La porta chiusa

Anne Holt

Traduttore: G. Puleo
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2009
Pagine: 430 p., Brossura
  • EAN: 9788806200084
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 9,99

€ 9,99

€ 18,50

10 punti Premium

€ 15,72

€ 18,50

Risparmi € 2,78 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    cesare

    27/04/2010 17:08:40

    fantapolitica alternata a fumettistica mascherata da letteratura femminile moderna, storia che non sta in piedi con qualche sprazzo di dialogo e descrizione di personaggi verosimili.Lettura sconsigliata a tutti.

  • User Icon

    Monica

    17/12/2009 00:33:39

    "Quello che ti meriti" e "Non deve accadere" erano ben altra cosa. Questo invece mi ha deluso tantissimo...Incommentabile.

  • User Icon

    luca

    14/12/2009 15:40:15

    E' il primo libro della Holt che leggo e mi è sembrato tutt'altro che noioso. Certo non è un capolavoro nè tantomeno una "grande trhiller", ma per passare un paio di pomeriggi mentra fuori piove mi sembra l'ideale.

  • User Icon

    tania

    17/11/2009 18:21:28

    Definisco questo libro un'occasione sprecata: non c'è nessun approfondimento dei personaggi e la storia è talmente strampalata da risultare comica. Amo molto la coppia Ingvar/Joanne, ma in questo romanzo è praticamente assente. E che dire poi del segreto di Joanne? Sviluppato in una riga...che peccato!

  • User Icon

    Federico

    06/11/2009 10:07:16

    Anne Holt sorprende ancora una volta con un nuovo capitolo della saga che vede come protagonisti la criminologa Vik ed il poliziotto Stubo, personaggi complicati, reali, incredibilmente vivi. L'Autrice sorprende perché si è dimostrata (con questo terzo libro) di poter cambiare...cambiare genere di storia, stile ma di rimanere sempre la stessa (per fortuna europea e mai troppo "statunitense", sebbene di USA se ne parli molto in quest'opera). Infatti non ha nulla di somigliante con "Quello che timeriti", come dopotutto il secondo romanzo (Non deve accadere). Forse, questa volta, la storia potrebbe deludere un poco, ma ciò non toglie che si possa parlare di una bona opera (tenuta alta, a parer mio, dagli incredibili personaggi che la popolano e che, con la loro umanità, la rendono ricca: personaggi, insomma, troppo vivi in grado, per questo di affascinare). Indiscusso successo (il migliore libro, in altre parole), comunque, resta Quello che ti meriti.

  • User Icon

    rossana d'alessandro

    28/10/2009 14:40:21

    Noioissimo e sgangherato: sfido chiunque a capire come hanno realmente fatto ad impadronirsi della presidente..bel servizio di sicurezza, fra parentesi. E non parliamo delle coincidenze assurde, come quella della rapita che si trova nella cantina della poliziotta paralitica... e la Vik odiosa e scorbutica con il suo pazientissimo uomo. Ma soprattutto noioso, noioso, noioso.

  • User Icon

    mc

    27/10/2009 23:01:54

    Sorprende che un editore come Einaudi pubblichi un giallo come questo. I personaggi sono inesistenti e sembrano disegnati con lo stampino. La vicenda poi e' assolutamente improbabile, e sembra cucita assieme - malamente - solo per giustificare le 430 pagine del testo. Gli eventi culminanti sono frutto del caso e aggiungono un elemento di irrealta' quasi comico. Complessivamente, un'altro libro di AH assolutamente da sconsigliare, e pubblicato solo per sfruttare l'onda del "giallo scandinavo".

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione