Il popolo dell'abisso

Jack London

Curatore: M. Maffi
Editore: Mondadori
Collana: Oscar moderni
Anno edizione: 2018
Formato: Tascabile
In commercio dal: 30 gennaio 2018
Pagine: XXVIII-273 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788804684596
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

A Londra nell'estate del 1902 Jack London condivide la vita di vagabondi, disoccupati e operaie, si veste da clochard e abita nel dedalo di vicoli dove, un quindicennio prima, si aggirava Jack lo Squartatore. Per raccontare il cuore di tenebra della metropoli, il vasto slum proletario a ridosso del fiume e dei docks, questo autore promettente, fiore all'occhiello del giovane movimento socialista statunitense, non si limita a usare la penna: con la sua Kodak e un'attenzione da etnografo mai priva di umanità, scatta decine di folgoranti istantanee. Visi e corpi dialogano efficacemente con la parola scritta per raccontare l'East End londinese all'apertura del secolo.

€ 9,35

€ 11,00

Risparmi € 1,65 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alessandro B.

    22/09/2018 17:10:58

    Testo scritto benissimo e ben tradotto. Spaventosa la descrizione, da parte dell'autore di Zanna Bianca, delle condizioni di vita dei londinesi più poveri (East End) di oltre un secolo addietro. Qualcosa di analogo lo si può ritrovare nelle condizioni descritte dal premio Pulitzer 2017, Matthew Desmond, nel terribile resoconto di "Sfrattati": evidentemente e in alcune circostanze, il sistema anglosassone non progredisce!

  • User Icon

    Carol

    15/12/2016 17:42:13

    Calarsi nei bassifondi per raccontarli dal vero: una modalità di osservare, indagare e raccontare che molti reporter odierni hanno preso come esempio. E nonostante sia passato più di un secolo e di orrori ne abbiamo visti molti e anche da vicino, le condizioni dei miserabili dell'East End di Londra stupiscono, commuovono e scandalizzano ancora, grazie anche alle parole con cui Jack London le descrive.

  • User Icon

    susanna bottini

    25/08/2014 09:21:52

    Jack London in questo libro, scritto nel 1902, con un'idea nnovativa per l'epoca, si trasforma in giornalista e scrive un appassionato saggio sulle terribili condizioni dell'East End di Londra, dove miseria, sporcizia, degrado e abbrutimento la fanno da padroni. Travestito da misrabile anch'egli, si muove tra la folla di diseredati e vagabondi, visita gli spaventosi dormitori pubblici, gli ospedali, i tuguri malsani in cui si accalcano - in una stanza - anche dieci persone, racconta di ubraichi, prostitute e gente denutrita, il tutto nel cuore dell'Impero allora più potente del mondo. Un grande lavoro su cui meditare.

Scrivi una recensione