Un po' per amore, un po' per rabbia

Pino Cacucci

Editore: Feltrinelli
Collana: I canguri
Anno edizione: 2008
In commercio dal: 4 aprile 2008
Pagine: 409 p., Brossura
  • EAN: 9788807701955
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 9,72
Descrizione
Sono vent'anni - Outland rock è del 1988 - che Pino Cacucci raccoglie storie di eroi e ribelli, lotte e ingiustizie. Vent'anni in cui Cacucci da osservatore parziale registra e da conto dei propri vagabondaggi. Lo fa "Un po' per amore e un po' per rabbia". In questo libro, che è in qualche modo la summa di emozioni e riflessioni squisitamente cacucciane, c'è l'amore per il mondo, per i disperati, per i "combattenti", per le idee, per i paesaggi e qualche volta per la sua città (una Bologna smascherata e scalfita da un beffardo sorriso). E c'è la rabbia per i guasti della società civile e politica, per i paradossi della realtà sociale, per le ferite non chiuse della Storia.

€ 15,30

€ 18,00

Risparmi € 2,70 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibilità immediata

Questo articolo potrebbe non essere consegnato entro Natale
Quantità:

Libro inedito Chiara Gamberale
OMAGGIO ESCLUSIVO PER TE
Con soli 19€ di libri del Gruppo Feltrinelli fino al 15/01/2019

Scopri di più

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Gheorghe

    16/03/2011 18:51:21

    Da appassionato lettore, non si puo' dare un giudizio negativo se si conosce bene Pino Cacucci e se si sa chi sono i componenti della "banda" di scrittori di lingua ispanica che remano sempre controcorrente. Il capitolo dedicato al grande Soriano è commovente. Indispensabile per chi ama questo mondo.

  • User Icon

    daniele

    11/12/2008 14:03:47

    LIBRO PESSIMO. suddiviso in tre parti:- 1)descrizione di varie località....tipo guida turistica 2)commenti e opinioni su vari personaggi conosciuti dallo scrittore 3) alcune esperienze personali (forse...la parte più interessante, anche se dire interessante sarebbe fargli un complimento). QUESTO LIBRO MI HA DECISAMENTE ANNOIATO (l'ho finito solo perchè non mi piace lasciarli a metà). apprezzo molto Pino Cacucci, ma forse sarebbe meglio che ritornasse a scrivere romanzi.

  • User Icon

    gianluca guidomei

    07/09/2008 18:04:50

    "Starò sempre con i vinti, non fosse altro che per l' arrogante tracotanza dei vincitori." Pino Cacucci non sarà un grande scrittore ( anche in quest'ultima fatica risulta un pò noioso in qualche passaggio ) ma conosce l' animo delle persone, soprattutto quello dei perdenti, dei ribelli e dei diseredati. Mi ha fatto conoscere la storia e la cultura dell' America Latina, da quell' ottimo cronista che è. Mi stimola..."Le radici sono importanti, nella vita di un uomo, ma noi uomini abbiamo le gambe, non le radici, e le gambe sono fatte per andare altrove.".

Scrivi una recensione