Le porte regali. Saggio sull'icona - Elémire Zolla,Pavel Aleksandrovic Florenskij - ebook

Le porte regali. Saggio sull'icona

Pavel Aleksandrovic Florenskij

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Curatore: Elémire Zolla
Editore: Marsilio
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,32 MB
Pagine della versione a stampa: 120 p.
  • EAN: 9788831742849

nella classifica Bestseller di IBS Ebook eBook - Religione e spiritualità - Cristianesimo - Spiritualità ed esperienza religiosa

Salvato in 1 lista dei desideri

€ 7,99

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"Le porte regali", il saggio sull'arte e la liturgia dell’icona del sacerdote e scienziato russo Pavel A. Florenskij, uscì in Italia nel 1977 a cura di Elémire Zolla (1926-2002), al quale si deve la prima edizione mondiale al di fuori della Russia del capolavoro di Florenskij La colonna e il fondamento della verità. Saggio di teodicea ortodossa in dodici lettere (1914), oltre alla versione antesignana di sparsi scritti florenskijani sulla rivista «Conoscenza religiosa». Ora che un’ampia messe di testi di Florenskij è nota al pubblico italiano, questa edizione dà l’occasione di immedesimarsi attraverso la parola di Florenskij e il commento empatico di Zolla nel mistero di un dipingere che si fa strumento di conoscenza soprannaturale, giacché l’icona – scrive Florenskij – è l’affiorare alla mente di un archetipo celeste. Le fasi del dipingere equivalgono a una cosmogonia: dalla campitura di biacca sulla tavola all'abbozzo, alla stesura del colore di base, alla modellatura dell’immagine, alla luce sul volto con le ripassate dell’oro in polvere. Gli stili della pittura di icone in Russia e nelle altre terre di fede ortodossa hanno conosciuto un’ovvia evoluzione attraverso i secoli mantenendo però intatta la fedeltà al canone la cui formulazione esemplare è nel sillogismo: «Esiste la Trinità di Rublëv, perciò Dio è».
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    MarioZenith

    20/09/2018 17:08:27

    Pavel Florenskij spiega l'arte dell'Icona Ortodossa come l'anti-arte per eccellenza. L'Icona è necessariamente frutto di un'esperienza mistica del pittore che rappresenta materialmente l'immateriale. Questa rappresentazione, in cui la tecnica è totalmente asservita al simbolismo, è una finestra tramite cui possiamo affacciarci sul creato invisibile. L'Iconostasi delle chiese Ortodosse e le Icone ivi poste, ci indicano il confine tra questo mondo e quello infinito. Sacro vuol dire appunto separato, ed il regno di Dio è separato da quello in cui viviamo ora, l'Icona ci indica la strada per apprezzare e magari oltrepassare questa demarcazione. Pavel Florenskij ci spiega il significato dell'icona come esperienza mistica con un linguaggio metafisico sublime, semplice e chiaro, una lettura assolutamente consigliata a chiunque voglia approfondire la spiritualità Ortodossa, magari anche per riscoprire quella occidentale, acciaccata da anni di parlatine "sullo spirito del concilio". Lo consiglio vivamente!

Note legali