Traduttore: G. Dàuli
Editore: Garzanti Libri
Collana: I grandi libri
Anno edizione: 2004
Formato: Tascabile
In commercio dal: 24/06/2004
Pagine: XX-366 p., Brossura
  • EAN: 9788811366492
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 7,22

€ 8,50

Risparmi € 1,28 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Rosella Rapa

    18/11/2012 05:13:06

    Non tragga in errore la parola saga: si tratta di un romanzo compiuto,e non proprio facile.I Forsyte sono presi come esemplificazione dell'alta e prospera borghesia vittoriana, nel momento del suo massimo fulgore.Lo stile narrativo è particolare: inizia dall'esterno,poi,impercettibilmente si sposta all'interno,ora dall'uno ora dall'altro dei tanti Forsyte,osservando gli eventi secondo il loro personale sentire.Questo continuo cambiamento del punto di vista consente un'analisi psicologica estremamente profonda, ed anticipa la dissoluzione della trama che avrà i suoi massimi esponenti in Joyce e Woolf.L'immedesimarsi nei diversi protagonisti, ciascuno con propri vizi e virtù, porta il lettore a partecipare in modo molto più diretto ed intimo allo svolgersi della vicenda,anzi delle vicende,poiché lo stesso evento si frammenta,in tante parti quante sono le personalità che lo vivono.I personaggi sono numerosi,perché molti sono i caratteri da analizzare;la bravura dello scrittore sta nel rendere ogni Forsyte allo stesso tempo elemento di una ben precisa tipologia,ed insieme mostrare persone vere e sofferenti,dietro la maschera d'impassibilità che era quasi un dovere ostentare. E'una sofferenza egocentrica ed egoista,ma non esasperata:ognuno dei vecchi Forsyte sente la vita sfuggirgli,si preoccupa per il futuro dei figli, prova affetto per i propri nipoti,disprezza quelli degli altri,e cerca di mostrarsi più ricco di quanto non sia,in un conflitto tra fratelli che increspa la facciata di solenne rispettabilità da mostrare all'esterno,ai non-Forsyte.La vicenda ha un inizio e una fine piuttosto aleatori: il finale è a sorpresa, imprevedibile. Le signore e signorine Forsyte restano oscure,distanti,imperscutabili.La tecnica narrativa consentirebbe un maggiore approfondimento,quindi sorge spontanea una domanda: le donne non fanno parte a pieno titolo di questo universo tipicamente maschile,o lo scrittore non osa penetrare al pieno la complessa psiche femminile?

  • User Icon

    Enrico

    09/03/2012 16:50:33

    L'ambientazione è magistrale, il "sapore" dell'epoca della narrazione è forte e penetrante. Consigliato per gli amanti del genere.

  • User Icon

    Miroluva

    26/02/2012 15:24:30

    Il Possidente è il primo volume della saga dei Forsyte, andrebbe letta tutta. Anch'io l'ho letta diverse volte e tutte le volte scopro che mi piace sempre di più. I personaggi, anche i minori, sono ben delineati, la ambientazione è ricca di particolari e suggestiva. Vorrei poter leggere anche un'altra triologia che ha scritto "Ancella" "landa in fiore" e un terzo di cui non ricordo il nome. Non riesco a trovarla da nessuna parte. Qualcuno mi sa dire se esiste anche usata? Grazie .Miroluva

  • User Icon

    Lucia

    27/08/2011 13:57:38

    Una penna, quella di Galsworthy, che con la sua ironia non perdona. Mette a nudo impietosamente i vizi della società vittoriana dell'epoca (solo dell'epoca?) andando oltre la facciata di perbenismo sotto la quale si nascondono un'aridità e una superficialità che lasciano pensare. Fortunatamente in qualche personaggio rimane dell'umanità confortante. Amarissimo il finale.

  • User Icon

    chiara

    20/04/2007 09:56:42

    Prima di tutto bisogna che IBS metta in catalogo tutta la Saga dei Forsyte e non solo il primo volume. Leggere Il Possidente e non il seguito non ha senso. Nella mia vita ho letto e riletto la saga dei Forsyte più volte, e ogni volta mi stupisco di come un libro scitto a inizio novecento sia terribilmente attuale e profondo.E' una scuola di vita, è un'analisi profonda di sentimenti e situazioni in cui tutti passiamo prima o poi nella vita, è un libro essenziale in ogni biblioteca personale che abbia un minimo di dignità.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione