche momento di stanca rispetto alle "Avventure di Pinocchio". Da leggere senz'altro

  • Carlo Collodi Cover

    Carlo Lorenzini, più noto con lo pseudonimo di Collodi (dal nome del paese natale della madre), nasce a Firenze il 24 novembre 1826. La madre, Angelina Orzali, benché diplomata come maestra elementare, fa la cameriera per l'illustre casato toscano dei Garzoni Venturi e in seguito presso la ricca famiglia Ginori di Firenze. Il padre Domenico Lorenzini, lavora come cuoco per gli stessi marchesi Ginori.Primogenito di una numerosa famiglia (ma dei 10 fratelli ne moriranno 6 in tenera età), Carlo frequenta le elementari a Collodi, affidato ad una zia. Malgrado il carattere vivace, viene avviato agli studi ecclesiastici presso il Seminario di Val d'Elsa e poi dai Padri Scolopi di Firenze.Quando il fratello Paolo Lorenzini diventa dirigente nella Manifattura Ginori, la famiglia... Approfondisci
Note legali