Polnische Hochzeit

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Joseph Beer
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 2
Etichetta: CPO
Data di pubblicazione: 1 gennaio 2017
  • EAN: 0761203505920

€ 38,50

Punti Premium: 39

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Joseph Beer (1908-1987).
Polnische Hochzeit, operetta in un preludio e tre atti.
All’inizio degli anni Trenta Joseph Beer era considerato l’astro nascente dell’operetta tedesca e lo strepitoso successo ottenuto dalle sue Nozze polacche sembrò spalancargli una carriera luminosa e ricca di soddisfazioni. Per sua sfortuna, l’ascesa del regime nazista mandò ben presto in fumo i suoi sogni di gloria. In precedenza Paul Abraham e il suo fidato librettista Fritz Löhner-Beda avevano preso Beer sotto la sua ala protettrice e si erano adoperati a fondo per favorirne l’affermazione. D’altra parte, Abraham e Beer avevano molte cose in comune, tra cui le radici ebraiche, un carattere estremamente nervoso e soprattutto uno stile quanto mai eclettico, nel quale trovavano spazio anche alcuni elementi della tradizione popolare e del jazz. Nella produzione di Beer sono presenti in forma molto concentrata tutte le caratteristiche tipiche dell’operetta, tra cui brillanti duetti dal sapore inconfondibilmente locale alla maniera di Kálmán, finali dai toni operistici simili a quelli di Lehár e danze dalla spiccata carica ritmica, che ricordano quelle di Abraham. Nel 1934 una rivista austriaca scrisse: «Nel campo dell’operetta le vere sorprese sono ormai diventate molto rare e i compositori che possono vantarsi di avere riportato nel corso degli ultimi anni successi davvero significativi in questo ambito si contano sulle dita di una sola mano. Per fortuna, è comparso all’improvviso un giovanotto di ventiquattro anni di nome Joseph Beer, che ha presentato un’operetta pervasa da uno straordinario fascino musicale, una invenzione melodica al tempo stesso sontuosa e originale, una struttura molto solida e un’orchestrazioneche è un vero piacere da ascoltare». Franz Lehár era nato quarant’anni prima di Beer e pochi mesi prima delle Nozze polacche all’Opera di Stato di Vienna era stata messa in scena per la prima volta Giuditta, vertice assoluto di un’operetta che si stava ormai approssimando al suo tramonto. I tempi erano maturi per una nuova generazione di compositori, tra i quali Beer sembrava l’uomo più adatto per proiettare l’operetta nel futuro.
  • Joseph Beer Cover

    Clarinettista boemo. Concertista di fama internazionale, apportò miglioramenti tecnici allo strumento e ne diffuse l'uso, dedicando a esso anche alcune composizioni. Approfondisci
Note legali