Poirot e i quattro

Agatha Christie

Traduttore: M. Tropea
Editore: Mondadori
Edizione: 3
Anno edizione: 1979
Formato: Tascabile
Pagine: 178 p.
  • EAN: 9788804507727

55° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Gialli - Gialli classici

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 5,13

€ 8,08

€ 9,50

Risparmi € 1,42 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    zombie49

    13/10/2017 05:49:17

    Un uomo terrorizzato si precipita in casa di Poirot, farneticando di una misteriosa associazione, i Quattro. Si tratta di una pericolosa organizzazione che vuole impadronirsi del mondo, guidata da quattro formidabili e spietati criminali: un mandarino cinese, mente del gruppo, che da Pechino provoca eventi tragici e terribili; un miliardario americano, finanziatore delle imprese; una brillante scienziata francese; il misterioso Numero Quattro, il Distruttore, un killer inglese specialista in travestimenti, incaricato delle esecuzioni. Sembra, infatti, che tutti quelli che vengono a contatto con l’organizzazione finiscano uccisi. Agatha Christie era affascinata da Sherlock Holmes, e qui Hastings, io narrante, svolge x Poirot il ruolo del non proprio perspicace Watson. In questo libro la Christie torna al tema trattato nelle sue prime opere: è una spy story d’azione che porta i suoi protagonisti in giro nel mondo per difendere la democrazia da una multinazionale del crimine. Ci sono travestimenti, scambi di persona, fughe rocambolesche, improbabili colpi di scena. Il romanzo è più una serie di episodi che un continuo. La storia è del tutto incredibile, i personaggi sono scontati, ma erano gli anni dei grandi rivolgimenti politici successivi alla Grande Guerra: l’ascesa al potere di Stalin in Russia e di Mussolini in Italia, la crisi economica in Germania che preparò l’avvento del nazismo, l’affermazione degli Stati Uniti come potenza mondiale. Di certo, in Inghilterra la borghesia temeva l’attività spionistica e l’isolamento della propria democrazia di fronte ai grandi blocchi economici e militari. Come sempre, Agatha Christie contrappone l’intelligenza presuntuosa e ironica di Poirot alla violenza dei criminali fino all’inevitabile trionfo della giustizia. Oggi la storia appare datata e poco credibile, ma lo stile è scorrevole e la lettura offre qualche ora di piacevole intrattenimento, benché questo non sia fra i migliori romanzi su Poirot.

  • User Icon

    Bookworm

    17/10/2016 15:07:58

    Modello della Christie è sempre stato Sherlock Holmes, che trova in Moriarty il suo acerrimo nemico; allo stesso modo, quindi, Poirot si trova a fronteggiare i Quattro, un'organizzazione i cui membri sono talmente intelligenti da eguagliare (quasi) le sue celluline grigie. Romanzo non proprio di spionaggio, ma d'intrigo internazionale perché mancano l'azione e la violenza, questo libro presenta, di volta in volta, un giallo nel giallo, dandoci ancora una volta esempio dell'inesaurabile fantasia della Christie. Consiglio la visione della trasposizione cinematografica con David Suchet solo a coloro cui non è piaciuto il libro, dato che il film presenta una rielaborazione quasi totale della trama e, soprattutto, dei personaggi; forse così potranno ritenersi soddisfatti.

  • User Icon

    Fabrizio

    14/09/2015 23:13:08

    Un voto in più non posso darlo. romanzo carino,a tipico per la signora del giallo. non è un giallo non è una spy story, non c'è action, c'è però un accenno a Cortina e il plot della società segreta che si rifugia dentro una montagna per cambiare il mondo. L'idea la copieranno in molti, Fleming, Ludlum, ecc. Resta un romanzo che si legge tutto d'un fiato con un Hastings più antipatico che mai e un Poirot impalpabile. Preferisco la nostra quando mette tutti in una villa o su una nave e poi fa ammazzare qualcuno. Da legegre proprio se rimane l'ultimo romanzo dell'Autrice non letto.

  • User Icon

    Alessandro

    08/03/2015 18:48:02

    Poirot si trova ad affrontare un intrigo internazionale che può sconvolgere il panorama politico e sociale mondiale....e

  • User Icon

    mauro

    09/12/2013 18:23:25

    Un bellissimo libro, tra i migliori della serie di Poirot.

