Un povero ricco (DVD)

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 1983
Supporto: DVD
Salvato in 14 liste dei desideri

€ 7,99

€ 9,99
(-20%)

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 7,90 €)

Un uomo molto ricco, per guarire dall'ossessione del denaro, si finge povero: ce la farà?

L'incubo di finire in bancarotta impedisce all'industriale Eugenio di condurre un'esistenza serena. Lo psicologo gli consiglia di provare a vivere da povero. Assunto come usciere in una delle sue fabbriche, in poco tempo si ritrova senza lavoro. A dispetto dei problemi di ogni giorno la nuova posizione sociale aprirà gli occhi a Eugenio, aiutandolo a capire che in fondo il danaro, forse, non è tutto nella vita.

5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    ILSanto

    18/06/2019 14:57:41

    Uno dei migliori film del bravo Renato Pozzetto. Buona performance recitativa di Ornella Muti

  • Produzione: Mustang Entertainment, 2017
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 88 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,85:1 16:9
  • Area2
  • Pasquale Festa Campanile Cover

    (Melfi 1927 - Roma 1986) scrittore e regista italiano. Lavorò come sceneggiatore per D. Risi e L.Visconti (Rocco e i suoi fratelli, Il Gattopardo). È autore di romanzi: La nonna Sabella (1957), Il ladrone (1978, premio Campiello), La ragazza di Trieste (1982), Per amore, solo per amore (1983, premio Campiello) La strega innamorata (1985). Tra i film da lui diretti (per lo più commedie all’italiana, satiriche, erotiche o di costume), Le voci bianche (1962), Rugantino (1973). Approfondisci
  • Renato Pozzetto Cover

    Attore italiano. Con alle spalle un buon successo nel cabaret e in televisione con l'amico C. Ponzoni, esordisce nel 1974 in Per amare Ofelia di F. Mogherini che lancia la sua comicità leggera, un po' surreale e dalla forte cadenza lombarda. Le pellicole successive sono perlopiù di stampo commerciale, salvo rare occasioni e, pur accrescendone la popolarità, lo riducono spesso a ruolo di macchietta, sfortunato zuzzurellone, un po' grossolano. Lo si ricorda ingenuo industriale internato in manicomio in Oh, Serafina! (1976) di A. Lattuada, militante politico alle prese con un omosessuale in La patata bollente (1979) di Steno, ammaliato da E. Giorgi in Mia moglie è una strega (1980) di Castellano & Pipolo, bambino cresciuto di colpo alle prese con le difficoltà della vita in Da grande (1987) di... Approfondisci
  • Ornella Muti Cover

    "Nome d'arte di Francesca Romana Rivelli, attrice italiana. Giovanissima, esordisce nel 1970 in La moglie più bella, film di D. Damiani che si ispira liberamente a un fatto di cronaca centrato sulla storia della prima ragazza siciliana che rifiuta di sposare il suo seduttore. Divenuta una star del fotoromanzo grazie alla sua fotogenia, interpreta una dozzina di film di scarso rilievo e ottiene poi una buona affermazione con Romanzo popolare (1974) di M. Monicelli, forse la sua migliore interpretazione, in cui è una giovane contesa fra l’amore per il suo anziano marito e la passione per un giovane della sua età. Pur se incapace di sviluppare i suoi scarsi talenti recitativi, negli anni ’70 e ’80 diviene comunque un’icona del cinema italiano, soprattutto grazie a M. Ferreri che ne utilizza il... Approfondisci
Note legali