Poliziotti di Giulio Base - DVD

Poliziotti

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Giulio Base
Paese: Italia
Anno: 1994
Supporto: DVD
Salvato in 10 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 8,90 €)

A Torino un poliziotto viene incaricato di sorvegliare un pericoloso criminale che riuscirà a sfuggire al suo controllo spingendolo al suicidio. Ispirato ad un fatto realmente accaduto.
4,5
di 5
Totale 2
5
1
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Mattia

    22/09/2018 07:01:52

    E' un ottimo film, ci sono grandi attori, uno strepitoso Michele Placido, reduce da pochi anni della "Piovra", la storia è molto convincente anche se la morte del poliziotto, non ha avuto un grande senso. Se un poliziotto o una guardia carceraria dovesse togliersi la vita ogni volta che evade un detenuto, questo non sarebbe più un paese sicuro...

  • User Icon

    Mr Gaglia

    27/01/2016 21:02:16

    Ispirato ad un fatto accaduto nel 1976, questo è un ottimo film! Un cast in cui vediamo grandi attori: Claudio Amendola (quando era meno "commerciale") il gigantesco Michele Placido ed il bravissimo Kim Rossi Stuart. Proprio l'interpretazione di quest'ultimo è stata magistrale; ineccepibile. La parte gli si addice perfettamente: delicato nelle sembianze fisiche, ma anche nell'animo. L'attore ha infatti il ruolo del giovane poliziotto, alle prime armi, che nella vita in realtà avrebbe voluto seguire un percorso diverso. Purtroppo per non deludere il padre, si ritrova a svolgere un mestiere che non è il suo. E' dotato di un' eccessiva sensibilità, di un tratto umano che risulta troppo bonario. Ed è cosi che si fa raggirare dal detenuto Sante (Michele Placido) che appunto riesce ad evadere. Il senso di colpa è troppo grande; prova a sfogarsi con il collega Lazzaro (Claudio Amendola) molto cinico, autoritario, scaltro ma anch'esso pieno di "maledizione". Commovente la scena, quando con animo raggelato gli sussurra: "Te non ti saresti fatto fregare". Già perché non tutti i poliziotti sono eroi, ed è giusto capire che è anche questa la realtà che si cela nei penitenziari. Ed è soprattutto necessario che molti genitori capiscano che i figli seguano la strada che più li rende felici e soddisfatti. Bellissimo film da guardare e custodire.

  • Produzione: Cecchi Gori Home Video, 2005
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 100 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: interviste: intervista a Giulio Base e Michele Placido; biografie: biografia del regista e degli attori principali
  • Giulio Base Cover

    Regista e attore italiano. Terminati gli studi all’Accademia di Firenze, esordisce alla regia nel 1991 con Crack. Dopo il road-movie Lest (1993), ambientato nell’Europa orientale, nel 1994 dirige l’interessante Poliziotti, un film influenzato da modelli americani e attraversato da un ritmo narrativo insolito per il panorama italiano. Con Lovest (1997) riprende due dei personaggi di Lest, questa volta in viaggio sulle strade americane. Ancora gli Stati Uniti sono il set di La bomba (1999), irrisolta commedia di ambientazione mafiosa, che non riesce a capovolgere comicamente molti degli stereotipi del genere. A partire dal 2000 dirige numerose serie televisive. Approfondisci
  • Claudio Amendola Cover

    Attore italiano. Figlio dell’attore e doppiatore Ferruccio A., esordisce al cinema con Vacanze di Natale (1983) di C. Vanzina. Prosegue la carriera interpretando spesso il tipico giovane romano di borgata, fino a Mery per sempre (1989) di M. Risi in cui è un detenuto palermitano. Attore dotato di grande presenza fisica e di un innegabile carisma, lavora poi, tra gli altri, con E. Scola (Il viaggio di Capitan Fracassa, 1990), C. Mazzacurati (Un’altra vita, 1992), P. Chéreau (La regina Margot, 1994) e J.P. Rappeneau (L’ussaro sul tetto, 1995). Nel 1996 è il terrorista Braccio in La mia generazione di W. Labate, probabilmente la sua migliore interpretazione. Approfondisci
  • Michele Placido Cover

    Attore e regista italiano. Interprete dal carattere intenso e viscerale, ma capace anche di toni dimessi, fa la sua prima apparizione cinematografica in Teresa la ladra (1973) di C. Di Palma, seguita da un decennio in cui recita in numerosi film (tra i principali Romanzo popolare, 1974, di M. Monicelli e Salto nel vuoto, 1980, di M. Bellocchio). La svolta della sua carriera arriva nel 1984 con il ruolo del commissario Cattani nelle quattro fortunate serie televisive di La Piovra: diventa così uno degli attori italiani più richiesti e offre due vibranti interpretazioni in Mery per sempre (1989) di M. Risi e, nel ruolo di un losco affarista, in Lamerica (1994) di G. Amelio. Nel 1990 esordisce nella regia con Pummarò, un film sui problemi di integrazione degli immigrati. La sua carriera di regista... Approfondisci
  • Kim Rossi Stuart Cover

    È un attore e regista italiano. Ha recitato in numerosi film, tra cui i più noti sono “Al di là delle nuvole”, “Pinocchio”, “Le chiavi di casa”, “Romanzo criminale”, “Piano, solo”, “Questione di cuore”, “Vallanzasca - Gli angeli del male” e “Anni felici”. Nel 2005 esordisce alla regia con il film “Anche libero va bene”, di cui è anche sceneggiatore e interprete. Nel corso della sua carriera ha vinto un David di Donatello, tre Nastri d’argento, due Globi d’oro, tre Ciak d’oro e tre Premi Flaiano. Nel 2019 esce il suo libro Le guarigioni per La Nave di Teseo. Approfondisci
Note legali