  • User Icon

    Holly-chan

    03/07/2013 01:31:49

    E' ovviamente un libro atipico per la Christie per chiunque abbia letto solo i romanzi di Poirot e Miss Marple (o Dieci piccoli indiani), ma non per chi abbia letto i meno conosciuti Avversario Segreto o L'uomo vestito di marrone. Si tratta di un romanzo di avventura e spionaggio, ma che grazie alla presenza di Poirot contiene anche numerosi casi tipici "da giallo" che l'investigatore deve risolvere (quasi come fosse una piccola raccolta di racconti dentro il romanzo d'avventura). Ovviamente chi lo legge si deve preparare ad un libro diverso dai classici dell'autrice, ma comunque ad un ottimo romanzo, che secondo me oltre ad essere avvincente e scritto benissimo (come sempre) dà ulteriore prova dell'incredibile versatilità di Agatha Christie. Mi ha tenuto incollato alle pagine come tutti gli altri!

  • User Icon

    nadia

    22/03/2013 11:09:28

    Sono rimasta un po' delusa da questo libro, anche perché non si tratta di un giallo vero e proprio, ma piuttosto di un racconto d'azione e avventura. Sul finale non c'è nessun smascheramento eclatante, nessuna scoperta stupefacente, e lo svolgimento del romanzo è molto frammentario, come se ogni capitolo rappresentasse un piccolo racconto a sè stante. Tuttavia, a rendere apprezzabile la lettura c'è l'impareggiabile simpatia di Poirot (io almeno lo trovo simpatico!) e le divertenti dinamiche del suo rapporto con Hastings.

  • User Icon

    SILVIA

    24/10/2012 17:07:58

    Il modo di scrivere della Christie è sempre geniale e intrigante, ma in questo caso devo dire che ho trovato la storia un po' irreale, per questo ho dato solo 3 come voto.

  • User Icon

    Flavio

    01/11/2010 13:44:34

    Il peggiore libro della Christie, banale irreale e inconsistente.

  • User Icon

    devel81

    28/08/2006 13:21:41

    bello,molto bello.lontano dai canoni abituali della scrittrice,il libro ti fa passare parecchie ore piacevoli in sua compagnia

  • User Icon

    omar lastrucci

    01/04/2005 14:05:57

    un libro atipico,ma MERAVIGLIOSAMENTE atipico della christie,suddiviso in tanti capitoli dove ognuno ha un piccolo mistero e una soluzione adeguata(come un libro di racconti,con per cornice la caccia ai quattro)la storia si fa divorare,pur essendo lontana,come rigore e profondità,dai dieci piccoli indiani o roger ackroyd...ma questo libro,avvincente e movimentato quanto molti suoi romanzi sono meravigliosi ma statici,è una pietra miliare della letteratura d'evasione,che non è ne giallo nè spy story ma un ò tutte e due,e si lascia meraviglisamente leggere,facendo la debita tara alle incongruenze e all'onnipotenza da semidio di poirot.

  • User Icon

    luca

    15/02/2005 03:04:55

    Uno dei libri più belli scritti da agata christie. storia avvincente e appassionante, sempre suol filo del rasoio..

  • User Icon

    aldo90

    28/09/2004 17:14:26

    secondo me è il piu avvivincente e appasssionante romanzo della christie qui poirot è in piena forma e da il meglio di se ! Leggetelo e rileggetelo !

  • User Icon

    andrea

    30/04/2004 10:24:35

    Sono un pò sorpreso di dissentire con gli altri lettori qui presenti, ma ritengo questo thriller il peggiore romanzo della geniale Agatha Christie: una storia inconsistente , poco credibile, a dir poco infantile e che per tantissimo tempo mi ha fatto desistere dal leggere altre opere della più grande scrittrice di gialli mai esistita. Lo sconsiglio a tutti.

  • User Icon

    Michele

    04/04/2004 21:36:47

    Il migliore e il più coinvolgente giallo di Agatha Christie, una volta cominciato e quasi impossibile staccarsi dalle pagine e ritornare alla realtà. Alla fine vedrete in tutte le persone che vi stanno attorno gli emissari dei famigerati Quattro!!

  • User Icon

    Giacomo

    22/10/2002 14:43:23

    Bello! Il filo conduttore è lo spionaggio, ma ovviamente e sapientemente è inserito anche il giallo. Poirot e Hastings vinceranno, ma rischieranno di rimetterci la pelle.

  • User Icon

    EVALUNA

    30/08/2002 15:34:11

    Uno dei romanzi più coinvolgenti della Christie! Poirot stesso è in pericolo! Un romanzo da non perdere per gli appassionati della signora del giallo...ve lo dice una che li ha letti quasi tutti!!!!!!!!!!!

Vedi tutte le 17 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione