Il porto dei sogni incrociati

Björn Larsson

Traduttore: K. De Marco
Editore: Iperborea
Edizione: 6
Anno edizione: 2001
Pagine: 312 p., Brossura
  • EAN: 9788870910971
Disponibile anche in altri formati:

€ 14,45

€ 17,00

Risparmi € 2,55 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 9,18

€ 17,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    AdrianaT.

    11/05/2015 12:07:16

    "Un marinaio dev'essere qualcuno che si sogna, non un ricordo." Rosa Moreno voleva innamorasi. Ma non di uno qualsiasi. L'oroscopo diceva che sarebbe stato un Capricorno. E Capricorno fu, e come Bridget Jones, Rosa si sentì dire che a lui, lei piaceva così com'era, e come Bridget Jones sentì suonare i violini. Marcel, il Capricorno, è un gran bel tipo dal sorriso Durban's e gli occhi a mandorla, romantico capitano di una nave cabotiera, con un debole per gli esseri umani, curioso di sapere come prendono la vita; uno che aveva come hobby l'umanità e i suoi sogni, pensieri e desideri, il che non quadrata molto con le caratteristiche generali del Capricorno, ma questo è irrilevante, mentre non sono irrilevanti tutti gli altri personaggi, (a volte dai pensieri un po' puerili e banalotti, in verità), e gli altri porti che via via si susseguono nella storia e l'amore ai tempi di Netscape. Ma io vado su Google Earth, vado a vedermi Tréguier in Bretagna con la sua cattedrale e le aperture del campanile a forma di cuori, quadri, fiori e picche perché costruita in onore di Dio coi proventi del gioco d'azzardo; poi vado a Villagarcìa in Galizia, a Kinsale in Irlanda, a Marstal in Danimarca e giro intorno al faro di Fastnet Rock, e così viaggio col mouse, ma soprattutto con la mente... che bello! Questo soprattutto succede con le storie di Björn Larsson, dal pirata Long John Silver al Cerchio celtico in poi. È questo che mi interessa, che mi piace e che prendo dai suoi libri; lui mi fa viaggiare sempre, alle latitudini che più amo, sognare e sospirare... Tutti pazzi per Marcel (il Capricorno), dunque, il carismatico personaggio centrale che entusiasma all'inizio, ma che alla lunga però, risulta un po' stucchevole. Per tutto ciò, non l'ho trovato all'altezza dei suoi sopraccitati, ma comunque un bel viaggio.

  • User Icon

    Filippo

    05/10/2011 08:41:47

    E' un libro bellissimo, che rimane dentro a lungo. Una sola nota negativa è il formato editoriale, praticamente difficile da sfogliare. Spero in una prossima ristampa in un formato più piacevole.

  • User Icon

    Tatiana

    09/09/2010 09:11:55

    Insomma...l'iniziale interesse destato dalla costruzione simmetrica e ricca di richiami del testo perde la sua forza a metà narrazione, che diviene a tratti noiosa e scontata. La storia ha dei momenti inventivi molto felici e alcuni spunti interessanti. Il personaggio del capitano Marcel rimane fin troppo evanescente. Alla fine viene da chiedersi, sull'onda dei quattro "naufraghi terraioli", se si sia veramente trattato solo di un sogno.

  • User Icon

    roberto dal bianco

    16/06/2010 17:59:25

    E' un libro d'amore per chi ama il mare,la navigazione,i porti e le persone che vi gravitano attorno.Una storia d'amore e di mare con dei personaggi talmente verosimili che un giorno potresti incontrarli nella penombra di qualche taverna.Larsson ha avuto la fortuna di veleggiare e di vivere in barca,perciò è la persona più adatta per descrivere certi ambienti e certe sensazioni.L'ho riletto a maggio all'Elba seduto in spiaggia con uno scirocchetto che mi soffiava alle spalle.Una meraviglia.Attenzione però,se non vi piace il gusto salmastro cambiate libro.

  • User Icon

    Deb

    02/09/2009 12:42:49

    Un capitano dal sorriso magnetico regala un sogno in ogni porto che tocca con la sua nave, fino a quando una giovane spagnola, un'affascinante lady francese, un informatico in pensione e un gioielliere non decidono di inseguirlo e di cercare un contatto tra le loro speranze e la realtà. Un libro che profuma di mare e di libertà, una ballata romantica di illusioni e dolore che allontana dalla terra ferma. La prima parte, quella dei sogni che si incrociano, è la più bella e crea aspettative talmente alte che forse poi c'è un po' di amarezza nel finale, che sembra giungere troppo presto.

  • User Icon

    domenico

    22/09/2008 14:50:23

    Tentativo coraggioso ma mal riuscito. Libro poco convenzionale ma niente affatto geniale. Do 2 per la stima che nutro per l'autore de La vera storia del pirata LJSilver, autore che comunque dimostra originalità. Se non fosse Larsson l'autore probabilmente avrei dato 1.

  • User Icon

    Stefania

    08/03/2008 17:58:10

    Mi ha rapita...semplicemente splendido, sognante...ti avvolge ti trascina in quella dimensione tra sogno e realtà che spesso mi da rifugio e che molti di noi ignorano...da leggere e da rileggere...

  • User Icon

    george

    01/05/2005 17:35:54

    deludente.meriterebbe 2 ma gli do' 1 xkè costa troppo;la casa editrice spesso pubblica bei libri ma dovrebbe avere prezzi piu ragionevoli

  • User Icon

    ROBERTO

    23/01/2005 16:58:17

    Il più bel libro di Larsson,scrittore che mi ha appassionato. La figura di Marcel è una figura piena di carisma che condiziona in qualche modo gli altri personaggi. Tutti sono in cerca di riscatto,come noi,del resto......

  • User Icon

    Marco

    07/09/2004 00:01:43

    Un libro semplicemente stupendo, col quale si può tornare a sognare, anche una vita diversa perchè no

  • User Icon

    Renato

    07/11/2003 10:50:15

    Lasciatevi coinvolgere da queste avventure, finalmente si può sognare. Con questo romanzo, Larsson ci fà visitare gli approdi più nascosti della nostra anima.Sarà impossibile non essere complici delle solitudini dei personaggi,i quali sapranno riconorscesi al primo incontro.

  • User Icon

    stefano

    20/08/2003 18:10:05

    È un libro splendido; la storia ti prende poco a poco con delle descrizioni dei paesaggi di mare indimenticabili. E toccante è il percorso di Marcel e degli altri 4 personaggi. Un libro profondo, che a tratti non è più solo racconto ma diventa vera poesia. Treviso, 2003

  • User Icon

    quacqs

    09/05/2003 11:17:01

    Uno splendido disperato racconto di mare. Questo libro siamo noi, con tutto quello che avremmo voluto essere ed alla fine non siamo stati o tutto ciò che siamo stati e non saremo mai più. Ha l'essenza di una melodia di tango. Leggetelo e fate conoscere questo straordinario scrittore al resto del mondo

  • User Icon

    Filippo De Franceschi

    07/01/2003 08:14:13

    Il romanzo e' meraviglioso. Ho trovato terribile la POSTFAZIONE alla fine del libro, ho subito tagliato con le forbici queste ultime cinque pagine. Mi raccomando, se volete gustarvi fino in fondo il libro togliete subito la postfazione, per evitare di rovinarne la poesia con i commenti di chi vuole spiegare tutto, anche i sogni.

  • User Icon

    Daniela

    20/08/2002 11:59:30

    Un romanzo ben costruito, scorrevole, e congegnato sul contrappunto delle relazioni umane, qui simboleggiate dai quattro protagonisti, che cercano qualcosa di profondo e troveranno se stessi nell'autentico confronto con gli altri. Marcel è il catalizzatore, una figura quasi sapienziale. Le descrizioni psicologiche sono efficaci e coinvolgenti. Il ritmo della narrazione trascina in un viaggio dentro le aspirazioni più profonde dell'animo. Scrittura affascinante, una lettura che sa regalare emozioni e riflessioni.

  • User Icon

    gianluca

    24/02/2002 02:18:39

    Il porto come approdo o come punto da cui partire o ripartire? Domande che valgono anche per noi "terrestri". La nostra cultura ha perso ormai la suggestione del porto come molo dei sogni, dei desideri, dei dolori, dei ricordi e delle speranze. Gli Iperborei no.

  • User Icon

    eugenio

    31/12/2001 09:54:32

    Dopo averci fatto sognare con le esotiche peripezie di Long John Silver, Larsson intraprende le rotte del cuore umano, destinazione sogni da avverare. Romanzo complesso e toccante, pervaso di nordica malinconia, bello e triste come un film di Bergman. Dell'arte di disegnare storie, pensieri e sentimenti con il tocco preciso, leggero e mai pedante che può permettersi solo un cultore delle grandi lettere francesi, Larsson si conferma anche in questo libro impareggiabile maestro.

Vedi tutte le 17 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

Romanzo più intimista e romantico dei precedenti, pur senza perdere momenti di vera avventura, quest'ultimo libro di Björn Larsson riconferma il valore dello scrittore svedese famoso per i suoi racconti marinareschi. Dopo La vera storia del pirata Long John Silver e Il Cerchio Celtico, Il porto dei sogni incrociati approda nel territorio dei desideri e dei sentimenti, narrando le vicende di quattro personaggi i cui destini si intrecciano grazie a un enigmatico lupo di mare. Le vite di Rosa Montero, Madame Le Grand, Peter Sympson e Jacob Nielsen scorrono sui binari della solitudine e della monotonia, accomunate solo dall'insofferenza per la propria condizione e l'intensità dei loro sogni, fino all'incontro con Marcel. Capitano di lungo corso, Marcel ama definirsi "un venditore ambulante di sogni" e in effetti fa rotta tra gli incontri della vita con la stessa elegante noncuranza con cui manovra la sua nave tra flutti e tempeste. Sarà lui a dare ai quattro la spinta "per alzare le vele e prendere i venti del destino". Su suo invito tutti si ritrovano a Kingsale su una barca a vela: la convivenza delle loro diversità, il luogo chiuso eppure aperto a scenari di vita incontaminati, il passare tempo indeterminato a raccontarsi rappresenterà per le due donne e i due uomini un'esperienza unica sulla via del cambiamento. Ambientato nel presente ma costruito come una fiaba, con i ritmi da ballata delle leggende dei marinai, Il porto dei sogni incrociati celebra il mare e la sua libertà ma anche i porti come luoghi del possibile e dell'incontro tra sogno e realtà.